Archivi giornalieri: 10 settembre 2018

L’ombreggiatura esterna e l’ombreggiatura abusiva

Leggi questo articolo grazie alle donazioni dei lettori Daniele Bertollo, Giuseppina Cerciello, Giorgio Benvenuti, Giuliano Masciarri, Alessandro Boiani. Partecipa anche Tu, sostieni l’informazione attraverso espertocasaclima.com!


Coscienza sporca? Avete sfogato la voglia di fai da te e vi è sfuggita di mano? Il vostro angolino verde in terrazza con il basilico mezzo morto è diventato un eden? Ci ronzano in testa paroloni come condono edilizio, sanzione demolitoria, opere abusive, abuso, difetto di legittimazione, rilevanza urbanistica… ?

La coscienza non ti impedisce di commettere peccati, però, ti nega il piacere di goderteli.
                                                                                  (Theodore Dreiser)

L’estate è la stagione con tante ore di luce e più tempo da trascorrere all’aria aperta. E’ anche la stagione delle temperature elevate e della ricerca dell’ombra. E la voglia di fai da te diventa incontenibile… ma il nostro giardino o il nostro terrazzo non è un posto dove si può fare proprio quello che si vuole.

Cos’è un pergolato? La definizione parla di una struttura realizzata per adornare e ombreggiare giardini o terrazze. Quindi un’impalcatura formata da montanti verticali ed elementi orizzontali con altezza tale da consentire il passaggio delle persone, aperta sui tre lati e nella parte superiore. La pergola non richiede un titolo edilizio.

E cosa si intende per tettoia? Si intende un pergolato coperto o in parte coperto, con una struttura non facilmente amovibile. Dunque una tettoia che non assume carattere precario e transitorio. La tettoia vuole che sia richiesto il permesso di costruire.

Avrete sentito anche parlare di pergotenda, sembra un nome inventato dalla pubblicità. Essendo facilmente e immediatamente rimovibile non necessita di alcun permesso:

Se proprio non riuscite a stare fermi, potete dedicarvi ad una recinzione della vostra proprietà, se non l’avete già, ma attenti! solo con pali di sostegno in legno e rete metallica, altrimenti vi serve un titolo abilitativo.

La recinzione infatti è un’ attività che non richiede nè DIA (la Dichiarazione di Inizio Attività) nè SCIA (la Segnalazione Certificata di Inizio Attività): rientra nel diritto dominicale di delimitare la proprietà privata per escludere l’accesso agli estranei.


lettura senza banner pubblicitari grazie alla generosità dei lettori – dona anche Tu 😉 sostieni l’informazione attraverso espertocasaclima.com!


federico_sampaoli_espertocasaclimacom  ipha_member

articolo ideato, scritto e diretto da Federico Sampaoli, impegnato a favore delle persone, del comfort e dell’open information, titolare e caporedattore di espertoCasaClima – blog di informazione e comunicazione

Il mio profilo LinkedIn

Entra anche Tu nella lista dei sostenitori del Blog espertoCasaClima :

Visita il profilo di federico su Pinterest.