Casa in legno, meglio senza formaldeide

La formaldeide nuoce alla salute, ovviamente la pericolosità è legata alla concentrazione. Il regolamento UE 605/2014 del 5 giugno 2014 ha riclassificato la formaldeide da “sospetto cancerogeno Cat.2” a“cancerogeno Cat.1B”.

formaldeide

Il principio della cautela, che sottolineo spesso durante la scelta dei materiali per edilizia, era valido anche prima dell’ 1 gennaio 2016…. data in cui il regolamento è entrato in vigore!

Le nuove regole si riferiscono alla tutela della salute di chi lavora in ambienti potenzialmente pericolosi visto che la sostanza passa da “sospetto cancerogeno Cat.2” a“cancerogeno Cat.1B”.

Ci saranno una serie di adempimenti per le aziende che hanno a che fare con la formaldeide nei loro processi produttivi e gli obblighi del datore di lavoro (salute e sicurezza) aumentano.

In Italia un limite all’esposizione alla formaldeide si trova nel contratto dei lavoratori del settore chimico fissato a 0,37 mg/m3 (0,30 ppm). Il Comitato scientifico europeo per i limiti di esposizione dei lavoratori ha prodotto una bozza di raccomandazione:

  • un limite di 0.3 ppm (8 ore TWA)
  • un limite STEL di 0.6 ppm per le esposizioni brevi.

                     

lettura senza banner pubblicitari grazie alla generosità dei lettori – dona anche Tu!

+ involucro - impianti copyright

federico_sampaoli_espertocasaclimacom  ipha_member   articolo ideato, scritto e diretto da Federico Sampaoli, impegnato a favore delle persone, del comfort e dell’open information, titolare e caporedattore di espertocasaclima.com – blog di formazione e comunicazione online dal 2009.

Se vuoi conoscere il mio profilo LinkedIn

Entra anche Tu nella lista dei sostenitori del Blog espertoCasaClima :

Visita il profilo di federico su Pinterest.

3 pensieri su “Casa in legno, meglio senza formaldeide

  1. mirko

    Buongiorno,
    le analisi della qualità dell’aria fatte all’interno di strutture costruite integralmente in xlam incollato con PURBOND rilevano che la formaldeide presente e’ equivalente alla stessa in natura ovverosia i collanti emettono quote di aldeidi prossime allo zero.
    Lo stesso pannello può essere poi calibrato con spessori differenti fino ai 270 mm in funzione delle necessità estive , pur essendo necessario progettare con estrema attenzione sia il lato esterno che il lato interno della parete.
    In qualunque caso , montando un telo di tenuta all’aria , elimina alla radice il problema su qualunque struttura decida di utilizzare , salvo avere poi un solaio/tetto a vista impregnato/verniciato , su qui porre le necessarie attenzioni in termini di emissività dei componenti volatili aerodispersi

  2. Federico Sampaoli Autore articolo

    Comprendo il desiderio di una parete in legno massiccio ( MHM (Massiv – Holz – Mauer) realizzata senza collanti come mezzi di giunzione.
    Le colle PUR sono conosciute come innocue però sempre colle sono.
    La colla poliuretanica ha tanti pregi: non emette formaldeide, è inodore e trasparente, non ha bisogno di solventi, è monocomponente e funziona con l’umidità naturale del legno (con 200 g/mq ha una resa migliore delle colle tradizionali).
    Anche l’OSB 3 può essere realizzato secondo norma EN300 : incollaggio con colle poliuretaniche MDI esenti da formaldeide!

    Circa la massa utile a mantenere la temperatura ideale anche d’estate non dipende dalla parete MHM in sè ma dalla stratigrafia completa e dai rivestimenti interni.

  3. Davide

    Buongiorno,
    Vorrei costruire la mia futura casa in legno, senza emissioni chimiche.
    Eviterei i pannelli in xlam anche con colle PUR temendo che possano emettere altro di dannoso.
    Costruirei quindi pareti massive MHM in legno inchiodato che hanno anche una massa utile a mantenere la temperatura ideale anche d’estate, con cappotto in fibra di legno, sono però più costose.
    Valuterei allora le pareti a telaio con isolanti interni in calce canapa o cellulosa più economica ma il pannello di chiusura della parete interno viene proposto in OSB, chiedo soluzione alternativa che potrebbe essere MFP privo di formaldeide ma di cui non trovo documentazione dimostrativa oppure freno vapore con perlinato di legno poi da rivestire in gesso. Che ne pensa?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.