Archivi categoria: il clima

Oggi espertocasaclima vi porta al cinema

Oggi, vi porto al cinema.

esperto-casaclima-gratis-cinema-before-the-flood-national-geographic-leonardo-di-caprio-03

Che siate sostenitori del blog, lettori occasionali o cacciatori di informazioni tecniche per una migliore efficienza energetica, oggi, si va al cinema!

esperto-casaclima-gratis-cinema-before-the-flood-national-geographic-leonardo-di-caprio-04

sì, faremo una pausa dalle tante soluzioni agli acciacchi di casa nostra e rifletteremo un’attimo sulla casa più grande di tutte, quella che ci contiene tutti, la più bella in assoluto, la terra.

Ce l’avete un’ora e mezza libera?

sedetevi comodi, appoggiate anche la schiena, inspirate profondamente e rubatevi questo tempo. Un’oretta e mezza insieme… dai!

esperto-casaclima-gratis-cinema-before-the-flood-national-geographic-leonardo-di-caprio-02

Guardiamoci “Before the Flood“!

Proiezione del documentario "Before the Flood" alle Nazioni Unite

Non sopportate Leonardo Di Caprio? Sopportiamolo almeno per oggi! Non importa chi sia il portavoce – l’importante è imparare qualcosa.

Non potete certo già sapere tutto su:

Andiamo a imparare qualcosa! Buona visione!

Avviso riguardante i contenuti: il video non è stato classificato e potrebbe includere contenuti destinati a un pubblico maturo o potrebbe essere inappropriato per alcuni utenti. Fidatevi! ho verificato io: il film è adatto dai 7anni in su.

lettura senza banner pubblicitari grazie alla generosità dei lettori – dona anche Tu!

+ involucro - impianti copyright

federico_sampaoli_espertocasaclimacom  ipha_member   articolo ideato, scritto e diretto da Federico Sampaoli, impegnato a favore delle persone, del comfort e dell’open information, titolare e caporedattore di espertocasaclima.com – blog di formazione e comunicazione online dal 2009.

Se vuoi conoscere il mio profilo LinkedIn

Entra anche Tu nella lista dei sostenitori del Blog espertoCasaClima :

Visita il profilo di federico su Pinterest.

Consumare meno energia

Nessuno di noi è contro le fonti energetiche alternative. Sfruttare l’ energia gratuita del calore del terreno, della forza del vento, dei raggi del sole è senza dubbio la cosa più intelligente – le meraviglie della natura che pagano anche le nostre bollette energetiche: il paradiso.
Somiglia però un poco ad una figura terza che paga i nostri conti, i nostri sprechi. E’ giusto che qualcun’altro paghi per noi?

Le fonti energetiche alternative non dovrebbero pareggiare i nostri consumi, noi dobbiamo limitare i nostri consumi!

Ogni giorno in casa e al lavoro potremmo risparmiare qualche Watt, e il giorno dopo fare ancora meglio. E’ un sforzo che può diventare un piacere nel guardarlo sotto la giusta ottica.
Io mi occupo di isolamento termico, ma a parte il comfort che ne deriva, il senso del mio progetto è contenere le dispersioni e contenere il più possibile il surriscaldamento estivo. Energia per riscaldare.. energia per raffrescare.. sempre di energia stiamo parlando.
Coibentare il più possibile non è fanatismo, è una via corretta per ridurre la propria bolletta energetica.

Dalla Germania abbiamo imparato e importato le più attuali tecniche per l’isolamento termico dei nostri edifici, abbiamo ricevuto indicazioni e linee guida per evitare i problemi più frequenti nel campo della coibentazione e della tenuta all’araia delle nostre case, a partire dai nostri tetti.
Imparare dagli errori degli altri è una scorciatoia bellissima, sarebbe stupido non approfittarne.

Torniamo all’energia gratuita della terra, del sole e del vento: ripeto che è sbagliato continuare a consumare come ieri e chiedere alle energie rinnovabili di pareggiare i nostri consumi, siamo noi a dover limitare i nostri consumi!

Ogni giorno un Watt in meno – cambiamo le nostre cattive abitudini!

E soprattutto impariamo dagli errori degli altri, senza ripeterli!  Prendetevi qualche minuto e guardate cosa potrebbe capitare intorno a casa vostra in nome delle fonti energetiche alternative:

Oltre al paesaggio devastato si deve fare anche i conti con il relativo inquinamento acustico (anche 75dB) e luminoso (si sa, l’uomo se non può far lampeggiare qualcosa o creare qualcosa di sfavillante non ha pace!).  Prendetevi qualche minuto e guardate queste fonti energetiche alternative:

Volete unirvi agli “Amici contro l’eolico“? Leggete qui.

Imparare dagli errori degli altri (chi ha detto che i tedeschi non sbagliano mai?) è una scorciatoia bellissima, sarebbe stupido non approfittarne.

Ogni giorno un Watt in meno – cambiamo le nostre cattive abitudini!

Iniziate a monitorare i consumi mensilmente (utilizza gratis il mio modello) e iniziate a correggere le vostre cattive abitudini: anche questo è risparmio energetico! E da oggi.

+ involucro - impianti copyright


e prima di costruire in classe A,
comportiamoci da classe A !


federico_sampaoli_espertocasaclimacom  ipha_member

- il mio profilo LinkedIn: Lin  - articoli pubblicati di recente: eCC  - commenti al blog: feed        - i miei tweet: Tw

…questo articolo è stato ideato, scritto e diretto da Federico Sampaoli,

vuoi pubblicare le tue FOTO di cantiere? segui le istruzioni di questa pagina.

diventa anche Tu sostenitore del Blog espertoCasaClima :

La nostra casa e il clima che cambia

Buon 2015 a tutti i lettori!

Non voglio iniziare l’anno nuovo con una romanzina, ma voglio farvi notare due cose:

  • il livello del mare che si alza

andamento livello del mare

  • il livello di CO2 che si alza

andamento livello di CO2

Sono due notizie ormai che fanno venire la barba a sentirle, e le nostre vite sono così brevi che probabilmente non si accorgeranno di nulla, ma a me dà fastidio continuare ad essere così superficiale e infischiarmene. Sì anch’io ho visto l’ Era glaciale 4, potrebbe darsi che tutti i cambiamenti climatici siano la normalità, ma la velocità dei cambiamenti mi spinge a riflettere con un po’ di attenzione in più.

era glaciale 4 cambiamenti climatici

Se poi è vero che le emissioni dovute al riscaldamento delle abitazioni fanno concorrenza a quelle del settore produttivo e della mobilità, siamo tutti chiamati a fare qualcosa anche da casa! anche un piccolo gesto, un’attenzione in più nella gestione giornaliera.

+ involucro - impianti copyright


e prima di costruire in classe A,
comportiamoci da classe A !


federico_sampaoli_espertocasaclimacom  ipha_member

- il mio profilo LinkedIn: Lin  - articoli pubblicati di recente: eCC  - commenti al blog: feed        - i miei tweet: Tw

…questo articolo è stato ideato, scritto e diretto da Federico Sampaoli,

vuoi pubblicare le tue FOTO di cantiere? segui le istruzioni di questa pagina.

diventa anche Tu sostenitore del Blog espertoCasaClima :

espertocasaclima sostiene Avaaz, il clima è nelle nostre mani

Tra 24 mesi la Conferenza di Parigi stabilirà le sorti delle battaglie contro il cambiamento climatico. 24 mesi per far eleggere i leader giusti, portarli a Parigi, dar loro un piano e poi fare in modo che mantengano le promesse. Smettiamola con il fatalismo che niente può cambiare.

Come per tutto, servono soldi… Ma che ne pensereste se invece che soldi parlassimo di promesse di donazione fino al vertice parigino? si addebiteranno le donazioni solo se verrà raggiunto l’ obiettivo… l’obiettivo dei 50mila sostenitori.

Il fatalismo, oltre che inutile, è anche incompetente. Dobbiamo convertire le nostre economie fondate su petrolio e carbone verso fonti di energia alternative e fare le stesse cose consumando meno. Ricordate che ogni abitazione potrebbe consumare 1/4 di quanto sta consumando oggi, con le giuste decisioni in fatto di isolamento termico.

Avaaz è tra le poche organizzazioni di pressione a livello globale a poter fare pressione sui politici.

Il presidente francese Francois Hollande presiederà il vertice, facciamogli sapere cosa vogliamo da lui!

Distruggiamo la macchina della disinformazione sul tema del cambiamento climatico, informiamoci al meglio! Torniamo a leggere anzichè utilizzare qualche inutile passatempo!

Sono certo che di fronte a una catastrofe di proporzioni planetarie, 195 governi in una stanza possono rivelarsi semplicemente degli incompetenti con la scusa che non esiste una soluzione reale.

Bisogna muoversi! C’è bisogno di decine di migliaia di promesse di donazione!

Durante l’ultima conferenza sul clima a Copenaghen, nel 2009, i membri di Avaaz erano 3 milioni, oggi sono 31 milioni.

Il cambiamento climatico è forse il problema più grave a livello globale e richiede la cooperazione di tutti. Con milioni di membri uniti dallo stesso ideale, Avaaz potrebbe diventare lo strumento migliore per un’azione collettiva: l’occasione per non farci rimproverare dai nostri figli – un giorno. Diamoci da fare.

Cause ed effetti della CO2 spiegati in modo semplice anche da Luca Mercalli

 Su Quattroruote potete conoscere per qualsiasi auto la quantità in grammi di CO2 emessa al chilometro. L’ auto dei miei sogni emette in atmosfera 137g/km – impressionante no? Verrebbe da smettere di sognarla. Avete mai guardato il retro del biglietto del treno? mostra i kg di CO2 emessi da ogni passeggero rispetto alla tratta fatta in auto e in aereo. Provate a calcolare le vostre tratte qui.

La CO2 è un problema degli scienziati, a noi proprio non ci riguarda?

co2-01

L’energia fossile che stiamo bruciando da un secolo è tutt’ora il motore di tutti i cambiamenti e di tutte le comodità conquistate. Ma da secoli era parcheggiata nel suolo, con tutto il suo contenuto di anidride carbonica, adesso questo gas è finito in atmosfera, raggiungendo le 400 parti per milione (record storico di concentrazione di CO2).

gr-co2-graphs-624

Non va bene così!

co2-04

Cosa fa la CO2 in atmosfera? beh trattiene l’energia: alti livelli di CO2 = surriscaldamento della terra.

co2-02

Vi annoia la teoria dei cambiamenti climatici? Sì sì, il clima cambia da che c’è mondo e noi non centriamo nulla…. Con tutte le emissioni in atmosfera delle ultime generazioni credete veramente che l’uomo non giochi un ruolo importante sul clima?

Se avete qualche minuto ascoltatevi Luca Mercalli:

Ho voluto riprendere l’argomento della concentrazione di CO2 per sottolineare che la strada giusta è avere bisogno di meno energia! La nostra casa, se ben coibentata ha bisogno di pochissima energia, e dato che non si muove possiamo scegliere tante diverse fonti per coprire quell’ultimo fabbisogno energetico! La nostra auto, ha il limite della mobilità e della distanza, e ci imporrà ancora per un po’ di bruciare energia fossile. Una buona strategia nazionale potrebbe anche prevedere di riservare l’energia fossile alla mobilità e di contenere la richiesta di energia per il riscaldamento e il raffrescamento degli edifici con una eccezionale spinta alla coibentazione termica di tutti gli edifici! Ma volete credere sì o no che un vecchio muro di mattoni con una misera coibentazione interna di qualche centimetro può abbattere le dispersioni della meta?

Non chiudiamo gli occhi su questo argomento! La temperatura del nostro pianeta è 1000 volte più importante della temperatura del vino che beviamo!

temperatura del vino

Diventiamo più sensibili e attenti alle emissioni! La soluzione a tutti i problemi siamo sempre noi! come il vino a temperatura sbagliata è colpa di uno di noi.

co2-03

Sì sì i dinosauri, l’era glaciale 3, gli orsi che si sciolgono… scemenze       NO non sono scemenze.

federico_sampaoli_espertocasaclimacom ipha_member View federico sampaoli's profile on LinkedIn  Tweet

Vuoi offrire un sostegno a questo BLOG? Diventerai sostenitore di espertoCasaClima.

 esperto casaclima

EspertoCasaClima for president?

Elezioni 2013…

Non mi permetterei mai. Io, mi metto in discussione una volta alla mattina e una volta la sera, anche prima e dopo i pasti.

elezioni-politiche-2013

Ma una cosa voglio urlare, senza andare in piazza (dove nessuno mi ascolterebbe):

Wifi libero e gratuito per diritto di nascita in Italia. L’accesso alla conoscenza deve essere garantito dalla Costituzione!

buon voto a tutti!

federico_sampaoli_espertocasaclimacomipha_member

View federico sampaoli's profile on LinkedIn

Vuoi offrire un sostegno a questo BLOG? Diventerai sostenitore di EspertoCasaClima.

 esperto casaclima

Progettare il comfort

 Avete sentito di cosa parlava Luca Mercalli l’altra sera? Strategie per il futuro… comfort

Beh sapete quanti articoli ho dedicato a spiegare la coibentazione, ma senza dimenticare che il fine di tutto non è il risparmio sulla bolletta per riscaldamento e raffrescamento… è il comfort che ottengo! Ho scritto molti posts anche per far notare che un isolamento termico non vale l’altro: alcuni materiali ci proteggono dal freddo ma non dal caldo. E la loro posizione influisce enormemente.

Ricordo a tutti che il comfort va progettato, e non delegato agli impianti: gli impianti devono solo fare quello che non si è riusciti a fare, ma solo quello!

 casa

Luca Mercalli definisce il comfort come una delle cose più importanti della modernità.

Pensiamo alle cose importanti! il comfort, l’acqua calda in casa. Occupiamoci di salvaguardare il nostro benessere e gettiamo il superfluo! Usiamo le nostre risorse economiche per garantirci da mangiare e per avere una casa confortevole! Facciamo un orticello e coibentiamo la casa!

Per precisione devo ammettere che ha parlato anche di pannelli solari per la produzione di acqua calda, ma io non comincerei mai da lì: sapete che sono fanatico delle soluzioni di risparmio ancor prima di pensare alle fonti energetiche alternative (sole, vento ecc) perchè la mia coscienza non è in pace fino a chè non ho fatto tutto il possibile per ridurre il bisogno di energia.

Solo quando avrò compiuto ogni sforzo per il risparmio, sarà il momento di chiedere aiuto al sole, al vento ecc. e non prima! Se posso ottenere energia gratis dal sole è una cosa bellissima, un dono della tecnologia attuale, ma è una cosa simile al farsi pagare la bolletta dalla nonna… Prima devo contenere i miei consumi, poi posso chiedere un aiuto finanziario a mia nonna! Sapete che la penso così.

Così per il fotovoltaico: capitemi bene, il fotovoltaico è una ottima tecnologia quando il nostro consumo elettrico è limitatissimo, al minimo indispensabile! Quando ho fatto tutto il possibile per progettare il risparmio, allora è il momento del fotovoltaico. Non prima! Mai prima!

federico_sampaoli_espertocasaclimacomsostegno-al-blog-espertocasaclima.com

View federico sampaoli's profile on LinkedIn

 

GG gradi giorno e zona climatica

 I gradi giorno, per definizione, sono la differenza tra la temperatura giornaliera media e i 20°C che abbiamo in casa, per tutti i giorni del periodo di riscaldamento.

gradi giorno zone climatiche

Volete conoscere i gradi giorno della vostra città? In Google digitate per esempio “gradi giorno padova“! In un click avrete davanti gradi giorno e zona climatica! provate!

  • un valore di GG basso indica che le temperature esterne sono molto vicine ai 20 °C.
  • un valore di GG elevato indica, invece, che le temperature giornaliere si discostano molto dai 20 °C e quindi ci troviamo in zone dal clima più rigido.

Le zone climatiche sono individuate in base ai gradi giorno e sono A B C D E F

zona-climatica

  • alla zona climatica A appartengono i comuni italiani più caldi
  • alla zona climatica F quelli più freddi.

Per ragionare sul fabbisogno di energia dobbiamo spesso considerare i gradi ora invece che i GG, perciò

Gradi ora di Padova:  2383 GG * 24 = 57192 gradi ora

Kilogradi ora di Padova:  2383 GG * 24 / 1000 = 57,19 Kh

 Progettare una coibentazione ha sempre a che fare con la zona e le temperature esterne! 

Il buon progetto non nasce con Casa Clima a Bolzano, già qualche tempo fa qualcuno ne scriveva:

Sotto il settentrione si hanno a fare le abitazioni a volta, il più che si può riparate, anzi rivolte agli aspetti caldi: nei luoghi meridionali all’incontro sottoposti alla veemenza del sole, perché vi si muore dal caldo, si debbono fare aperte e rivolte a Tramontana o a Greco. Così con l’arte si ripara al danno che farebbe da sé la natura. Si prenderà negli altri paesi della stessa maniera un temperamento corrispondente al loro clima.

M. Vitruvio Pollione, De Architettura, Antonelli Editore, Venezia, 1854


>>> articolo scritto in collaborazione con Marco de Pinto:

studio-termico-marco-de-pinto

sostegno-al-blog-espertocasaclima.com

View federico sampaoli's profile on LinkedIn

Case low carbon

 

casa-low-carbon

Il legno, materia prima ideale per la costruzione a basso impatto di edifici di lunga durata è poco utilizzato nel settore edile britannico che emette emissioni di CO2 per quasi il doppio della media mondiale: il 19%.

I ricercatori britannici hanno scoperto un materiale innovativo composito e naturale miscelando la canapa con la calce spenta, ottenendo così un componente per l’edilizia che oltre a una bassa “carbon footprint” (l’impronta ecologica relativa all’anidride carbonica) possiede anche ottime proprietà isolanti.

Taglio delle emissioni di gas dell’effetto serra in USA: -17% entro il 2020, -80% entro il 2050

 obama-al-congresso-americano

Barack Obama vuole imporre un taglio delle emissioni di gas dell’effetto serra in USA del 17% entro il 2020 e dell’80% entro il 2050.

Oggi gli Stati Uniti fanno leva su fonti nocive di energia per il 95% del fabbisogno: le emissioni di anidride carbonica e di altri gas crescono ancora dell’1% annuo.

Secondo i repubblicani la nuova normativa comporta il maggior aumento delle imposte nella storia americana.