Vai al contenuto

Eliminare la muffa in casa senza isolamento e senza VMC

“appena richiudo le finestre l’umidità torna a salire fino oltre il 70 %. Cos’altro posso fare? Le finestre sono nuove, appena cambiate”

Dovrei di nuovo dir messa sull’umidità relativa e assoluta inciampando qua e là nella fisica tecnica e della climatizzazione?

Vi siete mai chiesti perchè nel passato anche architetture così poco efficienti dal punto di vista del contenimento delle dispersioni invernali riuscissero a funzionare senza massicce dosi di anti-muffa?

comprendere la muffa - Eliminare la muffa in casa senza isolamento e senza VMC 1

Sì, erano altri tempi, tutte le fessure e gli spifferi dei serramenti, delle porte, dei camini e delle stufe garantivano un vero e proprio ricambio d’aria continuo. In aiuto venivano poi i generatori di calore che certo non andavano a bassa temperatura. Ricordate i baffi neri intorno ai radiatori no? andavano sempre bollenti nelle giornate d’inverno… Erano altri tempi, di architetture magnifiche… Siamo a Parigi:

comprendere la muffa - Eliminare la muffa in casa senza isolamento e senza VMC 3

Non riusciamo ad eliminare la muffa?

E’ sempre colpa nostra: abbiamo cattive abitudini che dobbiamo correggere alla svelta. L’anta a ribalta non è da usare se non in primavera:

comprendere la muffa - Eliminare la muffa in casa senza isolamento e senza VMC 5

il problema dell’umidità interna elevata

dovrei aver azzeccato l’uscita di questo articolo con la Buriana in arrivo per il 17 Gennaio: il gelido vento che soffia sulla Russia fino all’Europa Orientale e che ogni tanto arriva anche in Italia.

comprendere la muffa - Eliminare la muffa in casa senza isolamento e senza VMC 7

Per chi ha la casa piena di muffa è manna dal cielo questa corrente d’aria gelida, uno strato d’aria freddissimo e pesante vicino al suolo fa scendere le temperature anche di 10°K in pochissimo tempo. Diversi e brevi ricambi d’aria fatti in questi giorni ci aiutano a smaltire tanti litri di vapore contenuto in casa (come se accendessimo molti deumidificatori tutti insieme).

Per monitorare le temperature esterne ed interne non avete che l’imbarazzo della scelta:

facciamo alcuni esempi di situazioni METEO all’esterno:

  1. fa un freddo cane, il cielo è velato (temperatura esterna -2°C con umidità relativa 65%)
  2. è grigio ed è gelido (temperatura esterna 5°C con umidità relativa 75%)
  3. fuori c’è la nebbia e ci sono quasi 0°C, non stendo i panni fuori (c’è la nebbia) (temperatura esterna 0°C con umidità relativa 95%)
  4. freddo polare, (temperatura esterna -5°C con umidità relativa 60%)

NB: l’umidità relativa ci sta dicendo ben poco: solo l’umidità assoluta, intesa come grammi di vapore acqueo per kg (o per mc) di aria, ci dà la reale indicazione di quanto sia umida l’aria


Se vuoi dare un'occhiata a questo Annuncio, ma anche proseguire la lettura dell’articolo senza perdere il filo e dover ritornare attraverso il bottone indietro < del tuo browser, ricorda di cliccare sul link tenendo premuto Control (per Chrome e Firefox) oppure Command (per Safari)


comprendere la muffa - Eliminare la muffa in casa senza isolamento e senza VMC 9

mini chiarimento su queste umidità relative dell’aria esterna

attenti a non paragonare le percentuali di umidità esterna a quelle dell’aria in casa (95% di umidità non significa assolutamente UMIDO!). Infatti, leggete sotto:

  1. temperatura esterna -2°C con umidità relativa 65% significa che 1 metro cubo di aria contiene circa 4,2  grammi di vapore
  2. temperatura esterna 5°C con umidità relativa 75% significa che 1 metro cubo di aria contiene circa 5,2  grammi di vapore
  3. temperatura esterna 0°C con umidità relativa 95% significa che 1 metro cubo di aria contiene circa 4,8  grammi di vapore
  4. temperatura esterna -5°C con umidità relativa 60% significa che 1 metro cubo di aria contiene circa 2,1  grammi di vapore

ora guardiamo la situazione all’interno, quindi in casa (faccio sempre 4 esempi):

  1. temperatura interna 20°C con umidità relativa 55% significa che 1 metro cubo di aria contiene circa 9,5  grammi di vapore
  2. temperatura interna 20°C con umidità relativa 65% significa che 1 metro cubo di aria contiene circa 11,2  grammi di vapore
  3. temperatura interna 20°C con umidità relativa 70% significa che 1 metro cubo di aria contiene circa 12,1  grammi di vapore
  4. temperatura interna 20°C con umidità relativa 80% significa che 1 metro cubo di aria contiene circa 13,8  grammi di vapore

1° avvertimento agli esperti-lettori muniti di termoigrometro in casa:

  • è vero che il vapore contenuto nell’aria in casa inizia a condensare quando incontra una superficie (fredda) con temperatura vicina al punto di rugiada, MA la muffa si forma già con umidità relativa al 70%, e in assenza di condensa! *

ora che abbiamo dato i numeri, quali conclusioni possiamo tirare?

  1. sicuramente c’è più umidità in casa che fuori, quindi spalanchiamo le finestre
  2. chi dice che fuori è freddo e umido racconta frottole
  3. se l’umidità torna a salire velocemente appena chiudo le finestre significa che intonaci, rivestimenti, mobili, tessuti, e contenuto vario sono carichi di umidità

se non credete a me, credete al Deutches Institut fuer Normung

comprendere la muffa - Eliminare la muffa in casa senza isolamento e senza VMC 11

come uscire dal problema della muffa?

dobbiamo eliminare l’umidità in eccesso con questi presupposti

  • non abbiamo un impianto di ventilazione meccanica controllata con recupero di calore VMC che lo faccia per noi,
  • e non abbiamo un isolamento termico che ci garantisca superfici interne con temperature confortevoli

l’unica soluzione è aprire le finestre

sì, ce l’hanno già detto, ma non serve… Non è vero che non serve:

comprendere la muffa - Eliminare la muffa in casa senza isolamento e senza VMC 13

ora ve lo dimostro a caraffe, è l’unico modo credo.

iniziamo dalla zona notte:

  • c’è una camera grande da 20 mq e una camera piccola da 12 mq: abbiamo una superficie di 32 mq + il disimpegno da 3 mq e il bagno attiguo da 8 mq, quindi in totale 43 mq

Se in inverno facciamo 3 soli minuti di ventilazione trasversale abbiamo già fatto un ricambio d’aria completo di ben 120 metri cubi di aria eliminando quella calda e viziata. La temperatura ambiente sarà scesa da 20° a 19,8°C quindi poca cosa… non abbiamo raffreddato muri, pavimenti e mobili in un tempo così breve: questa è efficienza energetica & salute. Anche il livello di CO2 interno sarà sceso verso i 500 ppm.

quanto valgono 120 metri cubi di aria calda e viziata in termini di vapore acqueo? (1ml. è apri a 1 grammo)

comprendere la muffa - Eliminare la muffa in casa senza isolamento e senza VMC 15

  1. 1140  grammi di vapore con 20°C con umidità relativa 55%
  2. 1344  grammi di vapore con 20°C con umidità relativa 65%
  3. 1452  grammi di vapore con 20°C con umidità relativa 70% 
  4. 1656  grammi di vapore 20°C con umidità relativa 80%

ecco quanta umidità avete buttato dalla finestra con soli 3 minuti di attenzione:

comprendere la muffa - Eliminare la muffa in casa senza isolamento e senza VMC 17

e queste sono le caraffe di vapore che riversiamo in casa, perchè anche l’aria fredda esterna ha un minimo contenuto di vapore:


Se vuoi dare un'occhiata a questo Annuncio, ma anche proseguire la lettura dell’articolo senza perdere il filo e dover ritornare attraverso il bottone indietro < del tuo browser, ricorda di cliccare sul link tenendo premuto Control (per Chrome e Firefox) oppure Command (per Safari)


  1. a -2°C con umidità relativa 65% l’aria fredda porta in casa 504  grammi di vapore
  2. a 5°C con umidità relativa 75% l’aria fredda porta in casa 624  grammi di vapore
  3. a 0°C con umidità relativa 95% l’aria fredda porta in casa  576  grammi di vapore
  4. a -5°C con umidità relativa 60% l’aria fredda porta in casa  252  grammi di vapore

 

comprendere la muffa - Eliminare la muffa in casa senza isolamento e senza VMC 19Qualcuno penserà che io sia scemo a scrivere un articolo per eliminare la muffa dalla vostra casa senza vendervi nulla.

In realtà non è così: vi ho appena spiegato un’ ennesima volta perchè l’ umidità interna è troppo elevata e la storiella delle caraffe mi serve per convincervi ad intervenire e risolvere il problema della muffa per sempre.

Non sono nemmeno rivenditore di macchine VMC, ma posso aiutarvi a scegliere  la migliore installazione di una o più VMC decentralizzate.

Bisogna ragionarci bene, in pianta, capendo come sono utilizzati gli ambienti e come sono distribuiti i mobili.

Un flusso d’aria virtuoso è sempre la soluzione migliore!

l’aria fredda esterna è SEMPRE più secca di quella interna

Dimenticatevi l’abitudine di aprire, o peggio ancora mantenere, la finestra ad anta ribalta – è sbagliato, non è efficiente, è sciocco.

Dovete spalancare le finestre, possibilmente fare una corrente d’aria e dopo qualche minuto richiudere tutto: avrete scambiato una caraffa da 1 litro con aria fresca, più secca e meno carica di CO2:

comprendere la muffa - Eliminare la muffa in casa senza isolamento e senza VMC 21

Quando la CO2 scende! il nostro cervello funziona meglio, la CO2 (misurata in ppm) è anche il miglior giudice:

  • se è bassa avete arieggiato bene,
  • se è alta avete arieggiato poco e male. Con conseguente rischio muffa!

la VMC è + intelligente e costa –

Parlo sempre di umidità e non tanto del recuperare il calore! La VMC è un maggiordomo intelligente che elimina il rischio muffa.

Chiedete a chi ha affrontato una vera bonifica interna dalla muffa, chiedete quanto tempo ha perso, quanti soldi ha speso e quanta salute ha messo a rischio. Una VMC costa molto meno.

Ambiente umido? puzzolente? elevate concentrazioni di CO2? comfort scadente?

iniziamo ad arieggiare… oppure affidiamo il ricambio d’aria alle VMC


Se vuoi dare un'occhiata a questo Annuncio, ma anche proseguire la lettura dell’articolo senza perdere il filo e dover ritornare attraverso il bottone indietro < del tuo browser, ricorda di cliccare sul link tenendo premuto Control (per Chrome e Firefox) oppure Command (per Safari)


Volete garantirvi il minimo del minimo? una sola VMC, ma con estrazione in bagno e aria fresca in camera (in camera ci state anche 8 ore filate, senza aria fresca, e magari in due).

Consiglio solo VMC a doppio flusso e canalizzabili. Un po’ più laboriosa la posa, ma senz’altro più godibile come funzionamento.


"Poco più in basso puoi lasciare un commento" - non devi registrarti e il tuo indirizzo email non sarà mai pubblicato, approfittane!  e iscriviti al blog tramite email per ricevere la notifica di nuovi post: vai sulla colonna di destra e cerca ISCRIVITI al Blog


copywriter, content creator & web editor - Federico Sampaoli  



Ricorda che acquistando da QUI il prezzo per te non aumenterà, ma Amazon riconoscerà una piccola cifra a sostegno di espertocasaclima.com che può rimanere pulito da fastidiose pubblicità per una lettura tranquilla:



Vuoi cercare tra le RISPOSTE ai commenti di altri lettori? usa la finestra Google qui sotto, e prima della parola che cerchi, digita espertoCasaClima:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

6 commenti su “Eliminare la muffa in casa senza isolamento e senza VMC”

  1. @ silvia

    aaah le finestre che respirano! grazie della domanda.

    inutile ricordare che senza aria non si può vivere, ma da qui a montare finestre nuove, ben fatte, ben installate e con mille accorgimenti tecnici e di montaggio e poi lasciare uno spiffero di 6 mm su tutto il perimetro grazie all’apertura parallela della finestra…

    ASSURDITA’

    Produttore che vai, usanze che trovi!

    E per giunta il produttore dei serramenti promette di abbassare la carica infettante del virus nell’ambiente “spifferato” dalle sue finestre “attive”. Così, giusto per far leva sulle paure della gente verso il Covid. Incredibile!

    Onestamente, questo optional di ferramenta per la finestra che respira poteva essere offerto a chi vive in luoghi o situazioni un po’ “difficili”, penso ad
    – un piano terra in centro città senza giardino di proprietà
    – un piano terra che si affaccia sulla pubblica via o sotto i portici con animali umani in circolazione
    – un piano terra nel verde con animali in circolazione
    – una camera per bambini lasciati a giocare incustoditi

    Per queste difficoltà la finestra che respira può essere veramente la soluzione ai guai 😉

    Per il resto, uno spiffero di 6 millimetri dove non è possibile installare una VMC mi sembra follia.

    Il ricambio d’aria va fatto e con intelligenza, ma non con gli spifferi. Anche se L’ARIA È IL NOSTRO CIBO PIÙ PREZIOSO 😉 😉

  2. Buongiorno, cosa ne pensa delle finestre con microventilazione? Dovrebbero fare le veci degli spifferi dei vecchi serramenti di cui parla a inizio articolo…

  3. @ valeria

    non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire.
    purtroppo la maggior parte degli inquilini non vuole cambiare le proprie cattive abitudini.

    i successi maggiori si possono ottenere con un incontro presso l’abitazione, se di proprietà: solo i proprietari sono veramente interessati a risolvere definitivamente i loro problemi di condense e muffe e dunque godere di un ambiente più salubre e meno pericoloso.

    il 22 febbraio esce un nuovo articolo molto interessante per l?argomento muffa e ricambio d’aria

  4. Ho capito abbastanza, ma come fare a farlo capire agli inquilini di un appartamento di circa 60/70 mq che mandano video con la carta da cucina che rimane aderente alla parete umida? mi servirebbe un esempio di facile comprensione e comunicazione.
    grazie

  5. @ eros

    avere le idee chiaro sull’umidità in ambiente è importante per gestire la casa e non rischiare la salute per colpa di un’insufficiente ventilazione dei locali.
    si dovrebbe preparare un breve cartoon, ma io non ne sono capace

  6. Complimenti per l’articolo e la sua semplicità che permette una comprensione anche ai non addetti ai lavori.


  7. Se vuoi dare un'occhiata a questo Annuncio, ma anche proseguire la lettura dell’articolo senza perdere il filo e dover ritornare attraverso il bottone indietro < del tuo browser, ricorda di cliccare sul link tenendo premuto Control (per Chrome e Firefox) oppure Command (per Safari)



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: