consulenza per efficienza energetica

riscaldamento a battiscopa - Seminterrato isolato e riscaldato, comfort e temperatura operante 1

Seminterrato isolato e riscaldato, comfort e temperatura operante

5 risposte

Un seminterrato isolato sul lato interno e riscaldato non solo guadagna in salubrità degli ambienti ma finalmente raggiunge temperature superficiali interne più elevate e piacevoli. Una cosa è certa: la percezione del comfort migliorato è il risultato di una ideale temperatura operante.

riscaldamento a battiscopa - Seminterrato isolato e riscaldato, comfort e temperatura operante 2

Vuoi guardare l’articolo? vai al VIDEO

unknown.jpg

come rinnovare l’impianto di riscaldamento

Se con l’occasione dell’isolamento termico si potesse anche rinnovare l’impianto di riscaldamento oppure aggiungerlo se non ci fosse stato prima, quale riscaldamento aiuterebbe il seminterrato a diventare un ambiente veramente confortevole? Un radiante a pavimento di solito non è possibile per colpa delle altezze 🙁

In un ambiente seminterrato, con pareti libere, sarebbe ideale un riscaldamento a battiscopa che evita la concentrazione della fonte di calore in un unico punto:

riscaldamento a battiscopa - Seminterrato isolato e riscaldato, comfort e temperatura operante 3

Avendo deciso di intervenire con un isolamento interno e un perfetto sistema di riscaldamento, senza saperlo, stiamo progettando una migliore temperatura operante!

temperatura operante

La temperatura operante rappresenta la temperatura uniforme di un ambiente dove una persona scambia (per irraggiamento e per convezione) la stessa potenza termica scambiata nell’ambiente che termicamente non è uniforme (definizione tratta dalla norma UNI 10375:2011).

riscaldamento a battiscopa - Seminterrato isolato e riscaldato, comfort e temperatura operante 4

Quasi tutti gli ambienti presentano delle disomogeneità termiche. Infatti, stare bene è abbastanza raro – i nostri sensi percepiscono anche piccole sensazioni di discomfort: una porzione di parete più fredda, un serramento un po’ troppo disperdente, un piccolo movimento d’aria dovuto a temperature superficiali troppo basse.

omogeneità termica

Ecco per esempio perchè chi ha avuto la possibilità o l’opportunità di entrare e magari soggiornare in un edificio in legno (solitamente anche iper isolato) ha subito avuto la percezione opposta: una notevole omogeneità termica! una grande sensazione di comfort (e a volte di invidia 🙂 ).

sensazioni termiche

riscaldamento a battiscopa - Seminterrato isolato e riscaldato, comfort e temperatura operante 5

La temperatura operante è un parametro fittizio, un’invenzione matematica che sintetizza in un solo valore l’insieme degli scambi termici di un ambiente reale non uniforme, quindi le sensazioni termiche di una persona all’interno di una stanza.
È un parametro che ha a che fare con il benessere delle persone in un certo ambiente.

l’importanza dell’isolamento interno

La temperatura operante dipende quindi

  1. dalla temperatura dell’aria interna, ovviamente
  2. ma anche dalle temperature superficiali interne

Ecco perchè avere una superficie isolata con un pannello igroscopico invece che una parete fredda, magari in cemento, migliora le nostre sensazioni corporee.

la temperatura media radiante

Dalla temperatura operante e dalle temperature superficiali interne si ricava la temperatura media radiante.

Meglio non essere sbrigativi se vogliamo progettare il comfort 😉


federico sampaoli espertocasaclima

copywriter, content creator & web editor – Federico Sampaoli  consulente tecnico per l’isolamento termico dell’involucro edilizio

Qui sotto puoi lasciare un commento” – non devi registrarti e il tuo indirizzo email non sarà mai pubblicato, approfittane!  riceverai presto una risposta!

acquistando da QUI il prezzo per te non aumenterà, ma Amazon riconoscerà una piccola cifra a sostegno di espertocasaclima.com che intende rimanere libero da insopportabili Pop-up

oppure sostieni l’informazione libera e imparziale di espertocasaclima con un un Buono Regalo Amazon digitale (via e-mail o SMS)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

5 risposte a “Seminterrato isolato e riscaldato, comfort e temperatura operante”

  1. @ fabio

    40 mc/ora sono eccessivi e d’estate portano in casa troppa umidità (ovviamente dipende dall’umidità assoluta esterna interna):
    per scoprirlo ci serve un termoigrometro con punto di rugiada: https://amzn.to/44Po7XP oppure https://amzn.to/42OIlir (costa ma è utile)
    non alzerei la temperatura artificialmente, perchè se da un lato sarebbe piacevole in questo momento, poi non riuscirò più a scaricare energia in eccesso.
    tutto dipende ovviamente da cosa voglio fare nel seminterrato… 😉
    ridurrei al minimo la velocità della vmc o la farei andare solo di notte, sempre con un occhio alle temperature di rugiada

  2. Buon giorno Federico, attualmente la taverna gode di una sua temperatura stabile a 22°, senza riscaldamento. L’ho riattivato e la sto stabilizzando a 24°, mentre vorrei portarla a 26° in piena estate? E’ sufficente una temperatura di mandata di 30/32° circa. Quando mi accorgero’ che lei da sola riuscira’ a mantenere quelle temperature, spegnero’ il riscaldamento. Questo per alzare il livello di confort e la temperatura di rugiada, avendo comunque la vmc sempre attiva, programma qualita’ dell’aria e livello minimo 40 mq/h. Che ne pensa ?

  3. quindi questo articolo dedicato al seminterrato le darà la forza di terminare i lavori!
    spero proprio che l’insieme di tutte le soluzioni per la taverna possa garantirle un comfort mai avuto prima.

    la variabile dove non possiamo intervenire resta il clima esterno, quindi per l’arieggiare il locale bisogna regolarsi con tutto il buon senso possibile: ho scritto a questo proposito l’articolo “Esiste una soluzione alla condensa di primavera o estiva? ” che sarà pubblicato giovedì

  4. Ancora una volta, dopo confronti e riflessioni tra me e me o con tecnici vari, ammetto con soddisfazione che il suo modo di vedere e pensare sia molto corretto e completo. Da lodare. Infatti ho abbandonato l’idea della finta stufa, non mi avrebbe mai dato la stessa soddisfazione di un riscaldamento a battiscopa. Lo stiamo installando con il mio idraulico in questi giorni. Sul pilastro mettero’ comunque un tipo di rivestimento solo ai fini estetici. Grazie di nuovo dei suoi prezioni consigli. Vi aggiornero’ nei prossimi mesi.

  5. Grazie, sig. Sampaoli, sono onorato di essere stato fonte di un suo articolo!!