Meglio tanta casa e pochi impianti

Chi è fortunato, e sta costruendo casa, e chi è attento, e sta restaurando, si domanda continuamente, ma vale la pena tutto l’investimento extra per raggiungere performance d’involucro termico (tetto, pareti, finestre) eccezionali?

nuova casa passiva

<< Se costruisco o sistemo più o meno bene, e poi ci metto impianti super tecnologici, ottengo quello che volevo: la mia casa bellissima che consuma anche poco.

E poi è una vita che sogno il riscaldamento a pavimento, anzi mi hann detto che il pavimento può riscaldare e in estate raffrescare. Questo è quel che fa per me! Finalmente il sogno si avvera. Devo solo stare attento a non perdere la bussola! I soldi dovrebbero bastare!

E poi ci sono gli incentivi, mi metto il solare sul tetto, faccio un investimento insieme alla mia banca e mi faccio installare anche il fotovoltaico, va a finire che ci guadagno pure col mio tetto! Potrei buttarmi nel geotermico, costicchia bucare la terra, ma se me lo progettano bene e non ghiaccio il mio terreno do un bel calcio al contatore del gas!

Sì so ben quel che faccio! Il futuro è mio. Nessuno gufi!

casa clima classe B

E poi una casa che è quasi in classe A, magari B per qualche cavillo (la classe energetica CasaClima C è stata abolita), è il massimo oggi. Gli esperti di case che ti raccontano che ci sono le Case Passive che consumano niente sono sicuramente dei fanatici – non aprono nemmeno le finestre! ah ah, noi amiamo la natura, ci piace l’aria, altro che l’aria dei tubi! Alla mattina mi alzo e spalanco le finestre, sì anche col nebbione e quando fa un freddo cane! La camera la tengo bella fresca, c’ho un piumone grosso così. Amo la natura, la mia futura casa in legno ne è la prova!

Gli esperti dicono che la casa in legno è ottima ma…. Ma cosa si inventano, macchè leggera… in legno massiccio! Il nostro clima è perfetto per la mia futura casa in legno… e se la teoria della massa che sembra tanto importante è vera… allora faremo i mobili in cemento che tanto alla storia delle scorie d’altoforno non ci credo mai e poi mai. >>

Non concentratevi sugli impianti e soprattutto non a priori, potrebbero non servirvi! Se l’isolamento termico è progettato con i fiocchi, se i ponti termici non li avete costruiti, se le finestre sono eccezionali e montate ancora meglio, se gli spifferi sono solo un ricordo di casa vecchia allora la vostra nuova casa si scalderà anche con le candele di ikea o infornando la pizza o mettendo tre ciocchi di legna nella stufa. La casa che costa 10 € di riscaldamento al mese esiste, basta volerla.

L’investimento in più è minimo (8% in media) e nel tempo ci ripagherà con comfort e spensieratezza. Certo, ci dobbiamo credere e dobbiamo informarci bene.

Nel tempo…. Questo lungo termine è una guida fallace per gli affari correnti. Nel lungo termine saremo tutti morti!

…ricordate le parole di John Maynard Keynes?

Parlare di lungo termine per Keynes significava prendere la scorciatoia più comoda e più vile! scrollandosi di dosso tutti i fastidi, rifiutando di comprendere le ragioni dell’attuale.

vale sempre il motto:

+ involucro - impianti copyright


federico_sampaoli_espertocasaclimacom  ipha_member

- il mio profilo LinkedIn: Lin  - articoli pubblicati di recente: eCC  - commenti al blog: feed        - i miei tweet: Tw

…questo articolo è stato ideato, scritto e diretto da Federico Sampaoli,

vuoi pubblicare le tue FOTO di cantiere? segui le istruzioni di questa pagina.

diventa anche Tu sostenitore del Blog espertoCasaClima :

7 commenti su “Meglio tanta casa e pochi impianti”

  1. tanta capacità areica sul lato interno in un edificio leggero è una ottima progettazione.
    L’accumulo invernale e la possibilità di scaricare tanta energia d’estate sono la migliore prospettiva: la massa interna gioca un ruolo importantissimo.
    La salubrità dei materiali e il loro buon comportamento in relazione all’umidità interna sono garanzia di grande comfort.

    In genere cerco di suggerire questa soluzione anzichè le stratigrafie che prevedono la finitura interna in povero cartongesso.

    Resta il fatto che per una puntuale valutazione impiantistica sia necessaria la consulenza del termotecnico.

  2. Buonasera sig Sampaoli, scrivo qui spero sia il posto giusto.
    Sono prossimo alla costruzione di una casa in xlam in piena pianura padana, parete cappotto in fibra di legno da 16-18 tetto in legno con 20cm di fibra isolamanto a terra ecc ecc.
    la questione nasce sulle finiture interne e sugli impianti.
    Mi è stato proposto di istallare un impianto ad aria compatto che si occupa di tutto, caldo freddo ricambi deumidifica ecc…
    la casa dovrebbe aggirarsi sui 20-30kwh/mqa e per l’istallazione di un impianto del genere la cosa più utile era ridurre i fabbisogni e fare delle contropareti con abbondante isolante sui muri perimetrali, controparete in cartongesso con isoalnte dentro.
    l’opzione 2 sarebbe mettere una stufa ad accumulo di dimensioni contenute diciamo sui 1000kg in steatite, a tal punto non ho più paura che l’impianto di riscaldamneo sia sufficiente e posso tranquillamnte accontentarmi dei 16cm di cappotto e intonacare le pareti in xlam con argilla previo fissaggio del cannucciato come portaintonaco. in tal modo avrei una capacità areica interna molto importante ad un prezzo accettabile e molta più massa per ammortizzare i picchi di caldo e freddo.
    ipotizzando costi simili di impianto, quale sistema mi consiglia? o quantomento che considerazioni ci son da fare in merito?
    grazie mille se vorrà rispondermi, e complimenti per il blog.

  3. “noi amiamo la natura, ci piace l’aria, altro che l’aria dei tubi! Alla mattina mi alzo e spalanco le finestre”

    geniale.

    la mezz oretta mattiniera( giusto giusto per raffreddare i muri e favorire un ambientalissima muffa e poi soffrire di sindrome da edificio malato …
    sempre meglio di quei poverelli con l aria dai tubi, sempre filtrata e rinnovata completamente ogni due ore
    😀 😀

  4. Anch’io Ti ho beccata l’altro giorno! però io sono stato molto più gentile..
    e comunque ho dedicato il tempo della scrittura perchè c’è una schiera di buon intenzionati (con le migliori intenzioni) che vorrebbero togliersi molta confusione dalla testa e decidere meglio.

    sentiti libera, diciamo che ho scritto solo a loro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.