Archivi tag: incentivi

Ecobonus serramenti dal 65% al 50%, caldaia 65%

Lavori in casa nel 2018?

Se l’ecobonus per la sostituzione dei serramenti passa dal 65% al 50% mi conviene cambiare le finestre o mi conviene cambiare la caldaia che è ancora agevolata con il 65%?

Ci sono molte persone che progettano gli interventi in casa per approfittare delle agevolazioni fiscali, ma è proprio così che devo pianificare le future spese?

Se avete una caldaia che frequentemente vi lascia a piedi e le riparazioni sono sempre più frequenti, il libretto d’impianto manca, il controllo fumi è solo un ricordo, forse è l’occasione di mettere le cose in ordine e pensare alla sostituzione.

Se la vecchia caldaia a metano da sostituire era installata internamente può valere la pena di verificare se sia possibile installarla in un luogo più comodo dove i suoi rumori non ci disturberanno e dove la manutenzione ordinaria non ci costringa ad avere estranei in casa. Beh informatevi bene e ragionate con il vostro tecnico di fiducia se sia possibile spostarla dove più vi piacerebbe. O adesso o mai più.

Il 65% sarà calcolato sulla spesa completa di installazione, quindi non solo sul generatore di calore.

Se avete una caldaia “vecchio stampo” che funziona ancora a meraviglia ma ha molti anni di vita potreste essere comunque interessati alla sostituzione per avere consumi più bassi (sia come consumo di gas e sia di elettricità) e documenti in ordine. Informatevi bene.

E le finestre? vale ancora la pena correre a sostituirle oggi che le agevolazioni fiscali sono solo del 50%?

Dipende

Intanto bisognerebbe chiedersi se in questa casa continueremo a viverci:

  • la caldaia che ci lascia a piedi non può continuare a rimanere lì se non svolge il suo compito di fornire calore e acqua calda sanitaria ogni volta che ne abbiamo bisogno (è un intervento urgente)
  • la vecchia finestra potrebbe anche star lì, isolerà poco, lascerà passare molti spifferi e rumori, ma è già lì: non toccarla non ci costa

Se la casa è la casa della nostra vita o perlomeno dei prossimi 10 o vent’anni perchè intanto i figli crescono e poi si vedrà – allora è il momento di correre a sostituire tutti i serramenti:

  • le agevolazioni fiscali non sono più ghiotte come negli anni passati (65%) ma comunque offrono un ottimo incentivo. Un incentivo pari al 50% mi sembra più che valido per decidere a favore dell’intervento.

E’ la vostra casa, sono le vostre finestre, il vostro investimento – non c’è dubbio che ne valga la pena. E inoltre abbiamo trovato un “fesso” che ci paga metà della fattura.

Naturalmente, presa la decisione per la sostituzione delle finestre, sarete obbligati a valutare anche altri aspetti oltre alla scelta del modello di serramento:

la posa

Come e dove lo installiamo questo serramento nuovo? non  esiste UNA posa: la posa dipende da moltissimi fattori. Nel caso di una sostituzione è logico che sia lo stato di fatto a decidere un po’ le cose, ma non è solo questo fattore ad entrare in gioco:

dovrete essere completamente sinceri con voi stessi e decidere se in un imminente futuro affronterete anche l’isolamento della vostra casa:

  • se siete intenzionati per un isolamento interno il serramento andrà istallato in un certo modo
  • se siete intenzionati a fare un cappotto isolando dall’esterno, il serramento andrà installato in un altro modo

Qui non può aiutarvi nessuno, siete voi a dover manifestare con chiarezza le intenzioni future. Questo sarebbe il modo migliore di prendere le decisioni di installazione con il vostro serramentista.

Ricordiamo 2 semplici regole di corretta installazione che aiuteranno a mantenere elevato il valore di trasmittanza Uw anche quando la finestra sarà posata:

  • se voglio isolare sul lato interno, la corretta installazione del serramento sarà il più possibile a filo interno: la linea del serramento rappresenta la continuità della linea della coibentazione interna della parete
  • se invece voglio posare un cappotto sul lato esterno delle pareti, i serramenti nuovi vanno portati il più possibile all’esterno perchè anche in questo caso la linea del serramento rappresenta la continuità della linea della coibentazione esterna

Non prendiamo nessuna decisione fino a che non è chiarita questa eventualità, in modo da favorire gli interventi futuri e non pregiudicare la buona riuscita dell’insieme delle opere.

            

lettura senza banner pubblicitari grazie alla generosità dei lettori – dona anche Tu!

+ involucro - impianti copyright

federico_sampaoli_espertocasaclimacom  ipha_member   articolo ideato, scritto e diretto da Federico Sampaoli, impegnato a favore delle persone, del comfort e dell’open information, titolare e caporedattore di espertocasaclima.com – blog di formazione e comunicazione online dal 2009.

Se vuoi conoscere il mio profilo LinkedIn

Entra anche Tu nella lista dei sostenitori del Blog espertoCasaClima :

Visita il profilo di federico su Pinterest.

Detrazioni fiscali 2017 per l’edilizia 50% 60% 70% 75%

Detrazioni fiscali 2017 per l’edilizia: dolcetto o scherzetto?

Vengono riproposte anche per il 2017 le agevolazioni fiscali, e anche maggiori incentivi per alcuni interventi.

fotovoltaico-costo-zero-prezzo-unitario-kwh-bolletta-01

  1. detrazione dall’IRPEF del 50% delle spese sostenute per interventi di ristrutturazione edilizia su immobili per uso residenziale (per proprietari dell’immobile, inquilini in affitto, usufruttuari, nudi proprietari):
  • manutenzione straordinaria
  • ristrutturazione edilizia
  • risanamento conservativo
  • manutenzione ordinaria delle parti comuni dell’edificio

detrazioni-fiscali-2017-edilizia-50-60-70-75

  1. detrazione dall’IRPEF del 65% delle spese sostenute per interventi di per la riqualificazione energetica (per proprietari dell’immobile):
  • involucro (pareti e finestre su edifici esistenti)
  • installazione di pannelli solari
  • sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale
  • acquisto e posa in opera delle schermature solari
  • acquisto e posa in opera di impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili

detrazioni-fiscali-2017-edilizia-50-60-70-75

  1.  detrazione dall’IRPEF del 65% delle spese sostenute per interventi di efficienza energetica su parti comuni (fino al 31 dicembre 2021) di edifici condominiali e istituti autonomi per le case popolari

detrazioni-fiscali-2017-edilizia-50-60-70-75

  1. detrazione dall’IRPEF del 70% delle spese sostenute per interventi di riqualificazione energetica su parti comuni (fino al 31 dicembre 2021) di edifici condominiali che interessino almeno il 25% della superficie disperdente lorda dell’intero edificio

detrazioni-fiscali-2017-edilizia-50-60-70-75

  1. detrazione dall’IRPEF del 75% delle spese sostenute per interventi di riqualificazione energetica su parti comuni (fino al 31 dicembre 2021) di edifici condominiali che conseguano almeno la qualità media di cui al DM 26 giugno 2015

detrazioni-fiscali-2017-edilizia-50-60-70-75

 

            

lettura senza banner pubblicitari grazie alla generosità dei lettori – dona anche Tu!

+ involucro - impianti copyright

federico_sampaoli_espertocasaclimacom  ipha_member   articolo ideato, scritto e diretto da Federico Sampaoli, impegnato a favore delle persone, del comfort e dell’open information, titolare e caporedattore di espertocasaclima.com – blog di formazione e comunicazione online dal 2009.

Se vuoi conoscere il mio profilo LinkedIn

Entra anche Tu nella lista dei sostenitori del Blog espertoCasaClima :

Visita il profilo di federico su Pinterest.

In quali regioni italiane si compreranno più auto elettriche?

Fino a che non me ne sono interessato, pensavo che l’auto elettrica fosse “incentivata” in egual modo in tutto lo stivale. Una spintarella bisogna pur darla se in Italia circolano circa 1,5 milioni di autovetture a gpl, 600mila a metano e 1.300 elettriche (tutte insieme soltanto il 6% del totale autovetture).
Invece siamo alle solite, l’Europa sta dimostrando da un bel pezzo quanto sia poco unita, ma l’Italia?

regioni-italiane-compreranno-auto-elettriche

Ogni regione con il suo APE (Attestato di Prestazione Energetica, da non confondersi con la bellissima Ape Piaggio) e ogni regione con il suo incentivo all’auto elettrica:

  • SE SEI RESIDENTE A MILANO, PARCHEGGIO GRATUITO NELLE STRISCE BLU E GIALLE, SU TUTTO IL TERRITORIO COMUNALE E SENZA LIMITAZIONI DI ZONA
  • ACCESSO GRATUITO NELL’“AREA C” DEL COMUNE DI MILANO

ma l’ ESENZIONE DAL PAGAMENTO DEL BOLLO E SUPERBOLLO ?

  • in Lombardia e in Piemonte per tutta la vita dell’auto, tuuuutttaaaa la viiitaaaaa.
  • nelle altre regioni per i primi 5 anni. Poi la tassa è pari ad 1/4 dell’importo previsto per i corrispondenti veicoli a benzina.

Allora? se un torinese o un milanese corrono con le loro Tesla spendendo 0,00€ di bollo per sempre (dico per sempre perchè dubito fortemente che dopo qualche anno si recheranno in un autosalone per ordinare una Passat turbodiesel) in quali regioni italiane si compreranno più auto elettriche?

Mentre vi spremete le meningi, sappiate che a Cupertino non dormono!

regioni-italiane-compreranno-auto-elettriche-Chirs-Porritt

Apple ha portato nel suo team un ex manager Tesla. Pare che Chris Porritt parteciperà al “Project Titan”, la macchina elettrica a guida autonoma. Chi sa se vedremo prima un APE nazionale valido per tutte le regioni italiane o la futura iCar:

regioni-italiane-compreranno-auto-elettriche-Apple-Car

L’acquisto di veicoli a basse emissioni complessive (elettrici, ibridi, a metano, a biometano, a GPL, a biocombustibili, a idrogeno) è stato incentivato con 100 milioni di euro per il triennio 2013-’15. Ma dopo il 2015 il Fondo non è stato rifinanziato.

a voi lettori la parola

         

lettura senza banner pubblicitari grazie alla generosità dei lettori – dona anche Tu!

+ involucro - impianti copyright

federico_sampaoli_espertocasaclimacom  ipha_member   articolo ideato, scritto e diretto da Federico Sampaoli, impegnato a favore delle persone, del comfort e dell’open information, titolare e caporedattore di espertocasaclima.com – blog di formazione e comunicazione online dal 2009.

Se vuoi conoscere il mio profilo LinkedIn

Entra anche Tu nella lista dei sostenitori del Blog espertoCasaClima :

Visita il profilo di federico su Pinterest.

Usiamo la bici, sempre

Mentre in Italia regna la maleducazione nel traffico, in altri paesi si fanno progetti.

Usiamo la bici sempre

Mentre in Italia le zebre sono animali e le biciclette cose noiose da schivare, il ministro dei Trasporti Frédéric Cuvillier stimola l’uso delle due ruote: diecimila impiegati sono già coinvolti per un esperimento di “al lavoro in bicicletta” che durerà fino a dicembre. Un incentivo di 25 centesimi a chilometro per chi va al lavoro in bicicletta, cumulabile con il rimborso per l’abbonamento ai trasporti pubblici.

L’indemnité est fixée à 25 centimes par km parcouru.

E noi? Nella mia città, nel corso degli ultimi trent’anni ogni possibile parcheggio è divenuto Divieto di sosta o Sosta a pagamento: risultato? Un esercito di scooter ha invaso le strade, i portici e i marciapiedi. Emissioni soffocanti per tutti e rumore garantito.

Eh sì, senza pianificazione nulla andrà mai nella direzione voluta, o si voleva vendere tanti scooter?

federico_sampaoli_espertocasaclimacom ipha_member View federico sampaoli's profile on LinkedIn

  questo articolo è stato ideato, scritto e diretto da federico sampaoli, vuoi pubblicare un tuo articolo? scrivimi, lo prenderò in grande considerazione.

diventa anche Tu sostenitore di espertocasaclima.  esperto casaclima

- il mio profilo LinkedIn: Lin  - articoli pubblicati di recente: eCC  - commenti al blog: feed        - i miei tweet: Tw