VMC e formaldeide

La formaldeide è anche chiamata Metanale e già da qui si intuisce che può far male… fa anche rima.

Scherzi a parte, sapete dal numero dei miei post sulla ventilazione meccanica controllata quanto io sia favorevole alla VMC. Qui non parlo di risparmio energetico! Parlo di qualità dell’aria!

vmc-formaldeide

Visto l’enorme impiego di resine derivate dalla formaldeide nelle produzioni di:

  • manufatti,
  • rivestimenti ,
  • resine termo-indurenti,
  • laminati plastici,
  • adesivi
  • schiume isolanti

e considerato che queste tendono a rilasciare nel tempo molecole di formaldeide in ambiente, io non ho dubbi che "cambiare aria" sia più salubre rispetto a lunghe apnee e arieggiamenti forse mal eseguiti (quando eseguiti).

La formaldeide è uno dei più frequenti inquinanti di interni:

  • vernici collanti di pannelli in legno di truciolato, nobilitato o medium-density fibreboard
  • pannelli fonoassorbenti dei controsoffitti
  • pareti divisorie degli uffici open space

Nel tempo tende a volatilizzarsi nell’ambiente: l’ossidazione del metanolo si decompone in aria diventando una sostanza tossica.  La formaldeide è un potente battericida, e negli additivi alimentari ha la sigla E 240 (come conservante).

Ora non pensate di vivere sotto formalina! le concentrazioni di formaldeide presenti normalmente in casa sono generalmente basse.

L’ Organizzazione Mondiale della Sanità indica come limite massimo di concentrazione accettabile di formaldeide in casa, 100 microgrammi per metro cubo, cioè 0,1 parti per milione (ppm).
L’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC) dal 2004 ha inserito la formaldeide nell’elenco delle sostanze considerate con certezza cancerogene.

Se state facendo lavori in casa, pensate anche alla VMC!

non ve ne pentirete.

federico_sampaoli_espertocasaclimacomsostegno-al-blog-espertocasaclima.com

View federico sampaoli's profile on LinkedIn

 

2 pensieri su “VMC e formaldeide

  1. Federico Sampaoli Autore articolo

    arieggiare 5 minuti al giorno è inutile (è poco utile): potrebbe bastare se fuori ci fossero -20° C.
    i muri sono quelli che sono e certamente sono il problema. la loro temperatura superficiale è troppo bassa e l’umidità interna condensa in tutti i punti più freddi.
    prima di intervenire con interventi “rattoppo” perchè non acquistate qualche igrotermometro per cominciare a gestire correttamente la ventilazione manuale?
    ogni volta che superate il 65% di umidità relativa saprete che state andando in contro ai guai.
    leggete http://espertocasaclima.com/muffa/troppa-umidita-in-casa/

    la pittura termoisolante non la consiglio: è una forma di coibentazione interna che porta ad un ulteriore abbssamento della temperatura della struttura dell’edificio e ad un peggioramento della permeabilità al vapore della muratura.

    le griglie di areazione sarebbero dei fori nell’involucro: dispersioni termiche in aumento.

    un paio di macchine di ventilazione controllata con recupero di calore potrebbero sensibilmente migliorare la situazione.
    leggete http://espertocasaclima.com/temi/ventilazione/

  2. Alessandro

    Buongiorno, in primis complimenti per il sito molto interessante. La disturbo per chiederle qualche consiglio. Ho una villetta bilivelli nella provincia di Roma che costeggia un golf club, per cui la zona è molto umida. La costruzione risale al 2006, e da circa 1 anno ho sviluppi di condensa (ovviamente nei mesi invernali) su tutte le pareti dotate di finestra esposte sia a nord che a sud. Il riscaladamento è autonomo è mediante cronotermostato lo imposto a 20/21 c° in accensione automatica 24 ore su 24. Cerco di arieggiare 3/5 minuti al giorno entrambi i piani. Le pareti dovrebbero essere costituite da tre strati (foratini, intercapedine, foratini), ho doppi vetri con telaio di alluminio.
    Siccome sono stanco di pulire ogni anno, ho due bambine che dormono in una stanza dove è capitatata qualche macchia vorrei risolvere definitivamente. Cosa ne pensa di questi rimedi casalinghi:
    – Stendere 2 mani di pittura termoisolante (Boero)
    – Realizzare delle griglie di aerazione con l’esterno sulla parete incriminata (credo che così esca il vapore, ma la parete sarà ancora più fredda??)

    Poi leggevo in merito ai sitemi di ventilazione meccanica, ma quanto costa (indicativamente) un impianto del genere (villetta 2 piani 100 mq) e sono risolutive per le condense, perchè leggo che se i muri
    hanno problemi di trasmittanza la situazione non milgiora.
    Grazie
    Grazie mille.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.