Vai al contenuto

esperto casaclima facile part #10 mini Fotovoltaico per abbassare la bolletta della luce spendendo meno di 1.000€

Come promesso nello scorso articolo, entro nel tema del fotovoltaico che occupa da un po’ di settimane molto del mio tempo libero. Ci entro in punta di piedi perchè sono tutt’altro che esperto. Si tratta di una ricerca! la ricerca dell’ energia di libertà.

Presto arriverà a casa mia: un mini impianto Fotovoltaico  senza immissione di energia in rete. Punto tutto sull’autoconsumo 😉

Senza perdere altro tempo, cominciamo da zero:

Avevo già anticipato che non avrei installato un impianto da 3 4,5 o 6 kWp.

mini fotovoltaico autoconsumo - esperto casaclima facile part #10 mini Fotovoltaico per abbassare la bolletta della luce spendendo meno di 1.000€ 1

Per un semplice motivo, un motivo di salute 🙁 soffro di una tremenda allergia verso:

  • una nuova installazione sul manto di copertura appena bello e finito
  • una nuova linea di impianti elettrici passanti dal tetto al piano terra
  • una Presentazione del Modello Unico al mio gestore di rete
  • una richiesta al GSE di adesione allo Scambio sul Posto al GSE tramite il portale
  • la stipula di un contratto di Scambio sul Posto che mi permetterebbe di immettere nella rete elettrica l’energia prodotta ma non consumata

mini fotovoltaico autoconsumo - esperto casaclima facile part #10 mini Fotovoltaico per abbassare la bolletta della luce spendendo meno di 1.000€ 3

  • la richiesta al GSE sul portale ogni santo anno entro il 31 gennaio della liquidazione delle eccedenze (la differenza tra energia immessa in rete ed energia prelevata da gennaio a dicembre). Ho sentito in giro, ma io non ci credo 😉 che il GSE non sempre eroga la cifra spettante in modo corretto 🙁
  • i “facili” 4 passi per procedere alla ricezione del pagamento, che anche un bimbo è capace di fare 😉

mini fotovoltaico autoconsumo - esperto casaclima facile part #10 mini Fotovoltaico per abbassare la bolletta della luce spendendo meno di 1.000€ 5

  • le pratiche necessarie per la formalizzazione della cessione del credito (notare anche una cosa: se io Cliente beneficio del valore dell’incentivo fiscale 🙂 perchè lo cedo in unica soluzione al Fornitore e sostengo solo le spese della quota non incentivabile (35% o 50%) significa che tutto il prezzo è gonfiato ad hoc per comprendere il “costo della cessione all’istituto bancario”… Se lo Stato siamo noi, ci stiamo auto inchippettando 🙁
  • la stipula di una nuova Assicurazione All Risks sull’impianto per 10 anni (inclusa nel prezzo, cioè già pagata nel prezzo gonfiato 😉 )
  • la stipula di un contratto per manutenzione ordinaria per tutta la vita dell’impianto

la vita è troppo breve per scalare montagne di scartoffie:

In pratica, saltando fuori da questa giostra infernale, RINUNCIO a priori, per motivi di salute,

  1. al rimborso parziale di circa 0,11€/kWh promesso dal GSE per l’energia prelevata dalla rete ma che io ho prodotto e non consumato istantaneamente durante l’anno
  2. e ai 0,03 €/kWh per tutta l’energia eccedente immessa in rete e non prelevata né consumata istantaneamente.

mini fotovoltaico autoconsumo - esperto casaclima facile part #10 mini Fotovoltaico per abbassare la bolletta della luce spendendo meno di 1.000€ 7


Ma allora cosa ho in testa? quale è il mio progetto di FV?

Non sono ingegnere progettista di impianti, quindi devo farmi bastare la logica e usarla molto bene:

  • se il risparmio proveniente dal FV è direttamente proporzionale a quanta energia riesco a consumare istantaneamente, proprio mentre il mio impianto FV la sta producendo, allora scelgo il massimo risparmio!

mini fotovoltaico autoconsumo - esperto casaclima facile part #10 mini Fotovoltaico per abbassare la bolletta della luce spendendo meno di 1.000€ 9

l’autoconsumo dell’energia auto prodotta

Ripeto per chiarezza:

  • l’autoconsumo dell’energia auto prodotta è il fattore di maggior risparmio nel Fotovoltaico 😉

L’autoconsumo sul posto 🙂 e NON lo scambio sul posto 🙁 aumenta in maniera considerevole il risparmio economico 😉

mini fotovoltaico autoconsumo - esperto casaclima facile part #10 mini Fotovoltaico per abbassare la bolletta della luce spendendo meno di 1.000€ 11


Se vuoi dare un'occhiata a questo Annuncio, ma anche proseguire la lettura dell’articolo senza perdere il filo e dover ritornare attraverso il bottone indietro < del tuo browser, ricorda di cliccare sul link tenendo premuto Control (per Chrome e Firefox) oppure Command (per Safari)


Ma qual’è quel consumo di cui sono certo che succeda nel momento stesso della produzione del FV tutti i santi giorni? Proprio tutto quello che in casa funziona sempre e regolarmente!

Se uso l’energia auto-prodotta (elettricità in autoconsumo)

  • non solo sto usando energia green, pulita e a km zero, comportandomi bene con il pianeta che mi ospita,
  • non subisco i costi di imposte e servizi che avrei pagato in bolletta: infatti se consumo un Kwh di energia elettrica della rete pagherò l’energia + gli oneri generali di sistema + i servizi di rete + imposte + accise + addizionali.

STOP a oneri generali di sistema + servizi di rete + imposte + accise + addizionali

mini fotovoltaico autoconsumo - esperto casaclima facile part #10 mini Fotovoltaico per abbassare la bolletta della luce spendendo meno di 1.000€ 13

I miei consumi nelle 24 ore (2630 kWh  all’anno) sono in media questi, siamo in quattro 😉 :

  • 5 kWh al giorno nei 5 mesi estivi
  • 8 kWh al giorno nei 7 mesi invernali

consumi effettivi fascia oraria F1

mini fotovoltaico autoconsumo - esperto casaclima facile part #10 mini Fotovoltaico per abbassare la bolletta della luce spendendo meno di 1.000€ 15

è proprio il consumo diurno che va analizzato per bene 😉 quindi attraverso le letture mese per mese della fascia oraria F1 possiamo avvicinarci un po’ di più alla realtà:

mini fotovoltaico autoconsumo - esperto casaclima facile part #10 mini Fotovoltaico per abbassare la bolletta della luce spendendo meno di 1.000€ 17

i miei consumi totali diurni sono in media:

  • 3 kWh abbondanti al giorno nei 5 mesi estivi
  • 4 kWh abbondanti al giorno nei 7 mesi invernali (si può notare che nei 2 mesi gennaio febbraio 2022, i più energivori, siamo stati bravi 🙂 mantenendo una media di soli 3,5 kWh diurni (circa 320W ogni ora)

la media di 3,5 kWh diurni (circa 320W ogni ora)

Non vi fa pensare a qualcosa questo dato importantissimo?

Mi sto convincendo che sia inutile produrre 3 4,5 o 6 kW sul tetto per consumarne circa 300W.  mi sbaglio?

la “BASE” del consumo quotidiano diurno

Ovviamente questo assorbimento quotidiano di energia (320Wh ogni ora) è sporcato da tutti i picchi di alcuni elettrodomestici che non fanno parte della “BASE” del consumo quotidiano diurno (pensate al minuto con l’asciugacapelli acceso, ai 90 secondi della piastra ad induzione per fare il caffè, alla torta nel forno elettrico oppure al ciclo della lavastoviglie).

Possiamo affermare che questo consumo quotidiano diurno in realtà  sarà inferiore ai 320Wh, ad esempio

  • il ciclo di 40 minuti scarsi della lavastoviglie con programma 45°C consuma solo lui ben 900Watt
  • il forno per 40 minuti a 180°C consuma solo lui ben 1.000Watt

ma né il forno e né la lavastoviglie funzionano ogni santo giorno, e allora aggiungiamo le piastre a induzione per il pranzo e il caffè perchè si pranza ogni santo giorno…

mini fotovoltaico autoconsumo - esperto casaclima facile part #10 mini Fotovoltaico per abbassare la bolletta della luce spendendo meno di 1.000€ 19

consumo quotidiano diurno reale

Difficile stabilire esattamente il consumo quotidiano diurno ma abbiamo la certezza che sia inferiore ai 320Wh 😉


Se vuoi dare un'occhiata a questo Annuncio, ma anche proseguire la lettura dell’articolo senza perdere il filo e dover ritornare attraverso il bottone indietro < del tuo browser, ricorda di cliccare sul link tenendo premuto Control (per Chrome e Firefox) oppure Command (per Safari)


Chi è ancora più pignolo di me avrà già fatto

  • una lista di apparecchiature sempre accese
  • e una ricerca degli assorbimenti in Watt

cosa che farò nei prossimi giorni per ottenere finalmente il consumo quotidiano diurno reale & certo!

mini fotovoltaico autoconsumo - esperto casaclima facile part #10 mini Fotovoltaico per abbassare la bolletta della luce spendendo meno di 1.000€ 21

 

l’idea di 1 solo modulo FV Plug&Play

Dopo mille ragionamenti sono giunto alla conclusione di installare sulla pergola in giardino un Mini Fotovoltaico: partito con l’idea di 1 solo modulo, con il trascorrere delle settimane di letture e video mi sono auto convinto di installare ben 2 moduli. Sì sì lo ammetto 🙂 mi son lasciato prendere la mano! Più che altro perchè la soluzione che sto considerando comprende un inverter “buono” che mi permetterà in futuro l’espansione del FV fino a 4 moduli, e per la Tesla ci vorrà questo aiutino 😉

mini fotovoltaico autoconsumo - esperto casaclima facile part #10 mini Fotovoltaico per abbassare la bolletta della luce spendendo meno di 1.000€ 23

autoconsumo fino all’ultimo Watt 😉

Il sogno sarebbe pareggiare il consumo in Wattora di ogni apparecchio che è sicuramente acceso mentre splende il sole (la potenza in Watt la trovo sull’etichetta e va moltiplicata per le ore di utilizzo):

  • frigo
  • computer
  • router
  • vari stand by
  • circolatori della caldaia
  • macchine VMC (ventilazione meccanica controllata)
  • ecc ecc

mini fotovoltaico autoconsumo - esperto casaclima facile part #10 mini Fotovoltaico per abbassare la bolletta della luce spendendo meno di 1.000€ 21

Ma non mi interessa se non coprirò il mio consumo standard quotidiano al 100% (e d’inverno sarà così certamente), l’importante è che io riesca a produrre energia pulita al 100% e auto consumarla fino all’ultimo Watt 😉

Mi riterrò soddisfatto e con la coscienza in ordine.

scoprire l’energia prodotta

Sarebbe un po’ stupido fare tutto il lavoro per poi scoprire la produzione del fotovoltaico con un monitoraggio mensile…

Quindi ho fatto già una simulazione esatta dell’energia che produce questo mini fotovoltaico in base a

  • irraggiamento locale
  • inclinazione del modulo fotovoltaico (Slope angle [x°])
  • orientamento del modulo fotovoltaico (Azimuth angle [+-x°])

mini fotovoltaico autoconsumo - esperto casaclima facile part #10 mini Fotovoltaico per abbassare la bolletta della luce spendendo meno di 1.000€ 27

Ho fatto una simulazione dell’energia che riesco a produrre con un modulo da 345 Wp (entrambi i moduli avranno lo stesso angolo di Azimuth ma inclinazione leggermente diversa perchè la pergola descrive un arco).


Se vuoi dare un'occhiata a questo Annuncio, ma anche proseguire la lettura dell’articolo senza perdere il filo e dover ritornare attraverso il bottone indietro < del tuo browser, ricorda di cliccare sul link tenendo premuto Control (per Chrome e Firefox) oppure Command (per Safari)


Parleremo di tutti questi aspetti nel prossimo articolo dove con il foglio excel che sto compilando posso darvi un’idea completa di:

  • kWh prodotti nei vari mesi
  • ore sole nei vari mesi
  • energia in Wh/ora producibile
  • ore ombra
  • ore sole reali
  • energia in kWh prodotta giornalmente in base alle ore sole reali

Cercherò di essere più trasparente e chiaro possibile, promesso 😉


Promessa che certamente non tutti mantengono:

una storia di mancata trasparenza 🙁

Se avete ancora un pizzico di pazienza vi racconto un aneddoto, a fine moralistico più che storiografico: una storia di mancata trasparenza per confondere il popolino – tanto il popolino non deve capirci nulla 😉

Sapete tutti che ARERA, l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, definisce e aggiorna le condizioni economiche per i clienti del Servizio di maggior tutela (ad esempio al 1° gennaio 2022 riporta un prezzo di riferimento dell’energia elettrica di 0,4603 € per kilowattora, tasse incluse).

Voglio farvi notare una cosa buffa della mia bolletta della luce:

  • bolletta della luce inizio 2021, dettaglio importi:

mini fotovoltaico autoconsumo - esperto casaclima facile part #10 mini Fotovoltaico per abbassare la bolletta della luce spendendo meno di 1.000€ 29

  • bolletta della luce inizio 2021, altre informazioni di pagina 3 (c’è una voce utile 🙂 per chi non vuole spulciare la bolletta da cima a fondo: COSTO MEDIO):

mini fotovoltaico autoconsumo - esperto casaclima facile part #10 mini Fotovoltaico per abbassare la bolletta della luce spendendo meno di 1.000€ 31

  • bolletta della luce inizio 2022, dettaglio importi:

mini fotovoltaico autoconsumo - esperto casaclima facile part #10 mini Fotovoltaico per abbassare la bolletta della luce spendendo meno di 1.000€ 33

  • bolletta della luce inizio 2022, altre informazioni di pagina 3 (è SPARITA 🙁 🙁 🙁 una voce utile per chi non vuole spulciare la bolletta da cima a fondo: COSTO MEDIO):

mini fotovoltaico autoconsumo - esperto casaclima facile part #10 mini Fotovoltaico per abbassare la bolletta della luce spendendo meno di 1.000€ 35

Ma capite cosa è successo? Il costo energia è schizzato alle stelle! e questi pagliacci CANCELLANO la voce COSTO MEDIO. Così, sparito dai RADAR 🙁 ! bè in effetti l’Italiota è avvezzo a queste modalità: Ustica? Cos’è successo a Ustica? Bel mare 😉

Insomma che delusione 🙁 dopo decenni di bollette pagate puntualmente, questo è il SERVIZIETTO riservato alla Nazione 🙂

mini fotovoltaico autoconsumo - esperto casaclima facile part #10 mini Fotovoltaico per abbassare la bolletta della luce spendendo meno di 1.000€ 37

Servizio Elettrico Nazionale, il Servizio di MINOR Tutela più che mai 😉


Se vuoi dare un'occhiata a questo Annuncio, ma anche proseguire la lettura dell’articolo senza perdere il filo e dover ritornare attraverso il bottone indietro < del tuo browser, ricorda di cliccare sul link tenendo premuto Control (per Chrome e Firefox) oppure Command (per Safari)


mini fotovoltaico autoconsumo - esperto casaclima facile part #10 mini Fotovoltaico per abbassare la bolletta della luce spendendo meno di 1.000€ 39


ho letto che:

Ho letto che un impianto fotovoltaico domestico permette un risparmio in media di 1500 € all’anno in bolletta. Lo direbbe un nuovo studio sul mercato fotovoltaico domestico italiano (5 kWp in media) realizzato da una società norvegese (così per caso questa società installa pannelli solari sui tetti). Questo studio afferma che i pannelli solari sul tetto di casa consentono di raggiungere un autoconsumo di energia elettrica del 35-40%. Lo studio, oltre al risparmio annuale in bolletta, parla di benefici economici in 10 anni superiore a 15.000 € con delle differenze in base alle aree geografiche.

FERMI TUTTI: io investo nel FV 5.000€ e dopo 10 anni mi trovo con 15.000 € in tasca? oltre al risparmio annuale in bolletta? e sul tetto ho l’impianto che dura altri 20anni?

Chiedo ai lettori se hanno esperienze simili post installazione del loro FV. Lasciate un commento 😉


"Poco più in basso puoi lasciare un commento" - non devi registrarti e il tuo indirizzo email non sarà mai pubblicato, approfittane!  e iscriviti al blog tramite email per ricevere la notifica di nuovi post: vai sulla colonna di destra e cerca ISCRIVITI al Blog


copywriter, content creator & web editor - Federico Sampaoli  



Ricorda che acquistando da QUI il prezzo per te non aumenterà, ma Amazon riconoscerà una piccola cifra a sostegno di espertocasaclima.com che può rimanere pulito da fastidiose pubblicità per una lettura tranquilla:



Vuoi cercare tra le RISPOSTE ai commenti di altri lettori? usa la finestra Google qui sotto, e prima della parola che cerchi, digita espertoCasaClima:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

11 commenti su “esperto casaclima facile part #10 mini Fotovoltaico per abbassare la bolletta della luce spendendo meno di 1.000€”

  1. @FEDERICO SAMPAOLI
    28 Marzo 2022 a 21:39

    Io ho un vicino che sarebbe interessato a tale comunanza di gestione.
    Ho proposto una soluzione simile ad un tecnico specializzato e si e’ dileguato, chissa’ la ragione: forse e’ ubriaco del credito d’imposta nel suo cassetto fiscale oppure forse non e’ una soluzione “copia&incolla” tipica del modo di lavorare degli artigiani oggigiorno. Eppure artigiano deriva etimologicamente da ars . . .

    Io

  2. @ antonio

    sono ai primi passi nel cammino verso la libertà,
    ma ho capito che con un sensore di potenza amperometrico si impedisce l’immissione di corrente nella rete pubblica e quindi il sistema è sostanzialmente “a isola off-grid”

  3. Tutto interessante ma come funzione la gestione dell’elettricità autoprodotta? va in una batteria di accumulo? Perchè io so che ci sono multe salatissime per chi installa e collega alla rete impianti fotovoltaici non dichiarati al GSE….

  4. Noto che molti misuratori/ monitor energia wifi, richiedono invio dati personali o registrazione per visualizzare dati produzione pannello ecc… Tramite app.
    Non esiste un app o prodotto che non richieda tali invasioni privacy? Ecco uno spunto per una successiva puntata ,?

  5. @ mauro

    forse non sappiamo lavare i panni sporchi in pubblico e condividere molto di più.

    “La mia indipendenza, che è la mia forza, implica la solitudine, che è la mia debolezza.”
    Pier Paolo Pasolini

  6. @Federico Sampaoli
    Tecnicamente esistono le comunità energetiche… Sembrerebbe anche semplice.

  7. @ davide

    parleremo presto di
    modulo fotovoltaico (345Wp),
    di inverter,
    di sensore per evitare l’immissione di energia in rete,
    di magnetotermico
    e tutto quel che serve all’installazione SENZA pratiche e-distribuzione 😉

    ma al momento il fornitore è in super affanno 😐 quindi un attimo di suspence e poi alziamo il sipario 🙂

  8. @ mauro

    anche a me era venuta l’idea dei vicini per la produzione di energia del FV in eccedenza.
    e pensare che si potrebbe fare la stessa cosa con la fibra per internet, invece siamo ognuno chiuso nella sua tana a lamentare che non c’è solidarietà.
    dovevamo nascere marmotte! sarebbe bastato un fischio

  9. I nostri consumi, nonché quelli dei nostri elettrodomestici sono molto impulsivi e poco prevedibili.
    Per esempio la lavatrice ha un consumo molto basso per la maggior parte del tempo… Ma mentre scalda l’acqua supera i 1500Watt.
    Ovviamente possiamo e dobbiamo cercare di distribuire i consumi ma non basta.
    Per soddisfare questi consumi ci sono diverse strade:
    1. Avere tanta potenza disponibile (fotovoltaico sovradimensionato)
    2. Batteria d’accumulo.
    3. Scambiare energia con i vicini di casa contando sul fatto che è statisticamente improbabile la sovrapposizione dei picchi di consumi.

  10. Il dado e’ tratto, si direbbe…ma alla fine che modulo ha scelto? Da che venditore? Cosi per stuzzicare potenziali pionieri del plug n play, abbiamo un link del prodotto?


  11. Se vuoi dare un'occhiata a questo Annuncio, ma anche proseguire la lettura dell’articolo senza perdere il filo e dover ritornare attraverso il bottone indietro < del tuo browser, ricorda di cliccare sul link tenendo premuto Control (per Chrome e Firefox) oppure Command (per Safari)



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: