La VMC non è un deumidificatore, ma funziona.

Chi si è convinto a installare una ventilazione meccanica controllata decentralizzata è così pieno di aspettative che è anche convinto di aver installato un ottimo deumidificatore.

ventilazione-meccanica-controllata-recupero-del-calore

Non è esattamente così.

A tutti gli effetti, la VMC, in funzionamento continuo nella stagione fredda, quella in cui per forza di cose tendiamo a rimanere chiusi in casa, offre non solo aria fresca (temperata) in modo continuativo e silenzioso nonostante le finestre chiuse,  piano piano abbassa anche l’umidità interna.

Ed infatti nei giorni più freddi la condensa che si forma viene espulsa dal ventilatore dell’aria in uscita!

Ma allora è un deumidificatore! oppure no?

Teniamo presente che d’inverno con -5 °C e umidità relativa 80% ci sono solo 2grammi di acqua in 1kg d’aria (d’estate già con 25 °C e umidità relativa 70% ci sono ben 14grammi d’acqua in 1kg d’aria).

Nella stagione fredda l’aria esterna contiene (a parte alcune coincidenze meteo) comunque molta meno umidità dell’aria ambiente (essendo quella esterna più fredda).

L’aria interna (calda) subisce anche l’extra apporto di umidità dovuto alla presenza di più persone contemporaneamente aumentando vistosamente il tasso di umidità.

Ecco spiegata la magia: il ricambio continuo fa entrare nell’ambiente l’aria “relativamente secca” esterna e ce la offre pre-riscaldata grazie allo scambiatore di calore!

Riassumendo,

nel periodo di funzionamento dell’impianto di riscaldamento, la VMC garantisce un continuo ricambio dell’aria e di conseguenza garantisce una sensibile riduzione dell’umidità.

Installiamola con fiducia, saremo ricompensati: in fondo si tratta di aria! l’unica cosa di cui veramente non possiamo fare a meno!

E ricordiamo di monitorare l’umidità e la temperatura interna per migliorare le nostre abitudini: acquistate almeno un termoigrometro e controllatelo spesso!

In caso di necessità affidatevi ad un buon deumidificatore , possibilmente professionale:

Un deumidificatore professionale come quello indicato qui sopra costa un pizzico di più delle solite macchine in offerta sottocosto, ma il risultato è tutta un’altra cosa e anche se non lo si userà tutto l’anno, quando serve funziona egregiamente.

Non vi serve un deumidificatore  così potente?


lettura senza banner pubblicitari grazie alla generosità dei lettori – dona anche Tu!

+ involucro - impianti copyright

federico_sampaoli_espertocasaclimacom  ipha_member   articolo ideato, scritto e diretto da Federico Sampaoli, impegnato a favore delle persone, del comfort e dell’open information, titolare e caporedattore di espertocasaclima.com – blog di formazione e comunicazione online dal 2009.

Se vuoi conoscere il mio profilo LinkedIn

Entra anche Tu nella lista dei sostenitori del Blog espertoCasaClima :


Visita il profilo di federico su Pinterest.

8 pensieri su “La VMC non è un deumidificatore, ma funziona.

  1. Federico Sampaoli Autore articolo

    solitamente, a seconda della disposizione dei locali e dell’uso dei locali si può progettare di installare alcune macchine di vmc decentralizzate che con una breve canalizzazione siano in grado di servire un secondo locale e riuscire a generare un flusso d’aria perfetto per il ricambio migliore possibile.
    il 75% di umidità interna è pericoloso. il piano terra, pur risultando maggiormente confortevole d’estate per una temperatura più bassa rispetto al piano superiore, è anche a rischio condensa per l’aria calda estiva che può entrare con l’arieggiare.
    nell’immediato è intelligente asciugare con un deumidificatore per fermare la proliferazione della muffa.
    i mobili potrebbero essere salvati con il vaporizzare acqua ossigenata e asportando i segni della muffa con carta usa e getta.
    consiglio di aumentare la distanza dal muro per permettere un clima più “arieggiato”.
    certo è che il tempo stringe e intervenire immediatamente è molto consigliabile.

  2. Cristina

    Premessa: da 2 anni viviamo nella nostra casa isolata con 12 cm di lana di roccia, finestre pvc isolanti e senza cassonetti per le taparelle e con solo 3 buchi – 1 per l’aerazione in cucina, 1 per l’aria per la stufa e 1 per la cappa.
    Poco tempo fa ho scoperto che dietro a tutti i mobili del piano terro c’e’ la muffa (sui muri no), e’ venuta anche dentro ai mobiletti bassi della cucina, al primo piano invece dove ci sono le camere e ci stiamo poco ho trovato un po’ di muffa negli armadi, sui vestiti. Pensavamo di arieggiare a sufficienza ma ovviamente non e’ cosi.
    Leggendo alcuni suoi articoli si evince che una vmc puo’ aiutare molto. L’umidita’ in casa e’ quasi sempre al 75% e siamo solo in 2 persone. Ha senso prevedere gia’ anche un deumidificatore oppure puo’ bastare una vmc (vale la pena mettere 2-3 piccole o ha senso fare un impianto centralizzato)? Il volume della casa e’ circa 490 m3. Ringrazio anticipatamente.

  3. Federico Sampaoli Autore articolo

    è una magia!

    a parte gli scherzi. dobbiamo prima ben capire cosa significhi livello di umidità e temperatura dell’aria.

    a me, per farmelo capire in fretta, è stato raccontato così:
    un bicchiere di acqua calda fumante riesce a farsi carico di molti cucchiaini di zucchero che si dissolvono nel bicchiere, al contrario, un solo cucchiaino di zucchero in acqua fredda si deposita ben visibile sul fondo.

    anche l’aria calda può contenere tanti grammi di acqua sotto forma di vapore, al contrario, l’aria fredda può contenere pochissimo vapore:

    come ho scritto nell’articolo:
    d’inverno con -5 °C e umidità relativa 80% ci sono solo 2grammi di acqua in 1kg d’aria (d’estate con 25 °C e umidità relativa 70% ci sono ben 14grammi d’acqua in 1kg d’aria).

    Nella stagione fredda l’aria esterna contiene (a parte alcune coincidenze meteo) comunque molta meno umidità dell’aria calda in ambiente (essendo quella esterna più fredda).

    Il ricambio continuo fa entrare di continuo nell’ambiente interno l’aria “relativamente secca” esterna e ce la offre pre-riscaldata grazie allo scambiatore di calore! ad un tasso di umidità molto più basso!

  4. vincenzo

    Vivo in provincia di Foggia. Ho trovato i valori medi relativi a Temperatura minima – Temperatura massima – Precipitazioni – Umidità relativa – degli ultimi 30 anni (basate sui dati della stazione di Foggia-Amendola) che elenco di seguito:
    Gennaio 3 °C 12 °C 42 mm 80 %
    Febbraio 3 °C 13 °C 41 mm 77 %
    Marzo 5 °C 15 °C 43 mm 74 %
    Aprile 7 °C 19 °C 36 mm 71 %
    Maggio 11 °C 24 °C 37 mm 69 %
    Giugno 15 °C 28 °C 36 mm 65 %
    Luglio 18 °C 32 °C 26 mm 61 %
    Agosto 18 °C 31 °C 27 mm 64 %
    Settembre 15 °C 28 °C 46 mm 68 %
    Ottobre 11 °C 22 °C 53 mm 74 %
    Novembre 7 °C 17 °C 53 mm 79 %
    Dicembre 4 °C 13 °C 57 mm 81 %
    Mi domando come sia possibile che, con valori di umidità così elevati (tra ottobre ed aprile siamo sopra il 70%), una VMC possa abbassare l’umidità interna.

  5. carmine

    conosci qualche marca di VMC che possa anche effettuare la deumidificazione dell’aria in estate ? ossia che abbia una sezione di post-raffreddamento adatta allo scopo ?

  6. Federico Sampaoli Autore articolo

    Non ho trovato il prezzo, nè che filtri ci sono. % recupero del calore nemmeno anche se poco importa per qualche minuto di funzionamento.
    Un foro solo: facile!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.