Archivi tag: stratigrafie

La condensa interstiziale ammissibile dalle FAQ

Leggi questo articolo grazie alle donazioni dei recenti “esperti” lettori Mauro Tassinari, Giovanni Faro, Guerra Stefano, Andrea Momesso, Gaddo Tarchiani, Ignazio Simone Boragina. Partecipa anche Tu, sostieni l’informazione attraverso espertocasaclima.com!


Il Ministero dello Sviluppo Economico pubblica spesso delle risposte alle domande frequenti, Frequently Asked Questions, meglio conosciute con la sigla FAQ.

Mi sembra sempre strano che un Ministero non possa dedicarsi alla chiarezza, subito, qui e ora, invece che lasciare i sudditi a domandare di frequente.. Povera Italia.

Le FAQ di chiarimento sull’applicazione del DM 26/6/2015 sono state scritte con il supporto tecnico dell’ ENEA e CTI e confrontandosi con le principali associazioni di settore (per esempio ANIT).

Ecco un chiarimento del 12/2018:

La verifica della condensa interstiziale NON è positiva solo se il valore della condensa è pari a zero: infatti si ritiene che la condensazione interstiziale possa considerarsi assente quando la condensa formatasi all’interno di un elemento evapora completamente alla fine di un ciclo annuale.

Per la verifica della condensa interstiziale si procede in conformità alla normativa tecnica UNI EN ISO 13788.

Ecco dunque, nessuno ha più scuse per presentare stratigrafie NON traspiranti.


lettura senza banner pubblicitari grazie alla generosità dei lettori – dona anche Tu 😉 sostieni l’informazione attraverso espertocasaclima.com!


se stai scrollando una pagina dove visualizzi molti articoli uno sotto l’altro e vuoi intervenire con un tuo commento, clicca prima sul titolo del Post – in basso troverai la finestra per scrivere il tuo commento!


federico_sampaoli_espertocasaclimacom  ipha_member

articolo ideato, scritto e diretto da Federico Sampaoli, impegnato a favore delle persone, del comfort e dell’open information, titolare e caporedattore di espertoCasaClima – blog di informazione e comunicazione

Il mio profilo LinkedIn

Entra anche Tu nella lista dei sostenitori del Blog espertoCasaClima :

Visita il profilo di federico su Pinterest.

Ci serve la Legge 10

Leggi questo articolo grazie alle donazioni dei lettori Giorgio Benvenuti, Giuliano Masciarri, Alessandro Boiani, Massimo Sottocornola, Marco O. Partecipa anche Tu, sostieni l’informazione attraverso espertocasaclima.com!


Serve la relazione della Legge 10

Mai sentita questa frase?

E’ il documento che si deve consegnare in Comune per dimostrare le verifiche sul contenimento dei consumi energetici dell’edificio e delle prestazioni del sistema edificio-impianto.

La Legge 10 c’è già dal 1991, ma oggi richiede la collocazione precisa dell’intervento nell’ ambito d’applicazione legislativo. Il Decreto sui requisiti minimi (DM del 26 giugno 2015) ne disciplina l’argomento: ci sono 10 macro casistiche in cui l’ intervento può inserirsi.

Per fare la Legge 10 basta acquistare un software di calcolo aggiornato e compilare le schermate? Basta inserire tutte le stratigrafie degli elementi edili coinvolti? o si deve conoscere il quadro completo normativo e legislativo anche in tema di detrazioni fiscali?

Redigere la Relazione Legge 10, “da scartoffia” è diventata una verifica importante:

  • Riporta nero su bianco la qualità della progettazione, il livello di attenzione sul tema del risparmio energetico e sul tema del comfort abitativo.

Una consulenza – per tutto quel che riguarda materiali da costruzione, materiali per isolamento termico, materiali per finiture esterne ed interne, spessori e prestazioni ottenibili – non è ancora tutto quel che serve per procedere con gli interventi!   Anche la migliore delle stratigrafie deve finire nella Legge 10, nelle fauci del tuo termotecnico di fiducia!


lettura senza banner pubblicitari grazie alla generosità dei lettori – dona anche Tu 😉  e sostieni l’informazione attraverso espertocasaclima.com!


marco-de-pinto-termotecnico  marco de pinto passivhaus planer   federico_sampaoli_espertocasaclimacom   ipha_member   

articolo ideato, scritto e diretto da Marco De Pinto e Federico Sampaoli, impegnati a favore delle persone, del comfort e dell’open information. Marco titolare dello Studio di progettazione degli impianti PH Studio.  Federico titolare dello Studio di consulenza tecnica per una migliore efficienza energetica e caporedattore di espertocasaclima.com – blog di formazione e comunicazione online dal 2009. 

Se vuoi conoscere i profili LinkedIn di Marco e LinkedIn di Federico …

Entra anche Tu nella lista dei sostenitori del Blog espertoCasaClima :

Visita il profilo di Federico su Pinterest.

Involucro edilizio e ottime stratigrafie non sono tutto

Perchè suggerisco sempre di progettare l’involucro edilizio e poi sedersi dal migliore termotecnico disponibile invece che telefonare all’idraulico?

involucro-edilizio-stratigrafie-termotecnico-06

Gli strati che compongono il solaio verso terreno, le pareti verso l’esterno e la copertura,  non devono contenere errori progettuali o di fisica edile, devono rispettare i limiti stabiliti per ogni zona climatica dal DM 26.6.2015 e devono avere un occhio attento alla salubrità.

Ma buone stratigrafie non sono ancora tutto! Sono un buon punto di partenza.

Definire l’involucro è necessario e ci aiuta ad identificare la classe energetica richiesta, ma sono solo le stratigrafie delle parti opache a garantire qualità, comfort, prestazioni energetiche e salubrità?

Non proprio, o non del tutto.

Insisto moltissimo sulla qualità degli strati, sull’attenzione alla massa in una struttura leggera, sulla capacità areica degli elementi: le stratigrafie sono importanti! ma non solo quelle.

involucro-edilizio-stratigrafie-termotecnico-03

La valutazione termotecnica dell’intero progetto è fondamentale per far funzionare le nostre future 4 mura!

  • la posizione geografica e i dati climatici locali non vi sembrano importanti?
  • il microclima del sito?
  • anche la forma e le dimensioni dell’edificio, la sua compattezza (un edificio spazioso e mono piano è meno efficiente di un edificio di pari metratura suddivisa su due piani) e le sue eventuali articolazioni influiscono parecchio.
  • l’ esposizione dei fori finestra, le ombreggiature fisse o architettoniche, sono a ostacolare o ad agevolare i guadagni solari gratuiti – anche loro contano.
  • la ventilazione degli ambienti è, direi, indispensabile: tenuta all’aria dell’edificio significa non avere rinnovi d’aria senza il nostro intervento, che potrebbe essere manuale con l’apertura della finestra, ma senza recuperare il calore. E’ tempo di conoscere la vmc ed informarsi adeguatamente (comprereste la vostra prossima automobile senza ventilazione? ecco, vi siete già dati una risposta)
  • la prestazione degli impianti e l’ottimizzazione delle perdite per distribuzione non sono cose importanti?

involucro-edilizio-stratigrafie-termotecnico-04

Tutto questo po’ po’ di analisi è la via più giusta per valutare con professionalità la nostra futura casa! Ricordate:

Involucro & impianti.

Dolce & salato.

               

lettura senza banner pubblicitari grazie alla generosità dei lettori – dona anche Tu!

marco-de-pinto-termotecnico  marco de pinto passivhaus planer   federico_sampaoli_espertocasaclimacom   ipha_member   

+ involucro - impianti copyrightarticolo ideato, scritto e diretto da Marco De Pinto e Federico Sampaoli, impegnati a favore delle persone, del comfort e dell’open information. Marco titolare dello Studio di progettazione degli impianti PH Studio.  Federico titolare dello Studio di consulenza tecnica per una migliore efficienza energetica e caporedattore di espertocasaclima.com – blog di formazione e comunicazione online dal 2009. 

Se vuoi conoscere i profili LinkedIn Marco LinkedIn Federico …

Entra anche Tu nella lista dei sostenitori del Blog espertoCasaClima :

Visita il profilo di federico su Pinterest.