Materiali isolanti certificati CAM per accedere al SUPERBONUS 110%

L’ebbrezza del 110% non deve annebbiarci le facoltà mentali, anzi, impone di fare molta attenzione. Leggiamo bene cosa è scritto nell’art.119 di cui riporto le righe evidenziate:

I materiali isolanti utilizzati devono rispettare i Criteri Ambientali Minimi (CAM):

isolamento esterno a cappotto - Materiali isolanti certificati CAM per accedere al SUPERBONUS 110% 1

andiamo a scoprire come dobbiamo progettare l’isolamento termico senza perdere il superbonus del 110%:

Il decreto del Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare 11 ottobre 2017, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 6 novembre 2017  fino a ieri riguardava l’edilizia pubblica, oggi, nell’era del SUPERBONUS al 110%, anche l’edilizia privata:

  • se sto progettando un sistema di isolamento termico a cappotto devo verificare che i pannelli isolanti siano idonei per l’utilizzo, ovvero siano certificati CAM, per accedere all’ superBONUS 110% del Decreto Rilancio
  • quindi sono costretto a impiegare componenti e materiali da costruzione a basso impatto ambientale

isolanti-criteri-ambientali-minimi-cam-superbonus-110-epd
I Criteri Ambientali Minimi (CAM) entrati in vigore col Decreto Ministeriale 11/10/2017  premiano i materiali più sostenibili o più efficienti sotto il profilo energetico, e che appartengono ad un’economia circolare.  Questi requisiti diventano premianti – ecco l’obiettivo primario dei Criteri Ambientali Minimi!


i CAM in edilizia, il punto 2.3 e il punto 2.4:

  • il punto 2.3 riguarda le Specifiche tecniche dell’edificio + gli aspetti di prestazione energetica e qualità ambientale interna
  • il punto 2.4 riguarda le Specifiche tecniche dei componenti edilizi + la Qualità ambientale interna e dei materiali da costruzione

isolamento esterno a cappotto - Materiali isolanti certificati CAM per accedere al SUPERBONUS 110% 3

Esistono parametri dei CAM che sono legati al comportamento estivo:

queste caratteristiche ambientali (punto 2.3.2) riguardano la Capacità termica areica interna periodica (Cip), a titolo di esempio, un isolamento interno dove la Capacità areica interna gioca un ruolo fondamentale può garantire un corretto comfort se supera i 40 kJ/m2K.

Alcuni materiali sono pienamente conformi ai CAM ad esempio ai punti 2.4.1.1 Disassemblabilitá e 2.4.1.2 Materia recuperata o riciclata, ma quali punti di questi CAM devono essere rispettati? Lo vediamo alla fine…


Per chi progetta nel rispetto dei CAM

non basta più essere esperto sugli aspetti energetici, deve conoscere anche gli aspetti ambientali e quindi indirizzarsi verso materiali riciclati. La scelta dei materiali isolanti non è più libera ma molto più selettiva. E non dimentichiamo che il progetto esecutivo deve essere già conforme ai CAM (non si fa dopo). 

Si potrebbe pensare che d’ora in poi si utilizzeranno solo materiali isolanti in fibra di legno, d’altro canto un isolante riciclato pre-consumo superiore al 90% rispetterà i CAM di certo.

Riguardo gli isolanti, o in genere i materiali leggeri, quel che conta in un’analisi del ciclo di vita è l’impatto ambientale per unità di peso.

Gli isolanti termici ed acustici utilizzati devono rispettare i seguenti criteri:

  • non devono essere prodotti con agenti espandenti dannosi per l’ozono
  • non devono essere prodotti con catalizzatori al piombo quando spruzzati o nel corso della formazione della schiuma
  • se prodotti da una resina di polistirene espandibile gli agenti espandenti devono essere inferiori al 6% del peso del prodotto finito
  • se costituiti da lane minerali, queste devono essere conformi alla nota Q o alla nota R di cui al regolamento (CE) n. 1272/2008 (CLP) e s.m.i. (29)
  • i prodotti in lana di vetro devono essere costituiti dal 60% materiale riciclato e/o recuperato  sul peso del prodotto finito.

e i cappotti in EPS?

Se avviamo una pratica edilizia con l’obbiettivo del superbonus 110% non possiamo più applicare un sistema a cappotto in EPS, polistirene espanso sinterizzato? Dipende!

Il polistirolo è certamente un campione di cappotti, prezzo isolante basso, prestazioni isolanti elevate… diciamo che se paragonato ad una finestra, il sistema a cappotto in EPS si comporta come un serramento in PVC: alte prestazioni e costi contenuti. Un “pile” al posto del maglione di cachemire!

Abbiamo progettato un cappotto con pannelli isolanti in EPS, ma dobbiamo rispettare i Criteri Ambientali Minimi (CAM)?

Il 1° passo da fare:

  1. verificare se i pannelli scelti abbiano la certificazione ambientale EPD Italy o altra internazionale
  2. oppure una certificazione che attesti il contenuto di riciclato, ad esempio ReMade in Italy®, Plastica Seconda Vita o altre

isolamento esterno a cappotto - Materiali isolanti certificati CAM per accedere al SUPERBONUS 110% 5

Il Decreto Ministeriale 11/10/2017 indicava certi i requisiti necessari, per esempio l’impiego di Componenti in Materie Plastiche doveva contenere una percentuale di materia riciclata dimostrata attraverso una certificazione ambientale di Prodotto di Tipo III (EPD), conforme alla norma UNI EN 15804 e alla norma ISO 14025, per esempio la certificazione ambientale EPD Italy sul mercato italiano.

Se il pannello isolante è in possesso di questa dichiarazione, conforme ai Criteri Ambientali Minimi, abbiamo semaforo VERDE per continuare l’iter del SUPERBONUS al 110%.

Cosa offre un isolante in possesso della certificazione ambientale EPD rispetto agli altri? 

  • il rispetto dei Criteri Ambientali Minimi
  • un bassissimo impatto ambientale basato sulla Analisi del Ciclo di Vita (Life Cycle Assessment – LCA) e che parte fin dal processo produttivo

Se vuoi giocare al Casinò del 110%, devi entrare con la Dichiarazione ambientale di prodotto (EPD), non serve la cravatta:

isolamento esterno a cappotto - Materiali isolanti certificati CAM per accedere al SUPERBONUS 110% 7

capiamo l’ EPD:

L’Environmental Product Declaration ( EPD ) è una certificazione volontaria, di valenza internazionale, che rientra fra le politiche ambientali comunitarie in applicazione della norma UNI EN ISO 14025:2010 (Etichette e dichiarazioni ambientali – Dichiarazioni ambientali di Tipo III).

L’EPD è uno strumento per avere informazioni oggettive (e verificate) sulla prestazione ambientale di prodotti e si basa sulla Analisi del Ciclo di Vita (Life Cycle Assessment – LCA).

Le Product Category Rules o Regole di Categoria di Prodotto (PCR) indicano come redigere le EPD.

La norma UNI EN 15804:2019 (Sostenibilità delle costruzioni – Dichiarazioni ambientali di prodotto) scrive le regole quadro per categoria di prodotto (PCR quadro) per l’elaborazione di EPD di tipo III per ogni tipo di prodotto e servizio per le costruzioni.


Torniamo alle Dichiarazioni Ambientali di Prodotto nel settore delle costruzioni:

In un nuovo progetto edilizio i Criteri Ambientali Minimi servono ad indicare che i materiali utilizzati per la costruzione abbiano i seguenti requisiti:

  • il 15% in peso dei materiali utilizzati sia materia recuperata o riciclata
  • il 70% dei rifiuti non pericolosi derivanti dalla demolizione e rimozione sia riusato, recuperato e riciclato
  • non sono ammesse sostanze dannose per l’ozono
  • i componenti edilizi devono poter esser sottoposti alla demolizione selettiva
  • i componenti edilizi devono essere riciclabili o riutilizzabili.

allora, quali punti di questi CAM devono essere rispettati?

isolamento esterno a cappotto - Materiali isolanti certificati CAM per accedere al SUPERBONUS 110% 3

per non inciampare, meglio tenere presente questa tabella Anit dove ogni colonna riporta l’ambito di applicazione riferito sempre al DM 26 giugno 2015:

isolamento esterno a cappotto - Materiali isolanti certificati CAM per accedere al SUPERBONUS 110% 11


quali Criteri Ambientali Minimi garantiscono il semaforo VERDE per continuare l’iter del SUPERBONUS al 110%

In conclusione, per gli interventi di isolamento termico dell’involucro edilizio che vogliono godere del Superbonus al 110% i materiali isolanti devono rispettare i CAM al punto 2.4.2.9 (Isolanti termici e acustici) e quindi contenere una quantità minima di materiale riciclato e/o recuperato.

Esistono diversi materiali isolanti, come sapete:

  • in forma di pannello
  • sfuso o a spruzzo
  • in materassini

isolamento esterno a cappotto - Materiali isolanti certificati CAM per accedere al SUPERBONUS 110% 13

e ogni materiale isolante deve dimostrare la percentuale di materia riciclata con una Dichiarazione ambientale di Prodotto di Tipo III (EPD), come EPDItaly© (qui trovi il link alle EPD pubblicate), o una certificazione di prodotto che attesti il contenuto di riciclato.

per tutti i dubbi che vi sono rimasti, o per ogni contributo utile, scriveteci!

Andrà tutto bene?

per qualsiasi domanda, più in basso trovi la finestra “Lascia un commento” – non devi registrarti e il tuo indirizzo email non sarà mai pubblicato, approfittane! Ah, un’ultima cosa: sei dovuto andare su Google per capire questo articolo? Cerchiamo sempre di scrivere per farci ben capire, ma se alcuni termini richiedono un chiarimento, Ti prghiamo di scrivere nella finestra LA PAROLA che richiederebbe una definizione migliore o un link diretto per poterla capire. Scrivici e non farti spazientire


autore – Federico Sampaoli  isolamento esterno a cappotto - Materiali isolanti certificati CAM per accedere al SUPERBONUS 110% 15


isolamento esterno a cappotto - Materiali isolanti certificati CAM per accedere al SUPERBONUS 110% 17 isolamento esterno a cappotto - Materiali isolanti certificati CAM per accedere al SUPERBONUS 110% 19

NB: Acquistando da QUI il prezzo non aumenterà, ma Amazon riconoscerà una piccola cifra a sostegno del sito che può rimanere pulito dai pubblicità per una lettura tranquilla.

 

45 commenti su “Materiali isolanti certificati CAM per accedere al SUPERBONUS 110%”

  1. @ Giulietta

    in realtà, anche se ormai tutti si esprimono in questo modo, non esistono certificati CAM, esistono solo certificati che rispettano i CAM, criteri ambientali minimi.
    solo gli interventi di isolamento termico dell’involucro edilizio devono impiegare materiali isolanti che rispettino i CAM

  2. Giulietta Tiengo

    Ma per accedere al super bonus 110% devono essere certificati CAM anche i pavimenti della casa e i rivestimenti dei bagni ?? Non capisco più niente !!

  3. Giuseppe Montinari

    La sugherite a spruzzo rientra tra i materiali isolanti per coibentazione esterna idonei per accedere al superbonus 110 per cento? Relazione con i CAM. Grazie

  4. @ Mario

    di questi pannelli ad altissime prestazioni isolanti, composti da cellule micronizzate di polveri a base di ossidi di silice e confezionati sottovuoto, non riesco a trovare la conduttività termica Dichiarata, ma solo la conduttività termica utile di calcolo che è 0,004.

    nel rispetto delle regole di efficienza energetica (relazione ex-legge 10), per la certificazione energetica degli edifici e per le valutazioni necessarie all’accesso agli incentivi, si deve determinare quale valore di conduttività termica dei materiali isolanti impiegare. Il valore di conduttività termica “D” dichiarato dal produttore deve essere trasformato in valore di conduttività di progetto in accordo con la norma di riferimento UNI EN ISO 10456.

    il produttore dichiara che il pannello rispetta i requisiti richiesti dal Decreto Legge 19 Maggio 2020 per poter accedere al “Bonus 110%

  5. Buon giorno,devo fare il cappotto alla mia abitazione , ho visto che esistono diversi materiali a basso spessore tipo Vacunanex , ecc
    posso usarli per la detrazione del 110%?
    grazie ,Mario Milani

  6. @ Francesco

    il superbonus 110% e l’ecobonus 65% non accettano la soluzione del NANOCAPPOTTO da lei proposto.
    si tratta di un rasante per l’isolamento termico con proprietà fotocatalitiche ma pochi millimetri di isolante non bastano per garantire risparmio energetico e comfort interno, e non garantiscono neppure lontanamente le trasmittanze necessarie per l’accesso alle agevolazioni fiscali e al rispetto della legge. leggi anche le indicazioni di Cortexa.

  7. Buongiorno.
    Mi spiego meglio.
    Dobbiamo fare il cappotto su tutta la facciata verticale oltre che al lastrico in aggiunta alla sostituzioni degli infissi.
    Per evitare di usare i pannelli a spessore come cappotto si può utilizzare un nano cappotto esempio AFONCASA o similari?

    Grazie!

  8. @ francesco

    la domanda intende chiedere “se facendo un cappotto su oltre il 25% delle superfici disperdenti si possa trainare un nano cappotto su altre superfici?
    e poi, per nano cappotto cosa si intende precisamente?

  9. Dovendo fare il cappotto come intervento trainante è contemplato nel bonus 110 il nano cappotto?

  10. @ Alessandro
    è vero che in Italia si deve stare sempre in guardia per non cadere nei tranelli dei vari comma… ma circa i serramenti e il rispetto dei CAM, penso che solo i materiali per l’isolamento delle superfici opache orizzontali e verticali che interessano l’involucro dell’edificio debbano rispettarli. Visto che parliamo di superfici opache… il tranello potrebbe essere il portone d’ingresso.

  11. @ Elisabetta

    a questo proposito esce lunedì un articolo “Il cappotto di pochi mm di spessore e le detrazioni fiscali”

    Pochi millimetri non bastano per garantire risparmio energetico e comfort interno, e non portano neppure lontanamente alle trasmittanze necessarie per l’accesso alle detrazioni fiscali e al rispetto della legge.
    Nel suo caso lo studio di fattibilità si deve concentrare sul generatore di calore che potrebbe trainare altri interventi come isolamenti interni e serramenti.

    se le facciate fossero ammalorate dal tempo è da valutare il rifacimento con intonaco termoisolante

  12. elisabetta lucchetta

    Buongiorno,
    abito in un palazzo d’epoca (1850 ca.) in luogo del rivestimento a cappotto il tecnico interpellato ci ha illustrato le caratteristiche tecniche di un rasante isolante.
    Le risulta siano ammissibili questi materiali per la detrazione del 110% ?
    Grazie molte,
    un cordiale saluto.
    Elisabetta.

  13. @ Paolo

    è veramente difficile verificare se un materiale, che non si sa quale sia e che verrà posato con spessore 80mm, abbia una certificazione che garantisca il rispetto dei CAM.

  14. Ok, ma i materiali che danno uno spessore minimo ( un tecnico ha parlato di 8 cm ) sono certificati CAM ?

  15. @ Paolo
    consideri che lo spessore del cappotto che deve essere realizzato dipende dalla classe di partenza dell’edificio ed in funzione del calcolo energetico si ipotizzano quali possono essere gli interventi in modo da rientrare all’interno dei parametri per l’ecobonus. Per quanto riguarda i materiali dipende dalla conducibilità di questi e, per quelli più utilizzati, possono variare tra i 0,028 W/mK e 0,050 W/mK.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.