Costi di demolizione e smaltimento materiali

Chi sta pensando a costruire una nuova casa ad alta efficienza energetica o chi sta valutando di isolare la propria casa per avere più comfort e meno dispersioni non sta sicuramente riflettendo sui costi di una  demolizione o quelli riferiti allo smaltimento dei materiali. E’ naturale e comprensibile, solo un pessimista impiegherebbe il suo tempo in questo modo.

nozioni materiali naturali - Costi di demolizione e smaltimento materiali 1

Il 110% per l’efficientamento energetico è riconosciuto agli interventi di demolizione e ricostruzione quindi si valuterà più spesso se demolire oppure no.

Affacciarsi sul mare dei materiali da costruzione e per isolamento termico fa venire le vertigini. Più si cerca e più si trova! Più si legge e più si scopre. In moltissimi articoli che ho pubblicato in passato non ho nascosto le mie preferenze per il laterizio, la fibra di legno e altri materiali perfetti non solo per contenere le dispersioni invernali ma anche per combattere il surriscaldamento estivo e non ho nascosto le mie antipatie per materiali come lana di vetro o lana di roccia, tra l’altro inadatti all’isolamento di edifici nei nostri climi.

nozioni materiali naturali - Costi di demolizione e smaltimento materiali 3

perchè all’inizio ho menzionato il momento della demolizione o dello smaltimento dei materiali?

Proprio perchè se non ci pensiamo in fase progettuale, ci penseremo un giorno lontano o ci penseranno i nostri figli.

La demolizione è sempre più costosa quando ci sono tamponamenti con lana di vetro o di roccia: tali materiali dovranno essere rimossi a mano dalle pareti, poi si potrà procedere con la demolizione.

nozioni materiali naturali - Costi di demolizione e smaltimento materiali 5

Tutto sarebbe diverso in presenza di un materiale termoisolante organico come la fibra di legno.

Ricordo anche che quasi tutta la lana di vetro e la lana di roccia posata prima del 1996 è considerata cancerogena. Ora pensate un attimo agli operai che raramente si proteggono adeguatamente durante i lavori di ristrutturazione e demolizione. Chi può stia ben alla larga dalle fibre minerali artificiali, almeno quelle prodotte prima del 1996.

nozioni materiali naturali - Costi di demolizione e smaltimento materiali 7

smaltimento dei materiali

Fin che ci troviamo nella fase progettuale non è difficilissimo lavorare per inseguire una certa omogeneità dei materiali oppure scegliere materiali che potranno in futuro essere facilmente separati durante la demolizione.

su questo argomento potresti rileggere il mio articolo:   Tetto fresco d'estate combinando materiali di diversa densità?

Ecco, è arrivato l’ecologico!

nozioni materiali naturali - Costi di demolizione e smaltimento materiali 9


Se vuoi dare un'occhiata a questo Annuncio, ma anche proseguire la lettura dell’articolo senza perdere il filo e dover ritornare attraverso il bottone indietro < del tuo browser, ricorda di cliccare sul link tenendo premuto Control (per Chrome e Firefox) oppure Command (per Safari)


Ognuno faccia come vuole ma torno a ripetere che i materiali compositi non separabili sono difficilmente recuperabili quindi se possiamo indirizziamoci sempre verso un sistema monolitico, ricordate il mio articolo sul blocco rettificato in laterizio che non necessita di cappotto?

nozioni materiali naturali - Costi di demolizione e smaltimento materiali 11

Se non possiamo, evitiamo comunque materiali compositi, e valutiamo sistemi costruttivi con blocchi in laterizio + un sistema termoisolante a cappotto che rivestirà completamente le pareti esterne, facilmente separabile in caso di demolizione. Hai già letto l’articolo che parla di Casa Passiva certificata e costruita con blocchi in laterizio come muratura armata?

nozioni materiali naturali - Costi di demolizione e smaltimento materiali 13

Di solito non faccio il tifo per quei blocchi, molto diffusi all’estero, che sono laterizi farciti di isolante, lana di roccia nella versione “cheap” e perlite nella versione “espertocasaclima”, sono certamente da considerare come materiali compositi che in una demolizione non possono essere trattati in cantiere e non so nemmeno se all’estero esistano già impianti di trattamento appositamente attrezzati per lavorare questi prodotti. E poi il senso qual’è? Posso certamente costruire una parete qualche centimetro meno spessa ma questi blocchi non hanno certo un prezzo così basso e spesso sono prodotti oltre le Alpi.

E non esistono solo blocchi riempiti con lana di roccia o perlite, ce ne sono anche con polistirolo oppure blocchi in calcestruzzo alleggerito o calcestruzzo aerato autoclavato riempiti con lana minerale.

Di solito l’impianto di trattamento non accetta questi materiali misti o li smaltisce a prezzi più elevati.

pianificare una demolizione e lo smaltimento

nozioni materiali naturali - Costi di demolizione e smaltimento materiali 15

Siamo ancora abituati a vedere le ruspe in azione con un gran polverone, ma se le case di un tempo erano costruite con una manciata di materiali diversi,

nozioni materiali naturali - Costi di demolizione e smaltimento materiali 17

nozioni materiali naturali - Costi di demolizione e smaltimento materiali 19

le case che smaltiremo domani saranno mostri da decine e decine di materiali diversi e anche compositi, altro che legno, argilla cotta, cemento, ferro e pietre. Presto o tardi chi pianificherà una demolizione dovrà conoscere tipologia costruttiva ed elenco materiali impiegati. Possiamo pensarci già da domani mattina, facciamolo già stasera.

su questo argomento potresti rileggere il mio articolo:   Lana di roccia o lana di vetro come materiale per isolamento termico o acustico, no grazie

 


"Lascia un commento" - non devi registrarti e il tuo indirizzo email non sarà mai pubblicato, approfittane!  E un'ultima cosa: sei dovuto andare su Google per capire questo articolo? Se alcuni termini richiedono un chiarimento, scrivi nella finestra LA PAROLA che richiederebbe una definizione migliore o un link diretto per poterla capire.


autore - Federico Sampaoli  


NB: Acquistando da QUI il prezzo non aumenterà, ma Amazon riconoscerà una piccola cifra a sostegno del sito che può rimanere pulito da fastidiose pubblicità per una lettura tranquilla.




Vuoi cercare altre info nel web? usa la finestra Google qui sotto per sostenere il blog espertoCasaClima:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

5 commenti su “Costi di demolizione e smaltimento materiali”

  1. Grazie. Allora usufruirò solo della detrazione al 50%, procedendo io stesso allo smaltimento.

  2. @ michele

    la posa di un sistema a cappotto è una cosa, l’isolamento dell’estradosso del solaio del sottotetto è un’altra cosa.
    non mi pare ricorra il nesso di accessorietà tra gli interventi 😉

  3. il costo dello smaltimento della lana di roccia (appoggiata a rotoli srotolati in soffitta, dove sto rifacendo cappotto, oltre alle pareti della casa) potrebbe allora entrare nei costi del bonus 110% di cui sto usufruendo?

  4. @ michele

    bella domanda!

    L’Agenzia delle Entrate ricorda che il decreto IVA (dpr n. 633/1972), alla Tabella A, numero 127-quaterdecies prevede l’applicazione dell’aliquota IVA ridotta per le prestazioni di servizi dipendenti da contratti di appalto relativi alla costruzione di case di abitazione ed alla realizzazione degli interventi di recupero su fabbricati o porzioni di fabbricati.

    Quindi, per capire se l’IVA agevolata può essere estesa anche alle prestazioni di servizi riguardanti i lavori di bonifica (raccolta, trasporto e smaltimento rifiuti da costruzione e demolizione, che possono contenere anche amianto), come nel caso in esame, occorre valutare se dette prestazioni possono qualificarsi come accessorie all’operazione principale di realizzazione degli interventi di recupero del patrimonio edilizio.

    In particolare, ai sensi dell’articolo 12 del decreto IVA, la cessione di beni o la prestazione di servizi possono risultare accessorie ad un’operazione principale quando:
    integrano, completano e rendono possibile quest’ultima;
    sono rese direttamente dal medesimo soggetto dell’operazione principale (anche a mezzo di terzi, ma a suo conto e spese);
    sono rese nei confronti del medesimo soggetto nei cui confronti viene resa l’operazione principale.

    Pertanto, come chiarito nella risoluzione n. 337/E del 1° agosto 2008 e nella risoluzione n. 230/E del 15 luglio 2002, condizione necessaria affinché una prestazione si possa qualificare come accessoria a una prestazione principale è che formi un tutt’uno con l’operazione principale.

    quindi secondo me:
    ricorre il nesso di accessorietà tra gli interventi di bonifica e la realizzazione degli interventi di recupero edilizio se il soggetto che provvede al trasporto e allo smaltimento dei rifiuti è lo stesso che realizza l’intervento di recupero edilizio.
    e potrà applicarsi l’aliquota IVA del 10%.

    Tutte le spese inerenti l’intervento di ristrutturazione sono detraibili ai fin del 50% purchè trattasi di lavori strettamente inerenti l’appalto per la ristrutturazione (anche le spese di smaltimento e trasporto delle macerie rientrano tra quelle detraibili (articolo 16-bis del Tuir, Dpr 917/1986, e articolo 1, comma 2, lettera c, n. 1 e n. 4, della legge 11 dicembre 2016, n. 232, di Bilancio per il 2017; si veda anche la guida al 50% su http://www.agenziaentrate...

  5. Relativamente ai costi dello smaltimento della lana di roccia, si può usufruire della detrazione al 50%? Serve bonifico parlante?


  6. Se vuoi dare un'occhiata a questo Annuncio, ma anche proseguire la lettura dell’articolo senza perdere il filo e dover ritornare attraverso il bottone indietro < del tuo browser, ricorda di cliccare sul link tenendo premuto Control (per Chrome e Firefox) oppure Command (per Safari)