Il condominio cambia caldaia col 110% e il condòmino esegue altri interventi trainati, i serramenti

Questo articolo è dedicato ai condòmini che hanno deciso di sostituire il vecchio impianto termico approfittando del Superbonus 110%. Probabilmente sono già molto contenti e non vedono l’ora di affrontare la nuova stagione invernale con un impianto di riscaldamento nuovo, più efficiente e certamente più parco nei consumi.

condominio-cambia-caldaia-110-condomino-esegue-interventi-trainati-serramenti

Al condominio ha fatto un gran bene questo Decreto Rilancio. Per una volta, tutti i condòmini si sono trovati d’accordo e la decisione è stata presa. Sostituire il generatore di calore non era l’unica cosa che si poteva fare ma almeno questa, dopo tanti anni, diventa realtà.

In pratica il condominio intero ha deciso per uno degli interventi di cui tra poco vedremo delle tabelle complete di riferimento legislativo (quelle dell’Allegato B):

pompe di calore ad alta efficienza:

110% - Il condominio cambia caldaia col 110% e il condòmino esegue altri interventi trainati, i serramenti 1

impianti con apparecchi ibridi:

110% - Il condominio cambia caldaia col 110% e il condòmino esegue altri interventi trainati, i serramenti 3

caldaie a condensazione:

110% - Il condominio cambia caldaia col 110% e il condòmino esegue altri interventi trainati, i serramenti 5

scaldacqua a pompa di calore:

110% - Il condominio cambia caldaia col 110% e il condòmino esegue altri interventi trainati, i serramenti 7

caldaie a biomassa 5 stelle:
110% - Il condominio cambia caldaia col 110% e il condòmino esegue altri interventi trainati, i serramenti 9

ma non si può fare di più?

L’ intervento di sostituzione dell’impianto termico è un intervento trainante! e dunque il condòmino potrebbe decidere altri interventi cosiddetti “trainati”.

eseguire interventi “trainati” è veramente possibile?

Immaginiamo di abitare nel condominio che si appresta a sostituire la vecchia caldaia, e immaginiamo che al condòmino siano imputate spese per 7.000 euro, che diventeranno zero perchè è già stata prevista la cessione del credito come promette il Superbonus…

perchè non spingersi oltre e fare qualche intervento “trainato”?

In effetto lo consiglierei anch’io al condomino che chiedesse il mio parere:

  • meglio eseguire anche interventi “trainati” e soprattutto utili al nostro comfort e al valore futuro del nostro immobile.

110% - Il condominio cambia caldaia col 110% e il condòmino esegue altri interventi trainati, i serramenti 11

Perciò propongo di sostituire tutti gli infissi. Chi sa quanti lettori non si sono mai decisi prima d’ora per evitare la grossa spesa.

Oggi è tutto diverso, immaginiamo di cambiare le finestre per un importo di 10.000 euro, e installare contestualmente nuove schermature solari per altri 3.000 euro.

Sì non basta dirlo, bisogna anche progettarlo il foro finestra, e sceglierlo il serramento, ma poi è fatta e ci aspettano 30anni di pace, e silenzio se sono montati bene.

Ecco cosa dice l’ALLEGATO E sui valori di trasmittanza massimi consentiti (Uw) per l’accesso alle detrazioni:

110% - Il condominio cambia caldaia col 110% e il condòmino esegue altri interventi trainati, i serramenti 13

come la mettiamo con il Superbonus 110%?

Il condòmino ha fatto jack-pot, infatti avrà diritto ad una detrazione pari a 7.000 + 10.000 + 3.000 euro =

22.000€ (110% di 20.000 euro)

già eseguito lavori con agevolazioni negli anni scorsi?

Niente paura, potete stare tranquilli anche nel caso abbiate già eseguito lavori con agevolazioni negli anni scorsi, perchè non ci sono limitazioni in riferimento a lavori analoghi fatti in passato.


per qualsiasi domanda, più in basso trovi la finestra “Lascia un commento” – non devi registrarti e il tuo indirizzo email non sarà mai pubblicato, approfittane! Ah, un’ultima cosa: sei dovuto andare su Google per capire questo articolo? Cerchiamo sempre di scrivere per farci ben capire, ma se alcuni termini richiedono un chiarimento, Ti prghiamo di scrivere nella finestra LA PAROLA che richiederebbe una definizione migliore o un link diretto per poterla capire. Scrivici e non farti spazientire


autore – Marco De Pinto  110% - Il condominio cambia caldaia col 110% e il condòmino esegue altri interventi trainati, i serramenti 15


autore – Federico Sampaoli  110% - Il condominio cambia caldaia col 110% e il condòmino esegue altri interventi trainati, i serramenti 17


110% - Il condominio cambia caldaia col 110% e il condòmino esegue altri interventi trainati, i serramenti 19      

5 commenti su “Il condominio cambia caldaia col 110% e il condòmino esegue altri interventi trainati, i serramenti”

  1. Sono incentivati al 110% gli interventi per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti centralizzati per il riscaldamento, il raffrescamento o la fornitura di acqua calda sanitaria, purché si consegua il miglioramento di due classi energetiche. E’ possibile quindi installare l’impianto di sola produzione di acqua calda sanitaria se questa funzione era assolta dallo stesso generatore di calore destinato anche alla climatizzazione invernale. In linea con il comma 6 dell’art. 5 del d.P.R. n. 412 del 1993 che, per le nuove installazioni e le ristrutturazioni, prevede che l’impianto centralizzato di produzione di acqua calda sanitaria per una pluralità di utenze debba essere dotato di un proprio generatore di calore differente da quello destinato alla climatizzazione invernale salvo impedimenti di natura tecnica o nel caso che si dimostri che l’adozione di un solo generatore produca un beneficio energetico. In linea con l’intervento ammesso all’ecobonus è consentita soltanto la produzione di acqua calda con pompa di calore e collettori solari termici.

    Se sostituisco la caldaia del mio appartamento in condominio posso beneficiare del Superbonus quando l’intervento è effettuato congiuntamente ad uno degli interventi trainanti effettuati dal condominio, e la caldaia possiede le caratteristiche indicate nell’articolo 14 del decreto legge n. 63 del 2013.

    fonte: https://www.lavoripubblici.it/news/2020/07/FINANZA-E-FISCO/24033/Superbonus-110-le-FAQ-dell-Agenzia-delle-Entrate-su-Ecobonus-e-Sisma-Bonus

  2. Salve,
    È possibile che ci sia un caso in cui la sostituzione dell’impianto in un condominio risulti intervento trainato?
    C’è una caso in cui si possono sostituire gli impianti e quindi mettere non una caldaia centralizzata ma una caldaia autonoma per ogni unità immobiliare di un condominio?

    Grazie anticipatamente

  3. Buona sera, ma i nuovi serramenti ed eventuali cassonetti monoblocco coibentati, per l’accesso al superbonus devono avere la certificazione CAM come per il cappotto?? Grazie

  4. fabrizio bonetti

    Ciao Federico.
    Solo un appunto doveroso sull’installazione di caldaie a biomassa.
    Il nuovo 110% decreta la totale dismissione di questa fonte inquinante relegando l’utilizzo di caldaie (le varie stufette ad aria bandite) solo in case singole – in zone non metanizzate – in zone senza problemi pregressi di inquinamento e dove sono in corso provvedimenti europei di sanzioni ambientali.
    In pratica nessun nuovo impianto a biomassa è agevolabile, chiaro segno che il legislatore ha finalmente capito il problema ambientale causato negli ultimi anni.
    Riassumendo i condomini non possono nemmeno valutare l’opzione biomassa….. sempre che qualcuno abbia avuto voglia di caricarsi sulla schiena tonnellate di pellet…. al posto che schiacciare un pulsante per accendere l’impianto a gas o pdc.
    Cordialmente

    F.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.