Posizione dell’edificio e le 4 forze che influenzano chi ci abita

Leggi questo articolo grazie alle donazioni dei recenti “esperti” lettori Paolo Montagnini, Mauro Tassinari, Giovanni Faro, Guerra Stefano, Andrea Momesso, Gaddo Tarchiani. Partecipa anche Tu, sostieni l’informazione attraverso espertocasaclima.com!


Negli articoli precedenti abbiamo parlato di

fronte, retro, sinistra e destra

riferiti all’edificio e delle relative caratteristiche; il Feng Shui riassume questi 4 punti nel modello psicologico dei Quattro Animali simbolici:

  • la Tartaruga nera è il retro della casa, la montagna
  • la Fenice rossa: il fronte, l’apertura, la vista estesa
  • il Drago verde: il lato sinistro della casa, una collina lunga e distesa (osservato dall’interno con le spalle verso il retro)
  • la Tigre bianca: lato destro della casa, una roccia o collina compatta, di altezza inferiore rispetto all’elemento che rappresenta il Drago.

Perché la presenza o mancanza di questi elementi in un sito dovrebbe interessarci?

Significato ed effetto dei Quattro Animali:

  • Tartaruga: rappresenta la protezione, sicurezza, il nostro passato, gli avi, più in generale la nosre radici anche culturali
  • Fenice: è simbolo di libertà di sviluppo,apertura alla opportunità, il successo, la propensione verso il futuro
  • Drago: rappresenta la salute, la creatività
  • Tigre : indica capacità di ragionamento e sintesi, la concentrazione e tutto ciò che è legato all’economia e concretizzazione.

Queste forze vanno ad influenzare gli abitanti mediante effetti “sottili” sulla psiche umana. Per questa ragione ad esempio una posizione dove è presente un elemento Tigre importante sarà più indicata per attività legate al ragionamento e alla concretizzazione, mentre una zona in cui si rileva un’energia Drago notevole sarà ottimale per attività creative.

Come capiremo più avanti queste indicazioni risultano importanti ad esempio nel decidere la distribuzione interna delle postazioni all’interno di un ufficio a seconda delle mansioni o del tipo di attività.

Per quanto riguarda l’orientamento dei Quattro Animali esistono diverse scuole di pensiero:

La prima tende ad orientare le forze secondo gli assi cardinali (Tartaruga- nord, Fenice –sud, Drago-est e Tigre-ovest).

Un’altra associa la Tartaruga al retro dell’abitazione e la Fenice al fronte. Ad esempio se considero l’appartamento indicato in posizione centrale nella figura in seguito, con un solo lato aperto, questa scuola considera la Fenice corrispondere con il fronte aperto e di conseguenza posiziona gli altri animali.

La terza sostiene che il paesaggio ed i suoi elementi principali (mare, fiumi, montagne…) offrano le indicazioni relative ai Quattro Animali.

Guardando le immagini sottostanti si può dire che il mare determina la posizione dell’apertura al futuro e quindi corrisponde alla Fenice.

Qualcuno potrebbe dire che la realtà è ben diversa e che la casa ideale non esiste e la maggior parte delle volte siamo costretti a confrontarci con situazioni già determinate. Certo!!! Non siamo dei pittori liberi nel disegnare una tela bianca – la maggior parte di noi non vive circondato dal nulla.

Siamo anche limitati da vincoli architettonici dettati dal patrimonio edilizio esistente, e da mille altre motivazioni quali il budget di spesa limitati o situazioni temporanee in cui viviamo solo per brevi periodi.

…il Feng Shui è molto di più!!!

Essenziale è capire il contesto che ci circonda, qualunque esso sia, e le persone coinvolte per intervenire e migliorare il nostro benessere all’interno dello spazio abitativo.

Una delle cose che mi affascina di più di questa disciplina così immensa, ma allo stesso tempo tanto pratica è che ci offre la possibilità di intervenire a diversi livelli.

Mi spiego… La consulenza parte da un’analisi delle energie che ci circondano a macro scala territoriale, fino ad un livello minore. Possiamo individuare i quattro animali ed in genere i vari flussi energetici a livello paesaggistico, in termini di edificio e sua valenza architettonica, fino a parlare di arredo ed oggetti di design.

Se rilevo la mancanza della “Tartaruga” sul retro della mia dimora, cercherò di ricreare l’effetto all’interno dell’abitazione principalmente in corrispondenza dei punti dello stare quali letto, divano, locale studio e zona pranzo scegliendo posizioni e tipologia di arredi idonee.

Ora facciamo qualche esempio e divertiamoci un po’ insieme alla ricerca dei quattro animali:

Un appartamento al secondo piano in condominio:

Gli abitanti saranno influenzati dall’effetto importante e positivo della “Tartaruga”, identificata con l’edificio presente sul retro e con l’altra unità immobiliare che si trova alle spalle. L’appartamento presenta “Fenice” e “Drago” dato dall’appartamento a lato di quello in oggetto. In questo caso manca l’effetto della “Tigre” che dovremmo riproporre all’interno.

Le 3 sedute qui sopra, diverse per tipologia, materiali, colori, ecc., dal punto di vista energetico, cosa ci raccontano?

In tutti 3 i casi, quando siamo seduti, davanti a noi troviamo uno spazio libero, la nostra “Fenice” che rappresenta l’apertura e la propensione al futuro; gli altri lati si differenziano…

Quando ci sediamo su uno sgabello, paragonabile ad edificio circondato dal nulla, non troviamo nulla alle nostre spalle, ma nemmeno a destra e sinistra. Possiamo rilevare la mancanza di “Tartaruga”, “Tigre” e “Drago” e, dal punto di vista psicologico, ciò va ad influenzare la psiche e la vita dell’individuo.

Lo schienale della seduta al centro rappresenta la nostra “Tartaruga”, mentre mancano “Tigre” e “Drago”.

La poltroncina a destra presenta tutti i quattro animali.

L’ultima seduta sembrerebbe completa e quindi l’alternativa migliore, ma non dimentichiamoci che tali elementi vanno contestualizzati.

Una consulenza Feng Shui NON è un gioco, è molto articolata e complessa e il risultato raggiunto è la sintesi di molteplici analisi, ma ci fa capire come qualsiasi realtà si possa scindere e descrivere leggendo le caratteristiche più intime che ci rivela.

Provate voi ad individuare cosa c’è e cosa manca…

CASO 1 cosa c’è e cosa manca?

CASO 2 cosa c’è e cosa manca?

CASO 3 (POSIZIONE A E POSIZIONE B) cosa c’è e cosa manca?

aspetto i vostri commenti 😉

autore: Federica De Concini
revisione: Federico Sampaoli


lettura senza banner pubblicitari grazie alla generosità dei lettori – dona anche Tu 😉 sostieni l’informazione attraverso espertocasaclima.com!


se stai scrollando una pagina dove visualizzi molti articoli uno sotto l’altro e vuoi intervenire con un tuo commento, clicca prima sul titolo del Post – in basso troverai la finestra per scrivere il tuo commento!


marco de pinto passivhaus planer

 

Federica De Concini,

Ingegnere, Progettista certificato Passivhaus Institut (Certified Passive House Designer) appassionata di Architettura Feng Shui, coeditrice di espertoCasaClima – blog di informazione tecnica e comunicazione

Entra anche Tu nella lista dei sostenitori del Blog espertoCasaClima :

Visita il profilo di federico su Pinterest.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Up Next:

Isolare il sottotetto che è pertinenza dell'appartamento sito all'ultimo piano

Isolare il sottotetto che è pertinenza dell'appartamento sito all'ultimo piano