Vai al contenuto

Come isolare un tetto in legno contro il caldo con l’IA

Ho chiesto all’Intelligenza Artificiale come isolare un tetto in legno contro il caldo. Non è uno stupido esperimento, infatti non ho fatto la stessa domanda ad Alexa. A proposito: Alexa, come posso isolare un tetto in legno contro il caldo?

isolare un tetto in legno contro il caldo

Ho chiesto all’Intelligenza Artificiale di questo particolare isolamento solo per capire se entro qualche anno anche i progettisti potranno trasferirsi direttamente al mare o in un clima mite per oziare. Ozio forzato 🙂

Vuoi guardare l’articolo? vai al VIDEO

unknown.jpg

isolamento tetto in legno - Come isolare un tetto in legno contro il caldo con l'IA 1

l’Intelligenza Artificiale mi dà 5 risposte + un consiglio che dopo analizzeremo nel dettaglio, quindi non leggiamo le risposte adesso 😉 Tanto sono perfettamente inutilizzabili, ad eccezione del consiglio 🙂

Il cervello mi mette a disposizione tutte le mie informazioni, tutte le mie esperienze e tutte le cose lette e imparate fino ad oggi per progettare l’isolamento di un tetto in legno, ma di certo non può tenere a mente tutte le informazioni che l’Intelligenza Artificiale può gestire.

Se il mio modo di ragionare può intrecciare una serie di regole e proprietà fisiche dei materiali da costruzione o per isolamento termico in modo che il mio progetto sia valido, figuriamoci cosa può fare in qualche secondo l’Intelligenza Artificiale che immagazzina dentro di sé tutto quello che ho imparato io, più altri miliardi di informazioni utili a restituire  un progetto eccellente.

In teoria l’Intelligenza Artificiale potrebbe incrociare tutte le informazioni conosciute ad oggi, di noi “progettisti umani”, ma anche centinaia e centinaia di schede tecniche dei materiali isolanti, elaborando un progetto di isolamento di un tetto in legno contro il caldo senza possibilità di errore .

Solo se il mio cervello contenesse altrettante informazioni (il che è impossibile) potrebbe far meglio: magari facendo leva sulla mia personale sensibilità o sul mio intuito o sul mio personale piacere nel star lì alla scrivania a progettare…

isolamento tetto in legno - Come isolare un tetto in legno contro il caldo con l'IA 3

Eppure OpenAI non mi ha battuto, ha solo fatto uno sforzo inutile per restituire informazioni completamente inutilizzabili ai fini del progetto:

isolamento tetto in legno - Come isolare un tetto in legno contro il caldo con l'IA 5

le indicazioni fornite dall’Intelligenza Artificiale

Per isolare un tetto in legno contro il caldo, ci sono diversi metodi che si possono utilizzare. Ecco alcuni suggerimenti:

  1. Utilizzare isolanti termici ( sì 🙂 questa è un’idea intelligente!): ci sono molti tipi di isolanti termici disponibili sul mercato (vero 🙂 ), tra cui la lana di roccia ( no 🙁 la lana di roccia NON isola dal caldo), la fibra di vetro ( no 🙁 anche la fibra di vetro NON isola dal caldo! EVITATE come la peste la lana di roccia o di vetro 😉 ), la schiuma spray ( no 🙁 la schiuma isola poco dal caldo), la cellulosa soffiata ( sì, indovinato! 🙂 la cellulosa isola dal caldo), ecc. ( proprio in quell’eccetera 🙁 si nascondono gli isolanti che isolano dal caldo: la fibra di legno, la fibra di canapa è il sughero). Gli isolanti possono essere posati direttamente sulle travi del tetto per creare uno strato protettivo contro il calore. ( sì, questa era l’idea! 🙂 ) isolamento tetto in legno - Come isolare un tetto in legno contro il caldo con l'IA 7
  2. Installare una barriera radiante: una barriera radiante è uno strato sottile di alluminio che viene posato tra l’isolante e il tetto ( no! 🙁 sopra l’isolante). Questo strato aiuta a riflettere il calore lontano dal tetto, mantenendo la temperatura interna più fresca. (un materiale riflettente è un sistema di isolamento termico con una superficie riflettente a bassa emissività confinante con una intercapedine d’aria. Il materiale riflette riducendo l’energia trasmessa per irraggiamento come le coperte per i feriti  impediscono la dispersione dell’energia termica del ferito per irraggiamento:isolamento tetto in legno - Come isolare un tetto in legno contro il caldo con l'IA 9
  3. Utilizzare vernici riflettenti: alcune vernici per tetti sono appositamente formulati per riflettere la luce solare e ridurre la temperatura del tetto. Queste vernici possono essere applicate direttamente sulla superficie del tetto in legno. (sul legno proprio magari no 😐 ma le pitture riflettenti, oltre che sui manti bituminosi, possono essere applicate anche su intonaci, superfici in cls, coperture in lamiera, coppi e tegole e lastre ondulate bitumate con i benefici di una elevata riflettanza di moderare il calore assorbito dai raggi solari:isolamento tetto in legno - Come isolare un tetto in legno contro il caldo con l'IA 11
  4. Utilizzare vegetazione sul tetto: un tetto verde può aiutare a isolare il tetto in legno contro il caldo. La vegetazione può assorbire il calore e creare un effetto isolante naturale. ( sì 🙂 questa è un’idea intelligente! raramente fattibile ma è un contributo al solo isolante che aumenta la prestazione estiva, un po’ come farebbe l’argilla espansa in granuli che io uso molto spesso per i tetti piani):isolamento tetto in legno - Come isolare un tetto in legno contro il caldo con l'IA 13
  5. Installare una copertura di riflessione solare: una copertura di riflessione solare può essere applicata sopra il tetto esistente per riflettere la luce solare e ridurre la temperatura interna. Queste coperture possono essere costituite da materiali come lastre di metallo, lastre di ceramica o lastre di plastica. (mai sentita questa 😐 boh)

È importante consultare un professionista esperto nella realizzazione di tetto in legno prima di procedere con qualsiasi metodo di isolamento per garantire che venga effettuato correttamente. (questo sì che un consiglio intelligente 🙂 🙂 🙂 )

isolamento tetto in legno - Come isolare un tetto in legno contro il caldo con l'IA 15

l’Intelligenza Artificiale ha dato 5 risposte scarse o sbagliate, ma un consiglio a dir poco eccezionale 🙂 “consultare un professionista esperto”.

Probabilmente l’Intelligenza Artificiale non è ancora stata addestrata per entrare a liberare dalle catene chi progetta nel mondo dell’edilizia, eppure, se così si fa chiamare, dovrebbe in parte riuscire a costruirsi da sola nuovi codici complessi per essere in grado di rispondere a domande come la mia. Vedremo…

Fate anche voi delle prove o delle domande inerenti alla vostra professione e poi raccontatemi com’è andata, questo è il link. In caso, facciamo un pullman e andiamo tutti al mare insieme 🙂

"Poco più in basso puoi lasciare un commento" - non devi registrarti e il tuo indirizzo email non sarà mai pubblicato, approfittane!  e iscriviti al blog tramite email per ricevere la notifica di nuovi post: vai sulla colonna di destra e cerca ISCRIVITI al Blog

copywriter, content creator & web editor - Federico Sampaoli  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2 commenti su “Come isolare un tetto in legno contro il caldo con l’IA”

  1. @ luciano

    nel suo caso, il solaio del sottotetto già con il vecchio rivestimento in poliuretano a spruzzo che crea sempre delle superfici potrebbe ricevere un nuovo strato isolante in perlite sfusa.
    soluzione ideale nel suo caso, anche per il trasporto al piano sottotetto molto facile.
    se il problema dello scarso isolamento era anche estivo, suggerisco di fare il calcolo termico con gli spessori attuali compresi del solaio intonacato all’intradosso per scoprire le ore di sfasamento estivo attuali e simulare lo spessore di perlite da aggiungere 😉

  2. Buongiorno Federico,
    devo rifare la copertura del tetto dello stabile con sostituzione delle tegole e listelli ammalorati.
    Il solaio non è abitabile. Per le dimensioni (c.a 570 mq) non ho valutato economicamente conveniente isolarlo, anche perché l’innalzamento conseguente avrebbe reso necessaria anche la sostituzione delle gronde di rame. Sto valutando quindi l’isolamento del solo estradosso sopra il mio appartamento, oggetto di ristrutturazione, di 120 mq. Quest’ultimo tuttavia è già ricoperto da uno strato di schiuma, insufficiente, e quindi presenta delle irregolarità che rendono impraticabile l’utilizzo di pannelli rigidi/semirigidi. Quale sarebbe a questo punto la soluzione migliore tanto contro il caldo che contro il freddo?
    Grazie del cortese riscontro.
    LA


  3. Ricorda che acquistando da QUI il prezzo per te non aumenterà, ma Amazon riconoscerà una piccola cifra a sostegno di espertocasaclima.com che può rimanere pulito da fastidiose pubblicità per una lettura tranquilla: