La VMC puntuale a doppio flusso è costosa

In cerca del SOTTOCOSTO anche per la macchina per ventilazione meccanica controllata con recupero del calore (VMC) decentralizzata? Diamo tanta importanza al prezzo?

L‘offerta di vmc puntuali (decentralizzate) è aumentata molto negli anni,

al pari dell’interesse dimostrato da chi ha una casa di proprietà con serramenti ultima generazione e che sente l’esigenza di un corretto ricambio d’aria senza disperdere tanta energia preziosa.

vmc-decentralizzata-doppio-flusso

Perchè non acquistare una vmc economica allora?

Perchè spendere molto per una vmc puntuale?

Il comfort:

  • la vmc dev’essere silenziosa, affidabile, deve consumare poco, recuperare il più calore possibile con i migliori filtri disponibili sul mercato.

Specialmente in zone molto abitate, l’aria esterna invernale in parecchie ore della giornata risulta assai cattiva: ecco che un filtro G4 a carboni risolve egregiamente il problema.

Il prezzo è decisivo nella scelta della vmc e a volte ne determina la rinuncia.

Non sono contrario alla ventilazione manuale, il fatto è che la vmc offre un ricambio d’aria costante e un ricambio costante è ottimo per tenere bassa la concentrazione di Co2 negli ambienti e ottimo in periodo di riscaldamento per abbassare il livello di umidità interno. Non parliamo qui di tutti gli altri inquinanti che infestano gli ambienti indoor.

Avete mai monitorato questi 2 valori nella vostra super casa con super finestre? CO2 + umidità! Gli spifferi di un tempo non ci sono più, ma di conseguenza non c’è nemmeno un sufficiente ricambio d’aria.

monitor CO2

Provate ad utilizzare un misuratore di Co2, umidità e temperatura… ne vedrete delle belle! Ma è utile conoscere la verità!

Torniamo alla vmc, altrimenti non si capisce dove vada a parare questo articolo

Le vmc puntuali a flusso singolo possono lavorare da sole, oppure a coppie, perchè la ventola dell’ aria cambia direzione ogni 70 secondi (il tempo di caricare o scaricare il recuperatore del calore) (depressione 70 secondi, sovrapressione 70 secondi dei locali).

vmc tubo funzionamento

Le VMC a tubo, come le chiamo io, si stanno evolvendo ancora ed esiste già un modello con 2 ventole: resta il fatto che il flusso continua ad invertirsi ad intervalli per poter garantire il recupero del calore:

vmc tubo funzionamento

In questo modo le ventole che lavorano una in un senso, una nell’altro, creano due flussi opposti nello scambiatore ceramico.

vmc tubo funzionamento

Lo scambiatore ceramico da una parte si raffredda e dall’altra si scalda. Dopo 70 secondi tutto il gioco si inverte altrimenti non si recupererebbe più nessun calore.

vmc tubo funzionamento

Tutt’altra cosa è una vmc a doppio flusso incrociato:

vmc doppio flusso recuperatore calore

La vmc più costosa, tedesca, doppio flusso, prevede un recuperatore di calore non ceramico dove avviene l’incrocio dei due flussi d’aria in continuo, non c’è alternanza.

L’aria vecchia e quella nuova non si incontrano mai. Ci sono 2 motori e naturalmente 2 filtri. E senza alternanza, quello che è stato trattenuto dal filtro rimane lì fino al momento in cui non si sostituisce il filtro (questo aspetto non è da sottovalutare: immaginate cosa succederebbe in casa se la vostra aspirapolvere ogni tanto invertisse il flusso!

aaah non la comprereste?

ma se costasse meno non la comprereste ugualmente? e regalata? nemmeno regalata?).

Sì è un esempio un po’ provocatorio, ma tutto sommato è questo che accade:

  • tutto lo sporco appena depositato sul filtro durante l’espulsione mi torna indietro 70 secondi dopo! Ricordate che il filtro sempre più sporco è quello che filtra l’aria che buttiamo fuori, non quello dell’aria esterna che entra: incredibile ma vero!

Ma allora, se la VMC migliore, più efficace, più efficiente, più silenziosa costa troppo…

perchè non scegliere una VMC a metà prezzo?

Intendo che se la metà del prezzo vi pare una cifra ragionevole, interessante e appetibile allora decidiamoci per la migliore delle VMC e facciamola lavorare in 2 ambienti!

A volte abbiamo la soluzione sotto il naso e non riusciamo a vederla. La vita è così.

Sto dicendo che un’ ottima VMC a doppio flusso, progettata in modo tale che possa eseguire la ripresa in un locale attiguo, il bagno o la cucina ad esempio, e immettere aria fresca (preriscaldata dal recuperatore) nell’ambiente dove volevamo avere un corretto ricambio d’aria, è effettivamente una macchina a metà prezzo! Non più 2 macchine per 2 locali:

una sola vmc per 2 locali !

vmc doppio flusso recuperatore calore due locali

Serve un po’ di progettazione e attenzione ma se la distribuzione dei vani e dei mobili lo permette, il trucco è fatto.

Sì, una minima canalizzazione è necessaria: mezzo metro, un metro, ma nemmeno paragonabile alle autostrade di un impianto di vmc centralizzata (efficacissimo, ma anche complicatissimo e bisognoso di manutenzione e pulizie pasquali difficili ed onerose!).

Ho anche progettato una VMC sola che riesce a servire 3 locali:

bocchetta di transito silenziato fonoassorbente

certamente sono stato aiutato dalla disposizione del bagno e della cucina, e certamente garantisco solo un minimo  ricambio d’aria base (evitando di spingere le ventole a velocità 4-5-6-7-8-9), ma con l’aiuto di una bocchetta di transito silenziato (fonoassorbente) anche questo è possibile! Immaginate… aria fresca in camera – aria viziata che se ne va dalla bocchetta di ripresa in bagno portandosi via anche l’umidità in eccesso – porta del bagno chiusa anzichè socchiusa e l’aria con i profumi di cucina se ne va dalla bocchetta di transito dritta alla bocchetta di ripresa in bagno.

VMC decentralizzata - La VMC puntuale a doppio flusso è costosa 1

Sdoppiando sia mandata che ripresa e facendo brevi canalizzazioni posso servire 4 locali con un’unica VMC decentralizzata.

Non è male e non è l’ideale per la bassa portata d’aria, però… umidità bassa! CO2 più bassa! cosa volere di più?

Allora, la VMC che sembrava tanto costosa costa in effetti solo un terzo o un quarto del prezzo di listino! E’ competitiva addirittura! Certo ci vuole un po’ di progettazione…

Progettare un flusso più corretto, virtuoso e più confortevole dell’aria in casa è progettare il comfort!


per qualsiasi domanda, più in basso trovi la finestra “Lascia un commento” – non devi registrarti e il tuo indirizzo email non sarà mai pubblicato, approfittane! Ah, un’ultima cosa: sei dovuto andare su Google per capire questo articolo? Cerchiamo sempre di scrivere per farci ben capire, ma se alcuni termini richiedono un chiarimento, Ti prghiamo di scrivere nella finestra LA PAROLA che richiederebbe una definizione migliore o un link diretto per poterla capire. Scrivici e non farti spazientire



 

VMC decentralizzata - La VMC puntuale a doppio flusso è costosa 3

 

 

autore: Federico Sampaoli


VMC decentralizzata - La VMC puntuale a doppio flusso è costosa 5

     

172 commenti su “La VMC puntuale a doppio flusso è costosa”

  1. consiglio di far fare l’ordinazione della VMC al suo idraulico o al suo elettricista, insomma da una partita iva che potrà ricevere gli elementi e la macchina vmc per l’installazione ad un prezzo non da privato. le servirà anche un muratore per eseguire le fonometrie necessarie e il ripristino delle finiture, quindi anche l’impresa edile potrebbe acquistare e fornire a lei.
    non era una domanda sciocca

  2. So che la domanda potrà sembrare sciocca e me ne scuso, ma non trovo una risposta soddisfacente su Google. La marca tedesca che inizia con la M è commercializzata da un’azienda dell’Alto Adige. Io però abito in un’altra regione. Se volessi acquistare quei prodotti e farmeli spedire a casa, a quale professionista dovrei rivolgermi per l’installazione? Idraulico? Elettricista?
    Ringrazio e mi scuso ancora.

  3. il sensore CO2 mostra sempre una variazione velocissima non appena si apre una finestra.
    la percentuale di umidità è normale che cambi con lentezza

  4. Certo, la macchina fa il suo dovere e si avverte il suo contributo. Il misuratore è molto accurato nella misurazione della CO2. La conferma lampante ce l’ho quando, invece di aspettare il lento lavoro che fa la vmc, apro la finestra: la CO2 precipita. Non l’umidità. Non so se è difettoso il mio misuratore o è un problema diffuso a questo modello, ma la cosa mi nuoce relativamente visto che il mio obbiettivo primario è tenere bassa la CO2. Sono riuscito anche a scaricare un report in excel che mi dà un quadro ben preciso dei 4 valori misurati (co2, umidità, temperatura, rumorosità) dal mese di dicembre (istallazione) ad oggi.
    Tornando al mio dubbio cerco di approfondire le mie perplessità. Considera che la macchina non è ermetica. Il coperchio si tiene chiuso con 2 potenti, ma semplici calamite. Per testare il funzionamento della canalizzazione ho messo la mano davanti: a velocità 1 non si avverte nulla; a velocità 2 si inizia ad avvertire qualcosa; a velocità 3 si avverte il flusso dell’aria.

  5. no, la tua canalizzazione è corretta e la mandata fai da te verso la camera manda in sovrapressione la camera e in depressione il bagno quindi la VMC, pur non nata per offrire una breve canalizzazione, dovrebbe generare un flusso d’aria virtuoso.
    con un sacchetto leggero tipo ortofrutta del supermercato si nota subito se i flussi aria ci sono.

    ma a parte gli strumenti forse non attendibilissimi per monitorare co2 e umidità interna, c’è la sensazione di miglioramento della qualità dell’aria oppure no?

  6. Sono un esperto-lettore, possiamo darci del tu.
    L’idea sulla carta era proprio mandare 30 mc di aria preriscaldata dalle 2 griglie superiori h24. Il problema è che secondo me la canalizzazione non funziona. Ho realizzato la canalizzazione come in questa immagine http://espertocasaclima.com/wp-content/uploads/2020/03/agevolazioni-fiscali-installare-vmc-ventilazione-03.jpg
    ma a differenza dell’immagine, ho istallato la macchina in bagno canalizzando la mandata al posto della ripresa. E questo penso sia stato un grande errore perchè l’aria proveniente dall’esterno, benchè preriscaldata, non riesce a raggiungere l’altra stanza poichè la macchina è progettata per espellerla dalle 2 bocchette superiori. La WRG della Meltem, invece, dovrebbe riuscire a “spingere” l’aria fredda verso l’alto proprio perchè la macchina è canalizzabile, tant’è che è garantita una canalizzazione fino a una distanza di 10 metri.
    Il monitoraggio della qualità dell’aria è affidato al misuratore della Netatmo, carino esteticamente, ma non eccezionale in quanto a precisione soprattutto in riferimento all’umidità che sembra essere rimasta invariata.

  7. ho letto che la sua VMC Vents Micra 60 garantisce 30mc/ora alla minima portata quindi con la sua autocostruita canalizzazione ha inviato dalle 2 griglie superiori 30mc di aria preriscaldata dal recuperatore di calore in camera matrimoniale.
    passare da zero ricambio a 30 metri cubi non può essere la stessa cosa. certo sono pochino per 2 persone adulte, questo è vero, però la VMC porta via un bel po’ di umidità che sarebbe rimasta in camera.
    che strumento è stato utilizzato per monitorare la CO2?
    i valori umidità relativa come sono variati?

  8. Ho acquistato una vmc a doppio flusso non canalizzabile. Dopo aver letto il tuo articolo mi sono fatto tentare dall’idea di servire un altro locale facendo una breve canalizzazione. Ho modificato, in modo artigianale, la mandata della vmc è l’ho collegata con la camera matrimoniale. Ho monitorato i valori di CO2 prima e dopo il collegamento, ottenendo dei risultati molto deludenti. In sostanza la qualità dell’aria si è abbassata. Mi sono dato anche una spiegazione: ho preteso che dell’aria fredda proveniente dall’esterno andasse verso l’alto senza la giusta “spinta”. Ora sarei tentato di sostituire la mia macchina (Micra 60 della Vents) con la Meltem (circa 1.500 euro di preventivo), ma vista la spesa sono titubante. E se non funzionasse nemmeno la Meltem?

  9. Posso inviare le informazioni tramite questo canale o sarebbe una consulenza di natura diversa dalle indicazioni che si condividono sul blog?

  10. sfruttare una sola macchina VMC decentralizzata per servire qualche locale attiguo con una breve canalizzazione non è sempre possibile: dipende dalla fortuna della distribuzione dei vani e dagli eventuali impedimenti di tipo architettonico o di mobilio interno. dunque l’unico modo per fare uno studio di fattibilità è vedere la pianta, poi capire se ci sono elementi strutturali che impediscono alcuni passaggi e poi verificare che i mobili interni non ostacolino il progetto.
    è ovvio che una VMC decentralizzata non ha portate d’aria come un impianto centrale. se ci aggiungiamo qualche canalizzazione le portate d’aria scendono ancora a seconda che si dimezzino o no tra altri 2 locali per creare un flusso d’aria ancora più virtuoso. resta però il beneficio non da poco di buttare fuori diversa umidità e CO2 con un costo di elettricità irrisorio.

  11. Buongiorno Sig. Sampaoli,
    leggo in una sua risposta che è possibile utilizzare una VMC per “trattare” due ambienti utilizzando canalizzazioni per la mandata e la ripresa. E’ da un po’ che faccio ricerche per capire quale apparecchio scegliere ed ho trovato un prodotto tedesco che permette una canalizzazione per collegare due ambienti ma apparentemente l’immissione di aria dall’esterno avviene in solo uno dei due. Può per favore fornirmi qualche maggiore indicazione su come utilizzare una vmc a doppio flusso incrociato per garantire il corretto ricambio di aria tra due ambienti contigui di cui uno è un bagno e l’altro una cucina aperta sulla zona giorno? Grazie!

  12. Buona sera Sig. Peppe
    per una riqualificazione dell’edificio non prevedere un sistema di ventilazione meccanica controllata risulta come non richiedere confort in tutte le stagioni.
    La ventilazione puntuale è di certo una buona soluzione anche se queste apparecchiature sul mercato di ottima qualità risultano due tre marche non citati nei vostri commenti.
    Ottime macchine di ventilazione puntuale costano circa 1400 € minimo cadauno altrimenti si ripiega su apparecchiature di basso profilo di costo circa 350 €/cad.
    Vi sono differenze enormi sia dal punto di vista dei consumi elettrici sia nella capacità di filtrare l’aria dai pollini e PM10 e la capacità di recupero del calore.
    E’ molto semplice calcolare i costi di funzionamento, delle apparecchiature a basso costo, che nel tempo di circa 5 o 10 anni ci costano di più che puntare a VMC puntuali molto più performanti.
    In ogni caso risultano migliori i sistemi di ventilazione meccanica controllata ad alta efficienza, sempre certificate Passiv (mi raccomando se volete avere una certezza di andare sul sicuro ) nelle riqualificazioni complessive delle vostre abitazioni o nuove. Le puntuali sono ottime apparecchiature in situazioni in cui si desidera solo una ottima qualità dell’aria dei vostri ambienti. Chi ha la ventilazione meccanica controllata non tornerebbe mai indietro.

  13. no, io intendo una vcm a doppio flusso con flussi incrociati che permette di canalizzare brevemente o la mandata o la ripresa o entrambe: questa soluzione genera un flusso d’aria molto virtuoso che si occuperà egregiamente di mantenere basso il livello di umidità interno.

    l’attenzione alla progettazione del tetto in legno è rivolta a garantire che si ottenga la tenuta all’aria, altrimenti tra muratura e struttura in legno esisteranno sempre passaggi d’aria non previsti con i dannosi effetti delle condense interstiziali.

  14. Grazie molto per la risposta.

    Molto interessante l’idea delle canalizzazioni solo per la mandata.
    Per l’espulsione quindi si metterebbe un apparecchio a Tubo?
    Quale consiglierebbe?

    Confermo che il tetto sarà in legno. Non capisco il commento sull’attenzione particolare in questi casi.

  15. io preferisco progettare una vmc puntuale (a flusso incrociato) che mi permetta con una breve canalizzazione di servire 2 o 4 ambienti per moderare il livello di CO2 interno e abbassare l’umidità ambiente.
    in fondo sono proprio queste due cose che influiscono fortemente sulla qualità di una casa moderna che per forza di cose è sigillata dai serramenti attuali.
    la tenuta all’aria di una casa di oggi non è solo fanatismo, è la vera e unica soluzione alle condense interstiziali (ci pensi bene nel controllo del progetto della mansarda se è previsto un tetto in legno).
    il suo clima non è rigido come altri in italia, ma comunque il periodo di riscaldamento è quello che veramente necessita di un ausilio del trattamento dell’aria.
    a seconda della disposizione dei vani nei 4 piani forse è possibile qualche trucchetto e evitando di installare 4 vmc riuscire comunque a posizionare in modo ottimale le mandate e le riprese.
    molto pratica è la soluzione con ripresa direttamente in vmc e canalizzazione della sola mandata: le tubazioni restano molto molto pulite e la manutenzione sarà solo la sostituzione di filtri a fine settembre.

  16. Salve e complimenti per il Blog.
    Vorrei un suo parere per la VMC. Devo costruire una villetta composta di due piani più mansarsa e sala hobby nel seminterrato (totale 4 piani).
    PT=90mq, (1 Camera Letto, 2 bagni, Cucina, Salone, e Studio)
    P1= 53mq (2 Camere letto, 1 bagno, 1 Lavanderia)
    P2=20mq (1 Camera e 1 Bagno),
    P. Semint=110mq (1 Sala hobby, 1 grande cucina, 1 bagno, 1 stanza da letto)
    Vorrei realizzare la VMC nei tre piani abitabili e pensare/predisporre la VMC per il Seminterrato, se mi dovesse occorrere in futuro. Siamo 4 persone ed una è sempre in casa.
    La casa si trova a Grottaferrata, 350m SLM in provincia di Roma.
    Le sere estive sono fresche. L’inverno si scende sotto zero solo poche notti l’anno. Siamo fuori del centro abitato con aria “pulita” e molti insetti.

    Sono scettico per la VMC centralizzata per i timori sulla pulizia dei condotti e pensavo ad una VMC puntuale SudWind o Prana.

    Che ne pensa?

    Non capisco lo scetticismo per le VMC a tubo che agiscono 70 sec pompando e 70 sec aspirando. Anche con quelle centralizzate, se le finestre e porte sono stagne si creerebbe una decompressione. Per la Prana, sembra che sia possibile aggiungere dei filtri.

  17. sdoppiare la mandata e la ripresa è sempre possibile per questa VMC a doppio flusso, accettando il fatto che le portate d’aria saranno dimezzate: i canali piatti saranno sostituiti da canali corrugati flessibili da 75mm di diametro.
    l’idea di montare la VMC nel disimpegno richiede due canali tondi da 100mm di diametro uno sopra all’altro che trapassano la spalletta destra del bagno. credo che si possa fare.
    sarà indispensabile isolare entrambi i canali con isolante e barriera al vapore per evitare condense interstiziali.

  18. Ciao Federico, sto approfondendo per l’installazione della M-WRG… Mi chiedo se è possibile montarla sopra intonaco nel disimpegno che non è perimetrale, canalizzando brevemente (nell’ordine di 3 metri max) i due tubi per il carotaggio.

    Poi potrei coprire la macchina e le canalizzazioni con del cartongesso, lasciando esposta solo la parte frontale, realizzando un incasso.

    Inoltre non mi è chiaro se è possibile sdoppiare sia la ripresa che la mandata, per aspirare da due locali e servirne con aria fresca altri due. Avendo intenzione di ricavare un piccolo bagnetto senza doccia di fianco all’attuale bagno, al di là del muro, vorrei poter mettere un T quel giorno e aprire una seconda griglia di aspirazione, eventualmente ridotta.

    Grazie ancora!

  19. per la fortuna dei lettori io non ho nessun legame con le aziende produttrici di materiali e impianti.
    1 sola VMC brevemente canalizzata non riesce che a dimezzare la mandata o la ripresa quindi nel tuo caso la macchina non centralizzata che potrebbe gestire anche la zona giorno sarebbe quella descritta in questi articoli dedicati, “la VMC intelligente“.

  20. Grazie infinite Federico. Riguardo alla canalizzazione: non è possibile prevedere una mezza/terzo/quarto di mandata anche nella zona giorno, per avere un leggero e costante ricambio d’aria anche lì nelle ore successive ai convivi? La cappa la si usa nel momento preciso della cottura e poi si preferisce spegnerla proprio per il rumore. Gli odori però si diffondono anche successivamente, mentre si mangia e anche poi, motivo per cui una ventilazione aiuterebbe a controllare la bontà dell’aria.

    PS: ma insomma, questa VMC puntuale da canalizzare, posso comprarla da te? 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.