Troppa illuminazione stradale, il troppo storpia

Illuminazione stradale: progetto per migliorare la visibilità notturna.

Il progetto “Pavement Surface characterisation for smart and efficient road lighting” vuole fornire le conoscenze per illuminare meglio ogni via asfaltata, riducendo il rischio di incidenti e limitando i consumi energetici.

Ci penserà l’Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica (INRIM) a studiare quanta luce e quanti lampioni servono per una buona visibilità notturna a seconda del tipo di asfalto. E’ la giusta illuminazione a determinare la capacità di distinguere la strada dal terreno circostante e di rilevare eventuali ostacoli presenti in carreggiata.

Ho letto che la normativa europea risale a 40 anni fa, e certamente è così – ma se ci mettiamo a migliorare le condizioni di guida attraverso un’accresciuta visibilità notturna del manto stradale, cosa succederà? diminuiranno gli incidenti o permetteremo agli automobilisti di correre come se fosse giorno?

Mi pare che i limiti di velocità autostradale scendano in caso di pioggia o di nebbia.. allora perchè non investire in segnaletica intelligente e rallentare il traffico in caso di scarsa visibilità notturna? anche il rumore si abbasserebbe.

Il Creatore ha fatto il giorno e poi la notte, vogliamo tornare un po’ sui nostri passi o dobbiamo impazzire tutti completamente?

illuminare meglio ogni via asfaltata ???

ma siamo diventati matti? lasciateci il buio che già è poco.

Oggi l’Europa ha dotato di illuminazione notturna quasi la metà dei 5,5 milioni i chilometri di strade asfaltate.

Propongo di investire la stessa cifra su altri fronti, non mancano.

Quanto ho commentato è frutto della mia piccola opinione sull’argomento.

Se vi interessa leggete quanto scrive Mario Di SoraPresidente UAI, che si è tolto la curiosità di verificare se è proprio vero che i posti più illuminati siano quelli con percentuali minori di incidenti (in base ad alcuni dati raccolti è emerso che, il più delle volte, così non è).

E i pipistrelli? scommetto che li avevate dimenticati! e poi a chi piacciono? Signori, devono essere protetti in maniera rigorosa (art. 2 della L. 157/1992; all. II e III della Convenzione di Berna, resa esecutiva con la L. 503/1981; all. II della Convenzione di Bonn, resa esecutiva con la L. 42/1983; all. B e D del D.P.R. 357/1997; Accordo sulla conservazione delle popolazioni di pipistrelli europei, reso esecutivo con la L. 104/2005). Potete approfondire l’argomento ILLUMINAZIONE ARTIFICIALE NOTTURNA E TUTELA DEI CHIROTTERI andando al link.

Tuteliamo l’oscurità naturale notturna!

sei d'accordo con l'obiettivo di illuminare meglio ogni via asfaltata?

 

            

lettura senza banner pubblicitari grazie alla generosità dei lettori – dona anche Tu!

+ involucro - impianti copyright

federico_sampaoli_espertocasaclimacom  ipha_member   articolo ideato, scritto e diretto da Federico Sampaoli, impegnato a favore delle persone, del comfort e dell’open information, titolare e caporedattore di espertocasaclima.com – blog di formazione e comunicazione online dal 2009.

Se vuoi conoscere il mio profilo LinkedIn

Entra anche Tu nella lista dei sostenitori del Blog espertoCasaClima :

Visita il profilo di federico su Pinterest.

SalvaSalva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *