Edifici ad energia zero? dipende

I super edifici ad energia zero possono anche essere una farsa!

casa-energia-zero

Chiunque potrebbe dire <<la mia casa è una Zero Energy>>

Se prendo una casa in classe G (una come quasi tutte in Italia) e metto tanto fotovoltaico quanta energia mi serve…

fotovoltaico-costi

E non guardiamo solo al fabbisogno termico!

…cosa ci interessa se spendiamo 150€ per riscaldamento quando magari ne spediamo 1.000 per illuminazione e tutto il resto? …direi che abbiamo sbagliato qualcosa! O no?

E’ vero che una pompa di calore è prestante, ma attenzione al costo rispetto ad una caldaia a metano!

Per curiosità simuliamo un edificio in Classe G con caldaia e pompa di calore e vedrete che è molto performante mentre confrontando un edificio da soli 20 kWh/mq anno la differenza di risparmio è poca: calcolate il costo della pompa di calore + accumuli etc. … ne vale la pena?

pompa-di-calore-costi
I committenti sono in gran confusione, ma anche noi professionisti non scherziamo ;-) ed è il nostro lavoro! e ci chiamano professionisti per questo! lo siamo davvero! facciamo autocritica sempre!

Supponiamo di avere una casa di 100 mq con un fabbisogno di soli 15 kWh/mq anno:

  • il consumo di riscaldamento con sole resistenze elettriche sarebbe pari a 1.500 kWh/mq anno
  • costo di investimento fornito e posato? 1.600 €
  • manutenzione? nessuna!
  • veloce da posare? un lampo!
  • nessun camino
  • niente gas
  • bolletta? circa 300 € + ACS integrata da solare
  • installare un impianto fotovoltaioco per consumi tanto bassi? spendere 12.000€ per avere 3 kWh di energia elettrica?

Torniamo sulla terra! Da dove siamo partiti? …ah sì, dalla nostra futura casa…! Costruite e isolate bene la casa e risparmierete denaro!

  • Tutta l’attenzione deve andare all’involucro! alla coibentazione!
  • Meglio coibento e sigillo la casa e meno importanti diventano gli impianti !
  • Il riscaldamento e il raffrescamento non sono altro che la conseguenza prima della scarsa progettazione. 

Comprendete cosa intendo ?

Ambite a costruire case efficienti quanto una Passivhaus ad un costo uguale al tradizionale? Allora esagerate col fotovoltaico, col solare! Che però costano anche loro!

Lasciate stare gli incentivi… costruite meglio che potete!


   

       

lettura senza banner pubblicitari grazie alla generosità dei lettori – dona anche Tu!

marco-de-pinto-termotecnico  marco de pinto passivhaus planer   federico_sampaoli_espertocasaclimacom   ipha_member   

+ involucro - impianti copyrightarticolo ideato, scritto e diretto da Marco De Pinto e Federico Sampaoli, impegnati a favore delle persone, del comfort e dell’open information. Marco titolare dello Studio di progettazione degli impianti PH Studio.  Federico titolare dello Studio di consulenza tecnica per una migliore efficienza energetica e caporedattore di espertocasaclima.com – blog di formazione e comunicazione online dal 2009. 

Se vuoi conoscere i profili LinkedIn Marco LinkedIn Federico …

Entra anche Tu nella lista dei sostenitori del Blog espertoCasaClima :

Visita il profilo di federico su Pinterest.

 

9 thoughts on “Edifici ad energia zero? dipende

  1. Mauro

    @Mario
    Prima di tutto un chiarimento:
    Il riscaldamento mi ha consumato 8kWh/mq ma complessivamente ne ho consumati 13
    Chiaramente tutta l’energia consumata in casa contribuisce a scaldare!

    La casa è a base quadrata, senza fronzoli per minimizzare la superficie.
    Le pareti sono rivestite da 20cm di lana di vetro
    Il tetto in legno è imbottito con oltre 40cm di lana di roccia.

    Impianti:
    Solare termico a parete: circa 5mq
    VMC (con recuperatore e bypass)
    Resistori nei canali dell’aria (potenza massima circa 1200W)
    Da qualche mese ho anche il FV con accumulo.

  2. Mauro

    Quest’anno ho consumato 8kWh/mq
    L’impianto è costituito da banali resistori inseriti nei condotti della VMC.
    Manutenzione = lavare i filtri dell’aria.

  3. Federico Sampaoli Post author

    L’altissima efficienza energetica è un ottimo traguardo e una buona visione del futuro.
    Poi, se l’energia che verrà prodotta sarà attraverso fonti rinnovabili, ben venga anche quella!

    Io sono fanatico delle soluzioni di risparmio ancor prima di pensare alle fonti energetiche alternative (sole, vento ecc) perchè la mia coscienza non è in pace fino a chè non ho fatto tutto il possibile per ridurre il bisogno di energia.
    Quando si è compiuto ogni sforzo verso il risparmio, allora è il momento di chiedere aiuto al sole, al vento ecc. e non prima!
    Se posso ottenere energia gratis dal sole è una cosa bellissima, un dono della tecnologia attuale, ma è una cosa simile al farsi pagare la bolletta dalla nonna…
    Prima devo contenere i miei consumi, poi posso chiedere un aiuto finanziario a mia nonna!
    La penso così.

  4. betta sormani

    Concordo assolutamente, anch’io. La committenza è bombardata da messaggi spesso incompleti o puramente commerciali e a volte fatica a distinguere tra ciò che è buono in assoluto e ciò che è opportuno nello specifico.

  5. Claudio Longagnani

    Concordo. I Committenti sono in gran confusione per colpa di politiche commerciali scorrette che non danno una visione d’insieme su cosa significhi davvero risparmiare. Questo viene ulteriormente aggravata dalle linee guida nazionali su una certificazione farlocca che può trasformare qualsiasi casa anche una tenda da campeggio in una casa in classe A con la semplice aggiunta di impianti.

    Manca la visione d’insieme e la volontà di realizzare un involucro passivo.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>