Demolire e ricostruire con SISMA BONUS

La demolizione e ricostruzione come intervento di riduzione del rischio sismico gode del SISMA BONUS (fino al 31 dicembre 2021) anche nei comuni delle zone a rischio sismico 2 e 3 (rispettivamente 2.345 e 1.560 Comuni, che sono l’80% del territorio).

demolizione e ricostruzione - Demolire e ricostruire con SISMA BONUS 1

Rigenerazione urbana attraverso la sostituzione edilizia:

la detrazione delle spese per gli interventi di messa in sicurezza sismica degli immobili in zone ad alto, medio e basso rischio sismico (zone 1, 2, 3), in caso di demolizione e ricostruzione di edifici con la stessa volumetria di quelli preesistenti è non troppo generosa: 96.000€ inclusi gli interventi di ristrutturazione edilizia e di messa in sicurezza statica. Ma il limite non comprende gli interventi di riqualificazione energetica, quindi è cumulabile con il limite autonomo previsto per i lavori di riqualificazione energetica.

Sisma bonus + Ecobonus

è molto allettante per ogni edificio che può prevedere un intervento di demolizione e ricostruzione, se equiparabile alla ristrutturazione: ho letto che secondo il parere del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, n. 27/2018, tra gli interventi di “ristrutturazione edilizia“ (di cui all’art. 3, comma 1, lett.d, del D.P.R. n. 380/2001-Testo Unico dell’Edilizia) rientrano anche quelli di demolizione e ricostruzione “fuori sagoma” mantenendo la stessa volumetria, e rientrano anche gli interventi di demolizione e ricostruzione di immobili sottoposti a vincolo di cui al D.Lgs. n.42 del 2004 (rispettando la sagoma).

IVA agevolata

Naturalmente si applica l’IVA agevolata al 10% come per gli interventi di ristrutturazione edilizia

La demolizione con ricostruzione di un edificio ad uso residenziale può beneficiare della detrazione fiscale sulle ristrutturazioni proprio se l’intervento è classificato come ristrutturazione edilizia e si può realizzare con SCIA.

In 2 parole: l’ intervento di demolizione e ricostruzione può essere inquadrato come ristrutturazione, gode degli sgravi fiscali, deve rispettare la volumetria iniziale e l’area di sedime (o presenti un lieve spostamento rispetto all’area di sedime originaria).

Novità del 25 giugno 2020:

la detrazione fiscale per interventi antisismici come descritti nel cosiddetto SISMA BONUS (ma anche di riqualificazione energetica, ecobonus), spetta ai titolari di reddito d’impresa che effettuano gli interventi su immobili di proprietà o detenuti, quindi a prescindere dal fatto che siano “strumentali”, “beni merce” o “patrimoniali”, su tutte le costruzioni adibite ad attività produttive.

Novità del 14 luglio 2020:

L’asseverazione non è considerata tardiva nelle zone sismiche 2 e 3 per edifici demoliti e ricostruiti tra il 1.1.2017 e prima del 1.5.2019. Non c’è alcun dubbio che agli acquirenti di queste unità immobiliari spetti il SISMAbonus quando il progetto strutturale venga presentato entro la data del Rogito.


per qualsiasi domanda, più in basso trovi la finestra “Lascia un commento” – non devi registrarti e il tuo indirizzo email non sarà mai pubblicato, approfittane! Ah, un’ultima cosa: sei dovuto andare su Google per capire questo articolo? Cerchiamo sempre di scrivere per farci ben capire, ma se alcuni termini richiedono un chiarimento, Ti prghiamo di scrivere nella finestra LA PAROLA che richiederebbe una definizione migliore o un link diretto per poterla capire. Scrivici e non farti spazientire


autore – Federico Sampaoli  demolizione e ricostruzione - Demolire e ricostruire con SISMA BONUS 3


demolizione e ricostruzione - Demolire e ricostruire con SISMA BONUS 5

    

6 commenti su “Demolire e ricostruire con SISMA BONUS”

  1. Salve, in caso di demolizione e ricostruzione in ristrutturazione di casa unifamiliare, sedime lievemente spostato, volumetria ridotta di un 10%, oltre al Sismabonus, posso usufruire dell’ecobonus 110% nelle sue varie voci? ( 50.000€ per Isolamento, 30.000€ per installazione pdc, 48.000€ per Fv+accumulo, ecc) ( e i serramenti, come intervento Trainato, anche se con forme e dimensioni diverse rientrano?) Grazie. Alberto

  2. In caso di demolizione e ricostruzione di un fabbricato su area di sedime diversa non confinante,nei limiti della cubatura degli immobili da demolire ma con sagoma diversa,è possibile presentare solo la scia invece di richiedere il permesso di costruire sulla base del decreto semplificazioni?

  3. Ho un rudere agricolo. Vorrei demolire e ricostruire,rispettando i limiti di cubatura ma non di sagoma e di sedime,su altra particella di terreno avente la stessa destinazione agricola che si trova nello stesso comune ma non confinante. E^ possibile fare quanto sopra detto? Se è possibile, è ammesso anche con destinazione urbanistica del terreno diversa?

  4. Buongiorno Domenico, se fa un ampliamento di volumetria senza la demolizione dell’esistente, la detrazione le spetta per la parte esistente. Nel caso in cui demolisce e ricostruisce con ampliamento volumetrico, questo comporta una nuova costruzione e di conseguenza non le spetta la detrazione. Saluti

  5. Domenico Cucchiara

    Salve, volevo sapere in caso di demolizione e ricostruzione , con aumento della volumetria, posso beneficiare del bonus 110 % per quanto riguarda la volumetria presistente , e considerare nuova costruzione solo la parte con l’aumento volumetrico in pratica un altro piano, l’aumento sarebbe quasi il doppio, ho gia’ il progetto e la concessione del comune. grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.