espertocasaclima sostiene Avaaz, il clima è nelle nostre mani

Tra 24 mesi la Conferenza di Parigi stabilirà le sorti delle battaglie contro il cambiamento climatico. 24 mesi per far eleggere i leader giusti, portarli a Parigi, dar loro un piano e poi fare in modo che mantengano le promesse. Smettiamola con il fatalismo che niente può cambiare.

Come per tutto, servono soldi… Ma che ne pensereste se invece che soldi parlassimo di promesse di donazione fino al vertice parigino? si addebiteranno le donazioni solo se verrà raggiunto l’ obiettivo… l’obiettivo dei 50mila sostenitori.

Il fatalismo, oltre che inutile, è anche incompetente. Dobbiamo convertire le nostre economie fondate su petrolio e carbone verso fonti di energia alternative e fare le stesse cose consumando meno. Ricordate che ogni abitazione potrebbe consumare 1/4 di quanto sta consumando oggi, con le giuste decisioni in fatto di isolamento termico.

Avaaz è tra le poche organizzazioni di pressione a livello globale a poter fare pressione sui politici.

Il presidente francese Francois Hollande presiederà il vertice, facciamogli sapere cosa vogliamo da lui!

Distruggiamo la macchina della disinformazione sul tema del cambiamento climatico, informiamoci al meglio! Torniamo a leggere anzichè utilizzare qualche inutile passatempo!

Sono certo che di fronte a una catastrofe di proporzioni planetarie, 195 governi in una stanza possono rivelarsi semplicemente degli incompetenti con la scusa che non esiste una soluzione reale.

Bisogna muoversi! C’è bisogno di decine di migliaia di promesse di donazione!

Durante l’ultima conferenza sul clima a Copenaghen, nel 2009, i membri di Avaaz erano 3 milioni, oggi sono 31 milioni.

Il cambiamento climatico è forse il problema più grave a livello globale e richiede la cooperazione di tutti. Con milioni di membri uniti dallo stesso ideale, Avaaz potrebbe diventare lo strumento migliore per un’azione collettiva: l’occasione per non farci rimproverare dai nostri figli – un giorno. Diamoci da fare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.