consulenza per efficienza energetica

VMC decentralizzata brevemente canalizzata - by-pass termico sulle unità di VMC, ventilazione meccanica controllata 1

by-pass termico sulle unità di VMC, ventilazione meccanica controllata

12 risposte

Un lettore mi ha fatto venir voglia di scrivere questo articolo, chiamiamolo estivo, sulla ventilazione meccanica controllata, VMC d’ora in poi.

Trattandosi di un recuperatore di calore sembra quasi buffo parlarne d’estate, invece è un argomento che interessa a molte persone alle prese con la scelta della loro prima VMC: faremo chiarezza sui termini “by-pass termico”, “VMC con by-pass”, “raffrescamento estivo automatico”, “bypass automatico”, “free-cooling”.

Qualche sera fa, dei primi giorni caldi di maggio, mi scrive Caio via Whatsapp “Salve sto usando la vmc di notte ma si accende la spia bypass”

VMC decentralizzata brevemente canalizzata - by-pass termico sulle unità di VMC, ventilazione meccanica controllata 2

VMC decentralizzata brevemente canalizzata - by-pass termico sulle unità di VMC, ventilazione meccanica controllata 3

“Fuori ci sono 20 gradi e dentro 26” “Ma posso tenerla accesa o succede qualcosa?” “Cosa mi consiglia di fare?” 

VMC decentralizzata brevemente canalizzata - by-pass termico sulle unità di VMC, ventilazione meccanica controllata 4

Ho consigliato di leggere attentamente le istruzioni e ho inviato al lettore il link con il pdf del suo modello.

Più sentito 😐 ma è normale, quando un lettore ottiene l’informazione che gli serve sparisce senza tanti inchini

ma facciamo un passo indietro riassumendo brevissimamente cosa è una VMC

In due parole la VMC si occupa di arieggiare gli ambienti senza l’apertura delle finestre facendo uno scambio termico tra il flusso d’aria proveniente dall’esterno ed il flusso d’aria interna estratto ad esempio dal bagno: l’aria interna cede il calore all’aria fresca che entra “preriscaldata”.

Nasce per rendere la casa più efficiente e contenere ancora meglio la spesa per riscaldamento. Quindi la VMC è fondamentalmente un aggeggio per la stagione invernale con finestre chiuse e riscaldamento acceso.

Ma chi ce l’ha, forse, vorrebbe usarla anche d’estate 🙂

il tema di oggi è VMC con by-pass (estivo):

  • tema utile a chi in casa nuova si è trovato una VMC installata (e poco ne sa)
  • tema utile a chi sta valutando l’installazione di una VMC decentralizzata, magari brevemente canalizzata, nella sua casa attuale.

Il Regolamento UE 1253/2016 rende obbligatorio da ormai tanti anni la presenza di un dispositivo di by-pass termico sulle unità di VMC e può essere automatico o manuale, totale o parziale.

cosa fa il by-pass estivo

Il dispositivo di by-pass fa in modo che l’aria non attraversi lo scambiatore di calore, quindi impedisce lo scambio termico tra il flusso d’aria entrante ed il flusso d’aria uscente. Sarebbe assurdo cedere parte del calore dell’aria uscente all’aria fresca che entra: in estate ogni grado in meno è importante per il comfort e per contenere il costo energetico del raffrescamento. Il cosiddetto free-cooling, è veramente importante se la VMC si tiene accesa d’estate quando le temperature esterne, la notte, finalmente scendono.

E qui è importante avere una VMC “intelligente” perchè tutti i suoi automatismi fanno la vera differenza. Mentre il nel funzionamento invernale è certo che la VMC faccia bene il suo lavoro, qualsiasi essa sia a patto di essere una VMC a doppio flusso (e non flusso alternato), nel funzionamento estivo le impostazioni, la gestione via app, i sensori e tutte le diavolerie elettroniche della macchina servono molto. 

VMC decentralizzata brevemente canalizzata - by-pass termico sulle unità di VMC, ventilazione meccanica controllata 5

Tanto per non far nomi, la VMC freeAir 100 di bluMartin è un sistema decentralizzato unico:

  1. ha 8 sensori
  2. offre il controllo integrato del sensore che misura CO2, umidità e temperatura di ogni singola stanza, umidità e temperatura esterne
  3. con un solo dispositivo può gestire fino a 4 ambienti VMC decentralizzata brevemente canalizzata - by-pass termico sulle unità di VMC, ventilazione meccanica controllata 6
  4. dopo aver preparato la forometria sulla parete esterna per la posa della macchina, non si devono per forza posare 4 canali di ventilazione:  ne basterà installare uno di ripresa e  dei piccoli satelliti di collegamento tutti gestiti dal cervello della freeAir 100 😉 , si tratta di piccole unità interne di trasferimento aria chiamate freeAir plus

il controllo costante della temperatura

Qualche attento lettore potrebbe ribattere che è abbastanza banale comandare una VMC in modo che se d’estate l’aria esterna risulti più fresca dell’aria in casa, entri in funzione il by-pass evitando lo scambio di calore.

Giusto! è banale!

E sarebbe anche sbagliato: chi ci assicurerà che il contenuto di umidità dell’aria esterna sia veramente inferiore al contenuto di umidità dell’aria in casa?

il controllo costante dell’umidità assoluta

La VMC freeAir 100 di bluMartin è intelligente proprio per questo: analizza l’umidità assoluta, cioè i grammi d’acqua contenuti sotto forma di vapore in 1 mc di aria.

differenza tra umidità relativa e umidità assoluta

Leggere il valore in % dell’umidità relativa esterna ed interna per fare un confronto è un errore comune: è un dato che non ci racconta nulla di come effettivamente è umida o meno umida l’aria. Se questo concetto ti è poco chiaro fermati: lo potrai capire perfettamente leggendo questi miei 2 articoli:

Se avete un igrometro in casa, non avete risolto nulla se non indica il punto di rugiada 😉

chi ha già ben afferrato questa differenza tra umidità relativa e umidità assoluta può tranquillamente proseguire la lettura dell’articolo:

Se vogliamo trarre un reale beneficio da un by-pass estivo della VMC non è sufficiente che ci sia questa possibilità di by-passare lo scambiatore di calore, dobbiamo avere una VMC intelligente come questa freeAir 100 che fa un’analisi del clima e cioè interpreta le condizioni aria esterna / interna per decidere se sono energeticamente favorevoli e non possano creare ulteriore discomfort.

mi spiego meglio

Giusto alla fine di maggio abbiamo avuto al Nord un’interruzione dell’estate appena scoppiata: le case erano tutte salite di temperatura e quasi si era al punto di dover raffrescare gli ambienti con una corretta ventilazione notturna. Le temperature esterne diurne già registravano i 30°C, ma le notti erano ancora fresche e confortevoli. Poi, improvvisamente l’interruzione dell’estate:

VMC decentralizzata brevemente canalizzata - by-pass termico sulle unità di VMC, ventilazione meccanica controllata 7

freeAir Connect

Il software gratuito freeAir Connect ci fa vedere una serie di dati interessanti raccolti esattamente il 29 maggio verso l’ora di cena:

  • le correnti fredde provenienti dal Nord Europa hanno già abbassato la temperatura della casa che infatti mostra, dai circa 26°C di qualche giorno fa, solo 23,9°C ora
  • l’umidità relativa (relativa alla temperatura! attenzione! non ci dice ancora se il contenuto di umidità sia alto o basso rispetto all’esterno!!!) indica 49%
  • l’umidità assoluta (finalmente ci siamo 🙂 ) ci mostra che in 1 mc di aria estratta (quindi interna alla casa) ci sono ben 11 grammi di vapore! pensate che qualche giorno prima, quando sembrava estate, il contenuto di vapore era ben più elevato… ma se ne è già in buona parte andato 🙂

VMC decentralizzata brevemente canalizzata - by-pass termico sulle unità di VMC, ventilazione meccanica controllata 8

Visti questi dati delle condizioni interne sarebbe ottimale continuare a by-passare lo scambiatore di calore e immettere in ambiente aria fresca esterna solo se

  • se la temperatura esterna risulta inferiore (e lo è perchè è tornato il freddo 😉 ), e quindi non porta calore verso gli ambienti (free-cooling)
  • se l’umidità assoluta (finalmente ci risiamo 🙂 ) ci mostra che in 1 mc di aria proveniente dall’esterno ci sono meno di 11 grammi di vapore! e infatti ce ne sono solo 9,2 g/mc 😉

VMC decentralizzata brevemente canalizzata - by-pass termico sulle unità di VMC, ventilazione meccanica controllata 9

e se il by-pass mi raffresca troppo 😐

BluMartin ha pensato anche a questo:

  • il by-pass si disattiva una volta che la macchina si accorge che è stata raggiunta la temperatura di comfort impostata durante l’ installazione (infatti l’utente può scegliere 19°C, 22°C o 25°C). Una volta che la macchina raggiunge questa temperatura di comfort il by-pass si chiude e torna a recuperare il calore (come in modalità invernale) per evitare che l’ambiente si raffreddi troppo e magari la notte si percepisca una temperatura troppo bassa 😉

e se voglio raffrescare di più?

Ora non chiediamo l’impossibile! 🙂 Comunque sappiate che esiste la funzione “Turbo Cool” che si può attivare manualmente, o da remoto, se si desidera approfittare di qualche oretta dove all’esterno le temperature sono finalmente scelse (sulla schermata si legge “cooling power”). La funzione Turbo Cool fa funzionare la VMC alla massima portata quindi viaggia a 100 mc/ora) in free cooling per 3 ore. Utile 😉

concludendo

E’ vero che un dispositivo di by-pass totale permette di beneficiare integralmente della bassa temperatura dell’aria esterna nei mesi estivi (quando si può), ma è anche vero che se non si può fare un controllo della VMC tramite software sfruttando tutti i dati provenienti dai sensori sarà impossibile creare dei diagrammi di funzionamento ottimali.

Per chi si fosse invaghito di questa VMC freeAir 100  aggiungo che tramite il software gratuito freeAir Connect si può aggiornare il firmware delle unità avendo sempre un impianto aggiornato. Inoltre, collegando la freeAir 100 alla rete WiFi si possono visualizzare i dati dalla Web APP.

Vi lascio anche questo video per capire bene il sistema:

a chi serve una freeAir 100

  • principalmente a chi è abituato a dormire d’estate con le finestre chiuse per motivi di rumori esterni o di sicurezza
  • a chi è abituato a dormire solo in ambiente buio con persiane abbassate
  • a chi preferisce avere sempre aria esterna filtrata
  • a chi soffre di allergie ai pollini
  • certamente a chi vuole conoscere tutti dati dell’aria e vuole poter eventualmente interrogare lo storico (può registrare dati e mostrare come è stata condotta la VMC per addirittura 8 anni)
  • a chi desidera una VMC che si possa aggiornare con il download dell’ultimo firmware disponibile
  • a chi vuole una VMC collegata alla rete WiFi e quindi visualizzare i dati dalla Web APP
  • a chi piace smanettare via app

VMC decentralizzata brevemente canalizzata - by-pass termico sulle unità di VMC, ventilazione meccanica controllata 10

a chi non serve una freeAir 100

  • a chi usa le zanzariere e può spalancare le finestre
  • a chi vive in zone silenziose
  • a chi non ha rischi di intrusione durante la notte (inferriate o piani alti)
  • a chi pensa che una VMC con by-pass estivo si comporti come uno split del climatizzatore 🙂

Ti do del tu, Tu in che gruppo stai? puoi lasciare il tuo commento qui sotto nella finestra commenti senza doverti iscrivere al blog 😉


federico sampaoli espertocasaclima

copywriter, content creator & web editor – Federico Sampaoli  consulente tecnico per l’isolamento termico dell’involucro edilizio

Qui sotto puoi lasciare un commento” – non devi registrarti e il tuo indirizzo email non sarà mai pubblicato, approfittane!  riceverai presto una risposta!

acquistando da QUI il prezzo per te non aumenterà, ma Amazon riconoscerà una piccola cifra a sostegno di espertocasaclima.com che intende rimanere libero da insopportabili Pop-up

oppure sostieni l’informazione libera e imparziale di espertocasaclima con un un Buono Regalo Amazon digitale (via e-mail o SMS)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

12 risposte a “by-pass termico sulle unità di VMC, ventilazione meccanica controllata”

  1. Buon giorno , l’unità di ventilazione deve essere dotata di by-pass totale con range di apertura 0-100% e funzionamento automatico gestito tramite sonde di temperatura;
    Il funzionamento del by-pass deve avvenire durante le ore notturne in estate (free-cooling) e durante le ore diurne in inverno (free-heating) per garantire un comfort termico ottimale quando le condizioni ambientali lo consentono.
    Il funzionamento del by-pass può essere modificato anche manualmente dall’utente finale.
    solo. In alcuni modelli è possibile impostare la velocità dei ventilatori durante la funzione di by-pass estivo. Verifichi nel suo manuale utente o chiami l’assistenza tecnica. Cordiali saluti

  2. Ho una centralizzata doppio flusso della Aldes (modello SC240 home Classic). È normale che il bypass automatico (freecooling) faccia si che la macchina emetta più aria? Come se la macchina andasse più forte ed è pertanto più rumorosa. Accade principalmente di notte in estate

  3. @ Marco

    partendo dalla fine del tuo commento, sì i sensori della vmc blumartin sono la sua intelligenza e sono il governo dei flussi d’aria.
    se parliamo di un edificio esistente per forza di cose non possiamo prevedere l’installazione di una vmc centralizzata, quindi non abbiamo scelta, dobbiamo installare una vmc puntuale che possa essere brevemente canalizzata.

    circa la distribuzione degli ambienti brevemente descritta sopra, consiglio di inviare la pianta direttamente a Ventilazionecasa per ricevere una proposta di installazione possibile con tutti i pezzi che compongono l’impianto, così da avere un’idea di costo reale: https://www.ventilazionecasa.it/contatti/

  4. Ciao Federico,

    ma ritieni essere questa freeAir 100 una soluzione pari o più performante di una classica VMC centralizzata? E mettendo il caso che sia quasi alla pari, il costo di acquisto e installazione è molto più contenuto? Casa con camera-bagno-bagno-camera su arco nord-est-sud e sala-ingresso-cucina su arco nord-ovest-sud, corridoio nel centro, casa probabilmente servibile con 2 brevemente canalizzabili nei bagni, altri locali con i plus (ipotizzo, ma dimmi tu se sto dicendo stupidaggini)
    Sai anche dirmi quanto semplice sia farla dialogare con Home Assistant o analoghe soluzioni domotiche a basso costo? So per certo che un’unità zendher classica è integrabile, ma sulle vmc, rispetto ad altri prodotti, la compatibilità con questi sistemi non è molto discussa su forum e web che ho navigato.
    Eppure è proprio un prodotto su cui sonde interne ed esterne che rilevino CO2, altri gas e umidità assoluta, come riporti in questo articolo, aiutano a sfruttarle al meglio.

  5. @ andrea

    sì, la vera ventilazione naturale notturna, che spesso nell’isola di calore della città è una soluzione inapplicabile, è la soluzione al surriscaldamento estivo della casa.
    purtroppo, con le temperature estive estreme che si toccano già nella primavera, dobbiamo sempre più spesso fare i conti con il raggiungimento “precoce” della temperatura di equilibrio, e alla fisica nessuno può sottrarsi.

    Ne parlerò presto in un nuovo articolo “Materiali isolanti contro il caldo e la Temperatura di equilibrio”.
    asap 😉

    aggiungo che
    strutture murarie, o falde del tetto, o solai di copertura, NON correttamente isolati raggiungono nel tardo pomeriggio, o nella notte, o nelle prime ore dopo la mezzanotte (a seconda di quante ore di sfasamento termico garantiscono) temperature superficiali interne superiori all’aria ambiente indoor, quindi si comportano come superfici radianti 😉
    in questi casi la ventilazione notturna ha un “extra lavoro” quasi impossibile da portare a compimento.

  6. Purtoppo lasciare aperte le finestre non garantisce di abbassare la rovente temperatura interna.
    La VMC comporta diversi lavori anche invasivi.
    Suggerisco di usare almeno due grossi ventilatori piazzati davanti alle finestre aperte, uno in immissione ed uno in estrazione: un accrocco di poca spesa ma tanta resa

  7. @ matteo

    il beneficio del terreno, si sente 🙂

  8. Si, piano terra. Abito nel comasco. Grazie!

  9. @ matteo

    avere ancora 23°C interni a metà giugno senza fare ventilazione notturna è un buon risultato.
    sicuramente non è un ultimo piano e forse nemmeno esposto a ovest. premesso che non conosco la zona climatica

  10. Ah, grazie… Direi bene, il miniriscaldamento funziona a dovere, è silenziosa. Bisogna dire che l’ho messa a novembre 2021 in un edificio che in 60 anni non ha mai avuto problemi di condensa per l’ovvio motivo degli spifferi dappertutto. Adesso con cappotto 14 cm e nuovo sistema finestra, mi sono tutelato con gli spifferi della VMC! :). Sarà un cinema la manutenzione, ma non volevo/potevo controsoffittare per una centralizzata. Io cmq adesso la sto facendo andare con finestre chiuse (non ho zanzariere, ma ci sto riflettendo) e in casa ho sui 23 gradi… Va bene così. Grazie ancora! Gentilissimo.

  11. @ matteo

    è vero!
    non tutte le tipologie di VMC sono incluse nel Regolamento Europeo 1253/2016, per esempio ne sono escluse le:

    VMC unidirezionali con potenza nominale assorbita inferiore a 30 W (ad eccezione degli obblighi in materia di informazione)
    VMC bidirezionali con potenza nominale totale dei ventilatori inferiore a 30 W per flusso d’aria

    e come si trova con la sua VMC Prana? almeno nella stagione invernale

  12. Ciao, come al solito articolo utilissimo. Avevo chiesto preventivo per la blumartin e in effetti è un buon prodotto, ma il progettino fattomi non mi convinceva e occorreva anche una controsoffittatura in un locale che non poteva essere controsoffittato. Allora ho optato per le Prana (puntuali come lei sa, ne aveva parlato in un vecchio post). Lei cita il regolamento UE, ma a me pare che sulle Prana non ci ci sia possibilità di bypassare lo scambio termico e fare free cooling…. L’aria immessa è sui 28/29 gradi. Mi sbaglio?