Scelta dei rivestimenti murali (la finitura del cappotto)

Scegliere il rivestimento murale, che è un rivestimento in pasta, …di finitura del sistema a cappotto non è impresa facile e le differenze di prezzo complicano la faccenda perchè si pensa che risparmiando qualcosa non cambi poi quasi nulla. In un vecchio articolo cercavo di spiegare perchè le facciate delle case possono diventare verdi: “Le facciate diventano verdi?”

Invece le cose cambiano eccome!

Abbiamo un lato della casa perfettamente esposto a Nord? vogliamo evitare il più possibile che le facciate inverdiscano? Optiamo per un rivestimento silossanico: questo materiale ha una superficie microporosa, ma idrorepellente. E’ un rivestimento traspirante.

resina-silossanica

Le resine silossaniche:

  • resistono alle aggressioni biologiche (quelle dei microorganismi presenti nell’aria e nell’acqua)
  • offrono un’elevata permeabilità al vapore acqueo
  • hanno un bassissimo assorbimento capillare dell’acqua.

Quindi, se scegliamo un rivestimento ai silossani diminuiamo il pericolo che lo sporco portato dalla pioggia si sedimenti nei pori e nei capillari del rivestimento di facciata!

Certo la permeabilità al vapore acqueo non è quella di un rivestimento ai silicati!

Il silicato di potassio è un conservante. I rivestimenti a base di silicato di potassio (esistono anche pitture ai silicati)

  • hanno un comportamento alla dilatazione come quello del supporto minerale
  • hanno una buona permeabilità al vapore acqueo
  • hanno caratteristiche alghicide e funghicide grazie alla loro alcalinità naturale
  • sono esenti da sostanze nocive
  • sono un’alternativa minerale e perciò anche più costosa (rispetto altre due)

Sapete che un valore µ basso è indice di alta permeabilità al vapore (molto traspirante) e una stratigrafia edile dovrebbe aumentare (o almeno non diminuire) la permeabilità al vapore ad ogni strato dall’interno all’esterno.

Allora confrontiamo i 3 rivestimenti murali per capire meglio le loro doti:

Se avrà un valore µ basso, allora sarà il rivestimento più traspirante!

Rivestimento ai silicati: valore µ ?      circa 40
Rivestimento ai silossani: valore µ ?  circa 60
Rivestimento acrilico: valore µ ?        circa 150

NON dimenticate che la traspirabilità è sempre legata allo spessore del materiale! è per questo che il valore Sd è il valore più importante da controllare!

Il valore Sd (cioè la resistenza al passaggio del vapore) si ottiene moltiplicando il valore µ per lo spessore del materiale (sempre in metri):

  • intonaco:        valore µ = 5 spessore cm.1,5 Sd = 5 x 0,015 = 0,075 quindi un Sd = 0,075
  • cartongesso: valore µ = 8 spessore cm.1,2 Sd = 5 x 0,012 = 0,1 quindi un Sd = 0,1
  • un telo freno al vapore ha un valore Sd solitamente > 0,2

Ho fatto un po’ di chiarezza?


per qualsiasi domanda, più in basso trovi la finestra "Lascia un commento" - non devi registrarti e il tuo indirizzo email non sarà mai pubblicato, approfittane!

federico_sampaoli_espertocasaclimacom   ipha_member

autore: Federico Sampaoli

isolamento esterno a cappotto - Scelta dei rivestimenti murali (la finitura del cappotto) 1

 


    

6 commenti su “Scelta dei rivestimenti murali (la finitura del cappotto)”

  1. il committente che si ritrova dopo qualche anno con la facciata verde ritiene di avere un danno.
    succede quando la facciata è completamente ed esattamente esposta a nord: già con un angolo della casa rivolto a nord tutte le 4 facciate riescono a ricevere un po’ di irraggiamento.
    l’inverdimento” indesiderato della facciata, che è la conseguenza della formazione di condensa sulla superficie verticale fredda (la parete non disperde più calore come prima e raggiunge temperature bassissime) è solo un danno estetico.
    non ho mai visto, ancora, sistemi a cappotto che si ricoprono di muschio e licheni.
    a qualcuno potrebbe anche piacere un vellutino soffice e verde, non credo che l’apparato radicale danneggi la finitura del cappotto: solo le radici dell’edera, che è sempreverde, arrivano a danneggiare gli intonaci.

  2. Domanda:
    Se la parete esterna (lato nord) inverdisce…
    Ci sono controindicazioni?
    Se non sbaglio é muschio… Danneggia?

    (A me si sta inverdendo il marciapiede)

  3. il Rivestimento strutturato acril-silossanico a base di resina acril-siliconica Capatect Putz 622 W SilaCryl ha una resistenza alla diffusione del vapore Sd (spessore di aria equivalente) pari a 0,25 metri e contiene, giusto per saperlo, 20 g/l di VOC.
    Diciamo che si tratta del rivestimento più economico che ci sia.

    I rivestimenti minerali silossanici hanno una resistenza alla diffusione del vapore Sd (spessore di aria equivalente) pari a 0,12 metri quindi il vapore passa attraverso il rivestimento minerale silossanico il doppio più velocemente comportandosi come un più debole freno al vapore (Dipende sempre dagli spessori) e contiene, anche questo, 20 g/l di VOC.

  4. Buongiorno, secondo lei è preferibile un rivestimento silossanica o acrilsilossanico? Col sistema caparol mi hanno proposto la finitura acrilsilossanica putz 622w silacryl
    Grazie

  5. Pingback: Più o meno sappiamo tutti cosa è l'intonaco. L'intonaco, la pelle del muro, è chi preserva e conserva la struttura che abbiamo costruito. E' la tonaca! | esperto Casa Clima

  6. Pingback: Decidere un intervento di isolamento è senz'altro difficile. Una casa che non ha un sistema di isolamento esterno sicuramente è anche bisognosa di tanti altri interventi: dai serramenti all'impianto di riscaldamento, alla ventilazione. Di quanti centimetr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.