Al committente

… per mantenere una buona temperatura in casa

è meglio aumentare il riscaldamento o tappare i buchi?

committente2

La committenza che incarica un’impresa di costruire / modernizzare / risanare una casa ha diritto a

  • una progettazione senza difetti
  • un’esecuzione conforme al contratto,
  • ma ha diritto anche ad un miglioramento dell’efficienza energetica rispetto al passato.

Rivedere le scelte iniziali di progettazione e regolari controlli durante l’avanzamento lavori possono essere utili a risolvere alcuni nodi costruttivi o a porre attenzione a dettagli normalmente sottovalutati: ad esempio

  • la posizione e la sigillatura del serramento,
  • la stratigrafia in presenza di più materiali,
  • la posa dell’isolamento termico sulle superfici esterne,
  • la coibentazione acustica contro il rumore da calpestio o dalle linee degli impianti,
  • gli effetti dei ponti acustici e termici, eccetera..

I più o meno gravi difetti di costruzione dal punto di vista energetico, possono essere corretti nel giusto momento quasi senza maggiori spese. I difetti scoperti troppo tardi sono a volte eccessivamente onerosi da corregere, a volte tecnicamente impossibili da rimediare. L’esperto è sempre la voce piccola della spesa!

Molto spesso è durante l’avanzamento dei lavori che il committente viene messo davanti a cambiamenti, variazioni, deviazioni, differenze dal progetto originale per la necessità di correggere situazioni energeticamente sfavorevoli, naturalmente con costi di costruzione imprevisti o superiori. Perciò una consultazione prima della chiusura di un contratto può salvare il committente da molte sorprese!

La fiducia nelle proprie capacità durante l’analisi delle voci di contratto merita rispetto, ma il supporto di un esperto indipendente è sicuramente la soluzione migliore! Le parti del contratto con descrizioni di esecuzioni e/o materiali troppo generiche o incomplete generano durante i lavori NON liete sorprese: se i dettagli dell’esecuzione e dei materiali vengono concretizzati dopo la chiusura del contratto al committente resta poco gioco e i dettagli che avrebbero costituito l’esecuzione standard diventano poi esecuzioni extracontrattuali, da pagarsi a parte!

Anche di fronte a piccoli lavori di risanamento può essere molto utile un elenco di interventi migliorativi dal punto di vista energetico, un mini-check energetico.

Un controllo particolarmente scrupoloso garantisce un risultato finale corrispondente alle aspettative.

lettura senza banner pubblicitari grazie alla generosità dei lettori – dona anche Tu!

+ involucro - impianti copyright

federico_sampaoli_espertocasaclimacom  ipha_member   blog diretto da Federico Sampaoli, impegnato a favore delle persone, del comfort e dell’open information, titolare e caporedattore di espertocasaclima.com – blog di formazione e comunicazione online dal 2009.

Se vuoi conoscere il mio profilo LinkedIn

Visita il profilo di federico su Pinterest.

8 pensieri su “Al committente

  1. Pingback: Non siamo tutti esperti di serramenti (nemmeno io), ma un consiglio posso darlo e forse può tornarvi utile, proprio quando state per decidere l'ordine. Scopriamo qualche dettaglio importante sull'argomento finestra: | esperto Casa Clima

  2. Pingback: le 3 proprietà più importanti dei materiali che dovranno svolgere il compito di isolamento termico dall'interno. Ecco quali sono: | esperto Casa Clima

  3. Pingback: Isolare il tetto da dentro o isolare il tetto da fuori? perchè questa scelta gioca un ruolo importante quando il tetto dell'edificio si trova in un edificio in zona calda d'estate: | esperto Casa Clima

  4. Pingback: 2012 sarà l'ultimo anno con le generose agevolazioni del 55%. Anni fa, durante un corso, un Relatore di cui non ricordo il nome si interruppe e disse:

  5. Pingback: Coibentare non significa decidere lo spessore e partire con i lavori! Coibentare significa progettare il comfort per chi abiterà sotto quel tetto. E certamente un tetto di Dobbiaco dovrà essere un pizzico diverso da un tetto di Firenze, e non solo nello s

  6. Pingback: Sempre più spesso committenti insoddisfatti mi fanno questa insistente domanda! Le facciate coperte dal sistema a cappotto tendono ad "inverdirsi": sono formazioni di alghe e spore. | esperto Casa Clima

  7. Pingback: esponsabilità: è chi abita la casa (il conduttore) a non osservare le buone regole di una giusta temperatura interna e di una sufficiente ventilazione? oppure, è chi ha costruito quella casa (il costruttore) a non aver risolto i ponti termici o a non aver

  8. Pingback: Restaurare, risanare, rinnovare, riqualificare, ricostruire.. | esperto Casa Clima

I commenti sono chiusi.