Archivi giornalieri: 15 ottobre 2018

Nuovo divisorio interno, magari a secco

Leggi questo articolo grazie alle donazioni dei lettori Daniele Amato, Daniele Bertollo, Giuseppina Cerciello, Giorgio Benvenuti, Giuliano Masciarri. Partecipa anche Tu, sostieni l’informazione attraverso espertocasaclima.com!


E’ possibile spostare una parete? In occasione di altri lavori interni sarebbe l’occasione perfetta per realizzare i propri spazi, i propri sogni.
Ma si può demolire un vano?
Un vano adibito a camera, che non mi serve, può diventare una grande stanza da bagno? Quella che ho sempre desiderato e non ho mai avuto.

Le modifiche di tramezzature, purché non interessino le parti strutturali dell’edificio, sono opere di manutenzione straordinaria. Il titolo abilitativo necessario è una comunicazione inizio lavori asseverata da un tecnico abilitato.

Sembra facile! Allora spazio alla fantasia.

Certo che la demolizione iniziale significa rumore, polvere, detriti, smaltimento materiale, vibrazioni e irritazione dei vicini di casa… Forse dopo queste opere preparatorie non avrete mai più voglia di sentir parlare di mattoni, forati, intonaci: vi capisco.

Ricostruiamo a secco allora! Non è come montare una libreria di ikea, ma non è nemmeno un lavoro da carriole di malta e blocchi forati in laterizio che sebbene sia un materiale edile ottimo non è adatto per opere in una casa già abitata che vuole qualche cambiamento interno.

Tutte queste opere sono interventi interni, ma sono interventi liberi?
Visto che non interessano parti strutturali dell’edificio, ma solo il distributivo degli ambienti interni (eliminazione e spostamenti di tramezzature, sono opere  riconducibili alla categoria della manutenzione straordinaria: no si sta facendo una ristrutturazione edilizia in assenza di permesso!) sono opere interne all’unità abitativa, di manutenzione straordinaria.

Infatti non producono aggravio urbanistico lasciando inalterati:

  • volumi,
  • superfici
  • prospetti esterni

Insomma, se decidiamo modifiche per i tramezzi interni basta una CILA! Non serve il permesso di costruire: la CILA è una comunicazione di inizio lavori asseverata.

Se vuoi scaricare la Sentenza Tar Campania 4895/2018, clicca qui.


lettura senza banner pubblicitari grazie alla generosità dei lettori – dona anche Tu 😉 sostieni l’informazione attraverso espertocasaclima.com!


federico_sampaoli_espertocasaclimacom  ipha_member

articolo ideato, scritto e diretto da Federico Sampaoli, impegnato a favore delle persone, del comfort e dell’open information, titolare e caporedattore di espertoCasaClima – blog di informazione e comunicazione

Il mio profilo LinkedIn

Entra anche Tu nella lista dei sostenitori del Blog espertoCasaClima :

Visita il profilo di federico su Pinterest.