Vai al contenuto

Lo Stato paghi gli aumenti delle bollette

L’efficienza energetica di una casa NON significa solo contenere le dispersioni termiche con l’isolamento, significa anche avere bassi consumi elettrici con elettrodomestici e illuminazione molto efficienti. Per avere avere bassi consumi elettrici non siamo costretti a pratiche edilizie, incarichi ai professionisti e apertura di un cantiere, è sufficiente usare la testa 🙂

Vuoi guardare l’articolo? vai al VIDEO

Sei abile a risparmiare energia per abbassare le tue bollette o sei un piagnucolone che vuol essere aiutato?

I vecchi dicevano “aiutati che Dio ti aiuta“. I primi a dover agire per risolvere un nostro problema siamo noi stessi…

Ma ti stai veramente aiutando? o sei tra quelli che preferiscono aderire alla petizione “Lo Stato paghi gli aumenti delle bollette”?

mini fotovoltaico autoconsumo - Lo Stato paghi gli aumenti delle bollette 1
Lo so che i prezzi di luce e gas hanno raggiunto livelli mai visti e che famiglie e imprese stanno ricevendo bollette salate, l’Arera ha stimato che ogni famiglia spenderà oltre 1.000 € in più per le utenze domestiche, e Confartigianato dice che moltissime piccole imprese rischiano di chiudere.

Vi ricordo che già dal 1° gennaio 2021 l’Arera aveva introdotto i bonus sociali elettrico, gas e acqua per disagio economico (sono riconosciuti automaticamente ai cittadini/nuclei familiari che ne hanno diritto).

invece che lamentarti del caro-bollette

Ma tu, cos’hai fatto fin’adesso contro il caro-bollette? Hai solo aspettato che lo Stato si facesse carico degli aumenti su luce e gas? Vuoi proprio vedere il debito pubblico salire ancora più in alto?

I prezzi dell’energia alle stelle sono il momento migliore per reagire e diventare più efficienti. Che ne dici di smetterla con i lacrimoni e darti da fare?

Ora non ti sto dicendo che devi aprire una pratica edilizia e progettare l’isolamento di tutta la casa. Ho capito che non te lo puoi permettere e non lo farai mai, e di questo aspetto ne parleremo dopo. Ti sto dicendo che ci sono comunque delle cose intelligenti che potresti fare invece che lamentarti delle tue bollette. Sia per la bolletta della luce che per la bolletta del gas:

e ripeto: sono proprio i  prezzi dell’energia alle stelle che finalmente ci possono regalare tante soddisfazioni per ogni intervento in casa che facciamo 🙂 Se prima sostituire un elettrodomestico o una lampadina con qualcosa che avesse un’etichetta energetica migliore non ci faceva diventare ricchi, adesso stare fermi ci fa diventare poveri.

mini fotovoltaico autoconsumo - Lo Stato paghi gli aumenti delle bollette 3

In Germania si dice

“Wer den Pfennig nicht ehrt,
ist des Talers nicht wert”

cioè “Chi non onora il centesimo non dà valore al tallero”. La grossa moneta d’argento usata per circa 4 secoli.


Se vuoi dare un'occhiata a questo Annuncio, ma anche proseguire la lettura dell’articolo senza perdere il filo e dover ritornare attraverso il bottone indietro < del tuo browser, ricorda di cliccare sul link tenendo premuto Control (per Chrome e Firefox) oppure Command (per Safari)


per la bolletta della luce

La riduzione dei consumi elettrici inizia sempre con la registrazione in un foglio excel, anche un bel foglio a quadretti se ti spaventa il foglio di calcolo, dei consumi in wattora (Wh) di tutti gli elettrodomestici: questo ti serve a fare buona chiarezza a breve e lungo termine valutando la sostituzione di ogni elettrodomestico inutilmente energivoro.

No non ti sto raccontando che la lucina di standby rossa consuma tantissimo. Quello te lo hanno già detto, e sai già che non ti fa né ricco né povero.

Partiamo dalla cosa più stupida, più semplice e sottovalutata:

una lampadina

Una vecchia lampadina non sostituita, con i prezzi del kWh attuale può impoverirti. 

mini fotovoltaico autoconsumo - Lo Stato paghi gli aumenti delle bollette 5

Una vecchia lampadina ad incandescenza da 60Watt consuma ben 60Wh per ogni ora di funzionamento. Ipotizziamo che in estate resti accesa solo un paio d’ore, ma d’inverno anche oltre 6 ore, quindi 

  • 4 ore di funzionamento quotidiano di media grossolana
  • per 360 giorni all’anno
  • indicano un consumo quotidiano di 240 Wh
  • che corrispondono a 86 kWh all’anno
  • con un prezzo del kWh a 40 centesimi
  • abbiamo un costo in bolletta di 10 centesimi al giorno
  • che corrispondono a 35 € all’anno
  • e a ben 415 € in 12 anni

Una equivalente lampadina a LED da 7Watt costerebbe solo

  • 1 centesimo al giorno
  • e soli 4 € all’anno

“Sì ma la sostituzione ha un costo…” no! non è un costo, è un guadagno. Le puoi trovare anche su Amazon per meno di 3€, quindi non hai scuse per iniziare a dare un taglio alla tua bolletta!

e non solo:

Una vecchia lampadina ad incandescenza da 60Watt non solo fa male al tuo portafogli, fa male anche al pianeta che lascerai presto o tardi ai tuoi figli perchè qualche governante dovrà prendere delle decisioni impopolari per saziare la fame di energia dei suoi sudditi piagnucoloni, magari piantandoti una pala eolica davanti alla casa o peggio una centrale nucleare dietro casa. Eh sì caro mio, il mondo gira al contrario: non stiamo ragionando su quanta energia effettivamente ci servirebbe se fossimo efficienti, stiamo solo saziando le bocche insaziabili di nuova energia da bruciare inutilmente producendola in qualsiasi modo. Anche con il carbone (mentre vietiamo di accendere la stufa 😉 )

Per farti capire questa follia ti faccio un esempio: se in ogni cucina di ogni famiglia italiana  è accesa una lampadina da 100Watt, il tuo Paese senza pianificazione energetica provvederà ad importare tanta energia quanta ne serve. Ma capisci anche tu che è inutile bruciare 100 Watt per cenare solo perchè la lampadina è vecchia ed è ad incandescenza. Eppure il mondo gira così: alla rovescia 😐

mini fotovoltaico autoconsumo - Lo Stato paghi gli aumenti delle bollette 7

Lo stesso discorso vale per i cosiddetti “faretti” che nelle case di qualche annetto fa hanno spopolato nei ribassamenti in cartongesso. Ebbene, un faretto dicroica da incasso, se è vecchio, è da minimo 25 Watt, ma spesso da 35 W o peggio 50 W…

mini fotovoltaico autoconsumo - Lo Stato paghi gli aumenti delle bollette 9

E’ solo pigrizia non sostituire tutti i faretti in casa con nuovi faretti LED che consumano da 3 a 6 Watt, anche questi puoi prenderli su Amazon per meno di 3€, quindi NON andare in piazza a bruciare la tua ultima Bolletta ma prendi la scala e sostituisci tutti quei maledetti faretti!

limitare i propri consumi

Da questi dati possiamo renderci subito conto che se un tempo era inutile fare attenzione al consumo elettrico, oggi, che il valore dell’energia è alle stelle, diventa molto interessante intervenire per limitare i propri consumi.


Se vuoi dare un'occhiata a questo Annuncio, ma anche proseguire la lettura dell’articolo senza perdere il filo e dover ritornare attraverso il bottone indietro < del tuo browser, ricorda di cliccare sul link tenendo premuto Control (per Chrome e Firefox) oppure Command (per Safari)


Se una volta era un segno di moderazione e rispetto per le cose continuare ad utilizzare un vecchio elettrodomestico, oggi è diventato stupido tenere duro e procrastinare all’infinito la sua sostituzione

Eppure quasi tutte le persone spaventate dagli importi della bolletta reagiscono sempre in 3 modi:

  • cambiando il fornitore di energia passando al mercato libero (che è senza dubbio una cosa da fare se siete ancora con nel mercato tutelato dove non sei per nulla tutelato dall’autorità dell’energia)
  • lamentandosi con amici e parenti della bolletta, alcuni anche in piazza
  • valutando l’installazione di un impianto Fotovoltaico

Se stai valutando l’installazione di un impianto Fotovoltaico, informati bene, ma soprattutto dimensionalo bene, io ho fatto un ragionamento che ho descritto nell’articolo: Dimensionamento impianto Fotovoltaico per casa mia

Vedi cantieri che costruiscono case in classe A? davanti alle tue finestre stanno efficientando un condominio NZEB? e tu? Non vuoi andare sulla luna? fin che stai sul divano non arriverai mai sulla luna, inizia ad uscire, vai in giardino! prendi la scala, e iniziandomelo a sostituire le lampadine che utilizzi più ore al giorno! Non tutte, non serve che spendi 3€ per la lampadina in cantina dove di sera non scenderai mai.

Insomma, fai qualcosa!

  • registra in un foglio excel i consumi in wattora (Wh) di tutti gli assorbimenti in casa
  • confrontali con gli assorbimenti più bassi di un elettrodomestico o lampadina nuova
  • fai una proiezione del costo a 10 -12 anni per renderti meglio conto dell’enorme risparmio in vista! per alcune cose, scoprirai che il costo del nuovo è stato completamente restituito dalla bolletta più bassa 🙂 🙂 🙂 per altre cose scoprirai che nell’arco temporale del decennio il risparmio in bolletta sarà esattamente il prezzo d’acquisto del nuovo 🙂 🙂 per altre ancora il consumo più basso non ripagherà completamente la sostituzione, però avrai goduto l’utilizzo di un elettrodomestico migliore, forse più piacevole nell’utilizzo o nell’estetica o solo più silenzioso.

per la bolletta del gas

Anche qui, fatti furbo!

  1. gestisci bene la tua caldaia, modera la temperatura di mandata e piuttosto aumenta le ore di accensione evitando tanti on-off 😉
  2. evita l’abitudine di usare il miscelatore in posizione mediana, deciditi: ti serve acqua fredda o ti serve acqua calda? non usarne un po’ e un po’ 😉
  3. abbassa la temperatura di mandata dell’acqua calda alla temperatura più bassa possibile per fare una doccia: è inutile miscelare la costosa acqua calda con l’acqua fredda 😉
  4. fai entrare in casa più sole possibile
  5. fai ventilazione con la tecnica della corrente d’aria per pochi minuti senza lasciare tanto tempo le finestre aperte

e poi puoi adottare altri mille trucchetti per moderare il riscaldamento senza stare in casa a battere i denti:

– staccare tutti i mobili dai muri freddi
– spalancare le tende interne
– avvolgere le zanzariere
– pulire spesso i vetri
– eliminare le mezze ombre di persiane e avvolgibili non bene posizionati
– fare le lavatrici solo in giornate terse e magari ventilate
– stendere asciugamani e accappatoi ad asciugare non in bagno ma fuori
– lavare i pavimenti solo in giornate terse e magari ventilate
– scongelare cibi del friser nel frigo
– scolare la pasta come con gli gnocchi, senza gettare via l’acqua calda
– cuocere solo con coperchio chiuso

 
Sì, perché se tante famiglie e imprese sono in ginocchio non è colpa di Eni o di Draghi o della Meloni. Ed è inutile aspettare l’aiuto statale, non c’è tempo da perdere.

Non sappiamo nemmeno se l’Italia sia al riparo dal rischio di rimanere senza gas in inverno e voi pensate che il governo possa alleggerire i cittadini dal peso delle bollette?

Aggiungiamoci la tendenza dei carburanti ad un eventuale rialzo e l’emergenza è servita 🙂

Ma anche qui, se il buon Dio ci ha dato le gambe… è possibile che dobbiamo fare tutto in auto? Io la uso solo se ci sono costretto, faccina con aureola 😉


"Poco più in basso puoi lasciare un commento" - non devi registrarti e il tuo indirizzo email non sarà mai pubblicato, approfittane!  e iscriviti al blog tramite email per ricevere la notifica di nuovi post: vai sulla colonna di destra e cerca ISCRIVITI al Blog


copywriter, content creator & web editor - Federico Sampaoli  



Ricorda che acquistando da QUI il prezzo per te non aumenterà, ma Amazon riconoscerà una piccola cifra a sostegno di espertocasaclima.com che può rimanere pulito da fastidiose pubblicità per una lettura tranquilla:



Vuoi cercare tra le RISPOSTE ai commenti di altri lettori? usa la finestra Google qui sotto, e prima della parola che cerchi, digita espertoCasaClima:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2 commenti su “Lo Stato paghi gli aumenti delle bollette”

  1. Concordo quasi su tutto, ma basta con il nuovo diktat che lo si fa per il pianeta.


  2. Se vuoi dare un'occhiata a questo Annuncio, ma anche proseguire la lettura dell’articolo senza perdere il filo e dover ritornare attraverso il bottone indietro < del tuo browser, ricorda di cliccare sul link tenendo premuto Control (per Chrome e Firefox) oppure Command (per Safari)



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: