Archivi tag: fori ventilazione

Ho la VMC, ma è un inferno

Scrive Mauro ” Ho la VMC, i miei vicicini si scaldano con la legna in vecchi caminetti o stufe balorde. In casa mia c’é puzza, cambio spesso i filtri, pulisco per quello che posso i tubi ma è un inferno. “

vmc-filtro-carboni-attivi-aria-esterna-stufa-caminetto-legna-inferno-02

 tento di dare una risposta, se non una soluzione:

purtroppo la migliore progettazione è possibile quando si conoscono a fondo le caratteristiche del luogo, il suo microclima e quello modificato dai vicini di casa o dal traffico se presente una viabilità intensa.
I piccoli venti dominanti, le correnti, le ombre, le vicinanze e le distanze… tutto influisce sul risultato finale.

Faccio degli esempi:

  • la nostra casa affaccia ad ovest su una strada trafficata in alcune ore del giorno, ma il vento dominante, proveniente da est, allontana il problema delle emissioni del traffico molto efficacemente
  • il camino sulla facciata sud è sulla parte sinistra e il foro vmc sulla parte destra (mantenuto pulito dal vento dominante)
  • un altro foro vmc è sulla facciata nord (pulito anch’esso dal vento dominante)
  • un altro foro vmc è sulla facciata est  (pulito dal vento dominante)
  • si può dire che per evitare i rumori della strada e l’aria peggiore, tutti i fori finestra del lato ovest (10 su due piani) sono esclusivamente dedicati a prendere il sole del dopo pranzo (apporti gratuiti, in gergo meno casalingo) e quasi mai aperti.

D’inverno capitano le giornate tetre, dense d’umidità, aria cattiva, ferma e pesante da città padana: l’assenza di venti rinnovatori ci lascia soffocare in questa nebbia.

vmc-filtro-carboni-attivi-aria-esterna-stufa-caminetto-legna-inferno-04

Anche la nostra stufa contribuisce a peggiorare la situazione – io me ne accorgo bene, basta mettere il naso fuori. Ecco, in questi casi difficili, la vmc funziona egregiamente grazie a due cose:

  1. velocità moderata, o minima (la capacità di filtraggio scende con ricambi di volumi d’aria elevati)
  2. installazione filtri al carbone attivo: questo tipo di filtro è composto da vello di microfibra antiparticolato a doppio strato e diversi strati di carbone attivo, trattiene bene le polveri grosse e sottili e lo strato di carbone attivo ferma odori e gas tossici come carburanti, ossidi di azoto, ozono ecc. Il mio è un filtro Classe F6 con superficie utile 0,12 mq.

Per restare in tema filtri,

vmc-filtro-carboni-attivi-aria-esterna-stufa-caminetto-legna-inferno-03

ho anche fatto la personale esperienza di un inverno con Filtro F7 antiallergico e superficie utile 0,32 mq pensando che una superficie filtrante quasi tripla facesse un lavoro ancora migliore. Accidenti che delusione!

Non vedevo l’ora di sostituirlo a fine stagione: questo filtro antiparticolato classe F7 in vello di microfibra a doppio strato sarà anche efficace a trattenere polveri grosse e sottili (particelle fino a 0,4 um) e circa il 90% dei batteri, ma contro odori e gas tossici come carburanti, ossidi di azoto, ozono ecc….. non è quello giusto.

Chi progetta per un edificio in città deve necessariamente consigliare filtri al carbone attivo.

vmc-filtro-carboni-attivi-aria-esterna-stufa-caminetto-legna-inferno-01

A Mauro si può rispondere questo:

  • forse in fase progettuale si poteva decidere una posizione migliore per il foro che porta l’aria esterna allo scambiatore di calore e poi in ambiente indoor
  • forse l’impianto vmc installato offre come ricambi filtri di diverse tipologie, meglio scegliere filtri più adatti
  • forse le tubazioni di ripresa (in genere le più sporche in assoluto) possono essere protette da filtri ulteriori da posizionare sulle bocchette di ripresa

E le vostre personali esperienze in campo VMC?

            

lettura senza banner pubblicitari grazie alla generosità dei lettori – dona anche Tu!

+ involucro - impianti copyright

federico_sampaoli_espertocasaclimacom  ipha_member   articolo ideato, scritto e diretto da Federico Sampaoli, impegnato a favore delle persone, del comfort e dell’open information, titolare e caporedattore di espertocasaclima.com – blog di formazione e comunicazione online dal 2009.

Se vuoi conoscere il mio profilo LinkedIn

Entra anche Tu nella lista dei sostenitori del Blog espertoCasaClima :

Visita il profilo di federico su Pinterest.

Aspiratore o mini VMC ?

Come da tradizione, in alcuni ambienti, magari non finestrati, è previsto un passaggio per l’installazione di un aspiratore. Così come in quasi ogni cucina, non la mia, c’è il foro per la cappa di aspirazione.

In questo articolo non voglio annoiarvi con la “storia” che ogni buco nell’involucro è inefficienza energetica, oramai lo avrete capito tutti.

Voglio invece affrontare questo tema: se stiamo facendo un foro per far installare un aspiratore perchè non ragioniamo un attimo sulla funzione che deve avere e chi o cosa potrebbe svolgerla nel migliore dei modi?

So che tutti avete già girato in internet alla ricerca di una VMC decentralizzata che non costi un occhio della testa, ma quella era proprio la strada giusta.

Gli aspiratori a cui ci hanno abituati fino ad oggi sono rumorosi e inefficienti.

Parlo di inefficienza dell’aspiratore non tanto perchè la ventola non giri o giri poco e nemmeno perchè butti fuori aria riscaldata (a caro prezzo), ma perchè mette in depressione l’ambiente dove è installato estraendo aria dove può (spifferi delle finestre, spifferi degli avvolgibili, spifferi del portone d’ingresso, spifferi dei difetti della muratura, spifferi provenienti dalle canaline elettriche che raggiungono ogni presa o interruttore della casa, fori di ventilazione delle cucine dove previsto il gas, fori di altri aspiratori non in funzione, chi più ne ha più ne metta).

E’ questa la qualità dell’aria che volete per il rinnovo quando entra in funzionamento il Vostro aspiratore?

So anch’io che oggi i fori di ventilazione possono essere forniti di griglia fonoassorbente

PHONOAIR FLEX griglia fonoassorbente

in modo da non rappresentare più il punto di abbattimento dell’isolamento acustico della facciata ma garantendo una corretta ventilazione in linea con i limiti imposti dalla normativa sui gas 7129, anche certificata per un abbattimento acustico pari a 32dB, ma resta un foro dove noi succhiamo aria fredda quando è in funzione un aspiratore in casa.

E’ vero che alcuni aspiratori di oggi hanno consumi ridottissimi, design elegante e molto altro ancora, anche con presa di ventilazione insonorizzata,

Smart Perform Aspiratore-02

ricordo sempre di utilizzare tubi di prolunga in PVC,

Smart Perform Aspiratore-01

ma il problema non è risolto: risucchiamo aria fredda da non so dove.

Se avete scelto di cucinare a gas e non passare all’induzione dovete sottostare alla normativa vigente in Italia per le apparecchiature a gas e rispettare i fori di ventilazione: oggi possono offrire un abbattimento acustico di 47dB raggiungendo i requisiti richiesti dalla norma 447/95

PHONOAIR PLUS presa di ventilazione insonorizzata

Isolamento acustico dei fori di ventilazione nei muri perimetrali dell’edificio: se sono descritti nel capitolato assicuratevi che ottemperino alle disposizioni di legge sull’isolamento acustico degli edifici (L.447/95 e D.C.P.M. 05-12-1997) che sia previsto un silenziatore per fori di ventilazione a norma UNI EN ISO 20140-10 e UNI EN ISO 717-1 conforme alla norma UNI CIG GAS 7129/01.

specifiche vano ventilazione cappa cucina

Se avete scelto di non cucinare a gas siete liberi di fare ciò che volete e progettare il modo più efficiente per il rinnovo dell’aria. Dove erano previsti degli aspiratori si potrebbe pensare di installare una ventilazione meccanica con recupero di calore decentralizzata, un piccolo apparecchio che arieggia senza raffreddare ed espelle in fase invernale una buona quantità di umidità.

mini vmc RecyclingAir Tube

Il recupero del calore avviene grazie allo scambio di energia tra i due flussi incrociati d’aria. Nello scambiatore di alluminio passa l’aria calda viziata e umida che cede il calore all’aria fresca entrante.

mini vmc RecyclingAir Tube

Sono in commercio macchine con consumo massimo di 1,5 W a 30 mc/ora con un volume sonoro di 9,5 dB: sono ottime prestazioni e i lavori richiesti sono un unico foro di 14cm di diametro.

mini vmc RecyclingAir Tube

La rumorosità dell’impianto è nulla a confronto dei vecchi aspiratori presenti in tutte le case italiane.

               

lettura senza banner pubblicitari grazie alla generosità dei lettori – dona anche Tu!

+ involucro - impianti copyright

federico_sampaoli_espertocasaclimacom  ipha_member   articolo ideato, scritto e diretto da Federico Sampaoli, impegnato a favore delle persone, del comfort e dell’open information, titolare e caporedattore di espertocasaclima.com – blog di formazione e comunicazione online dal 2009.

Se vuoi conoscere il mio profilo LinkedIn

Entra anche Tu nella lista dei sostenitori del Blog espertoCasaClima :

Visita il profilo di federico su Pinterest.

Isolamento acustico dei fori di ventilazione della cucina

Come ho già scritto in un precedente articolo, il rumore, appena trova un buco ‘ci corre dentro’! Quindi utilizziamo silenziatori ispezionalbili che consentono una effettiva ventilazione naturale.

La legislazione vigente prevede che gli edifici, in base alla loro destinazione d’uso, siano in grado di offrire in opera specifiche prestazioni di isolamento acustico di facciata. Queste prestazioni dipendono dalla combinazioni di più elementi:

  • la parte opaca della facciata,
  • i serramenti,
  • il fattore di forma e le caratteristiche costruttive della facciata,
  • l’isolamento acustico dei transiti d’aria presenti in facciata per consentire la corretta ventilazione degli ambienti in cui sono installati apparecchi a gas.

Alcuni esempi?

  • Il silenziatore per fori di ventilazione composto da elementi isolanti esterni in lana di legno di abete mineralizzata e legata con cemento Portland, rivestiti al loro interno con materiale isolante in fibre di mais. Il silenziatore Biosilenzio viene fornito con due griglie di ventilazione di colore bianco. L’indice di valutazione dell’isolamento acustico per via aerea di piccoli elementi Dn,e,w è pari a 59 dB (UNI EN 20140-10:1993, Certificato n. 597 del 16/07/2009, Dipartimento di Fisica Tecnica dell’Università di Padova).

celenit-biosilenzio1

  •  Eco Sil-block® garantisce un valore d’isolamento acustico Dn,e,w=52 dB certificato.eco-sil-blockeco-sil-block-posa





vale sempre il motto:

+ involucro - impianti copyright


federico_sampaoli_espertocasaclimacom  ipha_member

- il mio profilo LinkedIn: Lin  - articoli pubblicati di recente: eCC  - commenti al blog: feed        - i miei tweet: Tw

…questo articolo è stato ideato, scritto e diretto da Federico Sampaoli,

vuoi pubblicare le tue FOTO di cantiere? segui le istruzioni di questa pagina.

diventa anche Tu sostenitore del Blog espertoCasaClima :