Finitura in argilla su cartongesso, missione impossibile?

In tantissimi articoli ho ben spiegato la differenza tra fibrogesso e cartongesso. Lo so anch’io che il cartongesso costa meno ma la qualità degli ambienti cambia sensibilmente con lastre in fibrogesso, più pesanti e costruite con materiali di qualità.

Il fibrogesso è quasi paragonabile ad un buon intonaco interno.

i capitolati prevedono raramente il fibrogesso

Il cartongesso lo dice la parola stessa, è fatto di gesso e due fogli di cartone. Costa poco, sembra una bella superficie, pochi notano la differenza. Una casa di cartongesso non è proprio la casa dei nostri sogni.
Per semplice ignoranza, la differenza vera e propria non si conosce e i capitolati prevedono raramente il fibrogesso. Costerebbe di più. Potrebbe sembrare che ogni nuovo proprietario di casa desideri una casa da pochi soldi o di poca qualità. Non è sempre così. Direi.

quando il committente si informa, allora scopre

Torniamo al tema: capita spesso che nel tempo del cantiere il committente si informi meglio su argomenti che non aveva mai approfondito, e capita che scopra che anche nelle finiture interne ci sia un mondo di possibilità e poi capita che leggendo dei miracoli degli interni in argilla si voglia proprio cambiare il capitolato e voler finire la casa con argilla.

divisori a secco - Finitura in argilla su cartongesso, missione impossibile? 1

finire la casa con argilla

L’argilla pesa, l’argilla è bagnata, l’argilla ha i suoi tempi di asciugatura.
Posso usare l’argilla se ho già finito gli interni con cartongesso? Eccoci: si può o non si può?

Intanto escludiamo l’argilla dal bagno: è terra cruda, quindi attenzione! Io l’ho messa anche in bagno, che ha del mosaico solo nella doccia: è un attimo che qualcuno dia una lavata al muro per sbaglio e distrugga la bella superficie di rasatura fine in argilla! Già successo 🙁

Nel resto della casa sarebbe proprio bello evitare tinteggiature e osare con una rasatura fine in argilla, che tra l’altro permette ogni tipo di finitura: qui la mano dell’uomo fa la differenza.

su questo argomento potresti rileggere il mio articolo:   La casa nel clima italiano di che isolamento ha bisogno?


argilla su cartongesso

Che attenzioni servono per fare un ottimo lavoro?

divisori a secco - Finitura in argilla su cartongesso, missione impossibile? 3

Tutti sanno che una volta bagnato un pannello in cartongesso lui tende a deformarsi, poi asciugherà ma intanto il mio strato di finitura sarà pieno di crepe.
Devo per forza scartare l’idea di uno strato di alto spessore. Ho sempre ripetuto che 15mm di argilla sono una finitura interna eccezionale dal punto di vista climatico dell’ambiente che abitiamo (sia d’inverno e sia d’estate, non dimentichiamolo). Ma non si può sempre avere tutto dalla vita.

divisori a secco - Finitura in argilla su cartongesso, missione impossibile? 5
Possiamo concederci un paio di millimetri, quindi un intonaco di finitura in argilla a grana fine. Per fine intendo al massimo grana mm. 0,6. Questa finitura, nella lavorazione, è molto pastosa ed elastica. Cosa c’è dentro?

  • argilla ovviamente (terra naturale),
  • sabbia lavata finissima,
  • fibre di cellulosa sottilissime,
  • polvere di marmo.

Dicevamo prima che è uno strato pesante: pensate che 2mm. di spessore equivalgono a 3kg di materiale per metro quadrato!

divisori a secco - Finitura in argilla su cartongesso, missione impossibile? 7

va bene ogni cartongesso?

No, ma non intendo la marca, intendo la finitura delle lastre! La finitura deve essere Q2.

Un’altra fissazione di espertocasaclima? No, è che nessuno mai parla di Q1 Q2 Q3 e Q4 🙁 quindi facciamo chiarezza:


Se vuoi dare un'occhiata a questo Annuncio, ma anche proseguire la lettura dell’articolo senza perdere il filo e dover ritornare attraverso il bottone indietro < del tuo browser, ricorda di cliccare sul link tenendo premuto Control (per Chrome e Firefox) oppure Command (per Safari)


in due parole, è uno standard di qualità: ci vuole dire come il “gessino” deve preparare le superfici:

  • con riferimento alla nuova Norma UNI 11424 relativa ai Sistemi costruttivi a secco, (una NORMA ci dice come fare bene una cosa!) la qualità superficiale può essere esattamente di 4 livelli (Q1 Q2 Q3 e Q4, la migliore). Parliamo proprio della preparazione delle superfici in cartongesso da fare prima delle finiture finali.

divisori a secco - Finitura in argilla su cartongesso, missione impossibile? 9

Dobbiamo ricordare di aggiungere al capitolato questo (Q2) che ci garantirà di avere il riempimento del giunto e la finitura fino a rendere continua la superficie tra i giunti e le lastre. Tutto bello liscio! Idem per i fissaggi, per gli angoli e gli elementi di collegamento. Quindi non solo il riempimento di base (qualità Q1) con finitura continua tra giunto e lastra inclusa carteggiatura del giunto, ma anche i segni delle spatole meglio non ci siano.

su questo argomento potresti rileggere il mio articolo:   materiali bioecologici per ristrutturare o costruire più naturale

Ma facciamo un passo indietro:

parliamo di preparazione del cartongesso:

  1. non posso partire e dare l’argilla con la spatola americana 
  2. devo assicurarmi che le lastre di cartongesso (e quindi il clima interno del cantiere) siano molto asciutte: dobbiamo prenderci uno strumento (costa poco) ed assicurarci seriamente che evidenzino al massimo 1% di umidità. Il gesso tende a mantenere sempre una certa umidità purtroppo 🙁 quindi meglio prestare molta attenzione 😉
  3. devo dare un fissativo, non un primer a caso, un fissativo per sottofondi con formazione di sabbia. Le superfici risulteranno improvvisamente ruvide, un po’ come la carta vetrata. Ottima situazione per aggrappare l’argilla dopo 😉
  4. devo fare queste lavorazioni tra i 5° e i 25° C quindi evitiamo l’inverno pieno l’estate piena.

l’asciugatura dell’argilla

L’argilla raccoglie volentieri l’umidità, è una sua dote! quindi se vogliamo sapere in quanto tempo asciugheranno i 2 mm di intonachino in argilla dobbiamo arrenderci alla temperatura e all’umidità dell’aria. Tutto qua.

esiste anche la pittura in argilla?

esiste anche la pittura in argilla, certo 😉

divisori a secco - Finitura in argilla su cartongesso, missione impossibile? 11


"Lascia un commento" - non devi registrarti e il tuo indirizzo email non sarà mai pubblicato, approfittane!  E un'ultima cosa: sei dovuto andare su Google per capire questo articolo? Se alcuni termini richiedono un chiarimento, scrivi nella finestra LA PAROLA che richiederebbe una definizione migliore o un link diretto per poterla capire.


autore - Federico Sampaoli  


NB: Acquistando da QUI il prezzo non aumenterà, ma Amazon riconoscerà una piccola cifra a sostegno del sito che può rimanere pulito da fastidiose pubblicità per una lettura tranquilla.




Vuoi cercare altre info nel web? usa la finestra Google qui sotto per sostenere il blog espertoCasaClima:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.