Archivio mensile:luglio 2018

Le promesse prima delle ferie

Leggi questo articolo grazie alle donazioni dei lettori Giuseppina Cerciello, Giorgio Benvenuti, Giuliano Masciarri, Alessandro Boiani, Massimo Sottocornola. Partecipa anche Tu, sostieni l’informazione attraverso espertocasaclima.com!


Accorcerò le distanze di provenienza del cibo (quando possibile di stagione) e delle cose. Accorciare le distanze tra produzione e consumo, in termini geografici e umani, significa valorizzare il proprio territorio prediligendo i prodotti della terra e dell’artigianato delle proprie zone.

Proverò ad autosostenermi con le mie sole forze a dimostrazione di non essere totalmente incapace di costruire o coltivare qualcosa. Non tanto per la mancanza di cibo, ma per la necessità di tornare alla terra e avere più consapevolezza di ciò che si mangia.

Continuerò a ridurre le emissioni diminuendo ulteriormente l’uso dell’auto a favore della bici. Continuerò la sfida contro me stesso dei consumi litri/100km guidando sempre più parsimoniosamente, come fosse l’ultimo litro di benzina.

Continuerò a disprezzare gli scooters, rumorosi, infestanti, fumosi, inquinanti che distruggono ogni centro di città o di paese.

Per quanto possibile, e compatibilmente alla mia famiglia, farò molto NO-Shopping: senza tante rinunce – alla mia età di mezzo e poco oltre dovrei possedere già ciò di cui ho bisogno e anche oltre. Non abboccherò all’acquisto compulsivo. Spendere di meno significa avere anche bisogno di guadagnare di meno?

Cercherò momenti di silenzio e solitudine per far esplodere la creatività!

Risparmierò più corrente, più acqua e più gas in casa.

Continuerò a ripetere che la vera raccolta differenziata si ottiene pagando la “monnezza” e non tassandola! Anche perchè non vedo alcun motivo perchè il “popolo” debba regalare tanta ricchezza a chi ricicla. La plastica non è  “monnezza” è ricchezza! La carta non è  “monnezza” è ricchezza! Il metallo non è  “monnezza” è ricchezza! Smettiamola di farci prendere per il c–o. Aggiungete voi la L e la O.

Continuerò a consigliare chi ha qualche metro di giardino di costruirsi o comperarsi un Compost per buttarci l’umido e il cartone ottenendo buona terra per i propri vasi.

Continuerò una dieta filo-vegetariana o quasi: riduce le emissioni, i consumi d’acqua, i rischi di malattie cardiovascolari, e le spese.


lettura senza banner pubblicitari grazie alla generosità dei lettori – dona anche Tu 😉 sostieni l’informazione attraverso espertocasaclima.com!


federico_sampaoli_espertocasaclimacom  ipha_member

articolo ideato, scritto e diretto da Federico Sampaoli, impegnato a favore delle persone, del comfort e dell’open information, titolare e caporedattore di espertoCasaClima – blog di informazione e comunicazione

Il mio profilo LinkedIn

Entra anche Tu nella lista dei sostenitori del Blog espertoCasaClima :

Visita il profilo di federico su Pinterest.

il 14 luglio di espertoCasaClima, da domani iliad

Leggi questo articolo grazie alle donazioni dei lettori Giorgio Benvenuti, Giuliano Masciarri, Alessandro Boiani, Massimo Sottocornola, Marco O. Partecipa anche Tu, sostieni l’informazione attraverso espertocasaclima.com!


14 luglio 1789 – La popolazione di Parigi insorge e viene assaltata la prigione della Bastiglia, simbolo del potere assolutista del re. Da questa data si fa cominciare la rivoluzione francese.

14 luglio 2018 – viene assaltata la mia vecchia SIM 64k, simbolo del Gruppo Vodafone che vanta oggi 470 milioni di clienti mobile con bollette astronomiche. Da questa data si fa cominciare la rivoluzione a 5,99€ per sempre con portabilità del mio buon vecchio numero 347 0638003.

La portabilità del vecchio numero Vodafone verso iliad è stata veloce e indolore:

  • durante la notte Vodafone ha cessato di battere, al mio risveglio ho inserito la sim iliad (già funzionante) con le eccellenti istruzioni del foglio allegato alla sim consegnata da Bartolini (una sola pagina con caratteri ben leggibili.. pensate! iliad è così).

Ho scelto poi di scaricare la app dedicata Mobile config, disponibile su Google Playstore, per configurare il telefono senza fatica alcuna. Poi sono corso a togliere la segreteria telefonica (che non ho mai sopportato) e l’unico modo per farlo è ##002#

A proposito di portabilità… pensate che iliad vi offre la possibilità di acquistare la sim con l’offerta dei 5,99€ e poi, in seguito, senza alcun addebito, vi permette di eseguire la portabilità del vostro vecchio numero! Questo sì che è servizio al cliente.

Non sarà la conquista di Troia, ma comunque un piccolo passo verso la libertà. Se io sono saltato, saltate anche voi – non vi farete male, vi farete del bene.

Ad oggi siete ancora in tempo! poi fateci sapere qualcosa, un commento senza l’obbligo di registrazione è LA occasione!

A me non viene in tasca nulla, lo dico per voi!


lettura senza banner pubblicitari grazie alla generosità dei lettori – dona anche Tu 😉 sostieni l’informazione attraverso espertocasaclima.com!


federico_sampaoli_espertocasaclimacom  ipha_member

articolo ideato, scritto e diretto da Federico Sampaoli, impegnato a favore delle persone, del comfort e dell’open information, titolare e caporedattore di espertoCasaClima – blog di informazione e comunicazione

Il mio profilo LinkedIn

Entra anche Tu nella lista dei sostenitori del Blog espertoCasaClima :

Visita il profilo di federico su Pinterest.

Incentivi per la popolazione economicamente vulnerabile

Leggi questo articolo grazie alle donazioni dei lettori Giorgio Benvenuti, Giuliano Masciarri, Alessandro Boiani, Massimo Sottocornola, Marco O. Partecipa anche Tu, sostieni l’informazione attraverso espertocasaclima.com!


Su Casaeclima ho letto che

“Nuove misure, provvedimenti strutturali e semplificazioni consentiranno di ottenere risultati positivi in materia di efficienza energetica e sicurezza degli edifici superando ostacoli e criticità”, parole del presidente di ENEA Federico Testa.

“In particolare, strumenti come l’ecobonus, il sismabonus e la cessione del credito fiscale aprono la strada degli incentivi anche a quella fascia di popolazione economicamente vulnerabile, circa un cittadino su dieci, che spesso vive in condomini periferici delle grandi città tutt’altro che efficienti dal punto di vista energetico”

“ENEA ha già messo in campo una serie di azioni formative e informative per fornire supporto su scala nazionale a tecnici, amministratori e decisori.

Facci sapere, scrivici! Tu cittadino su 10 che abiti in condominio energeticamente inefficiente periferico di una grande città e sei economicamente vulnerabile, raccontaci come si è aperta la strada degli incentivi!

Raccontaci, oh cittadino vulnerabile, delle semplificazioni e del superamento degli ostacoli portati delle nuove misure di Federico Testa!

Siamo curiosi di sentire la tua! Fatti sentire, scrivi nella finestra lascia un commento senza bisogno di registrarti.


lettura senza banner pubblicitari grazie alla generosità dei lettori – dona anche Tu 😉 sostieni l’informazione attraverso espertocasaclima.com!


federico_sampaoli_espertocasaclimacom  ipha_member

articolo ideato, scritto e diretto da Federico Sampaoli, impegnato a favore delle persone, del comfort e dell’open information, titolare e caporedattore di espertoCasaClima – blog di informazione e comunicazione

Il mio profilo LinkedIn

Entra anche Tu nella lista dei sostenitori del Blog espertoCasaClima :

Visita il profilo di federico su Pinterest.

NO rotaia non significa NO mezzi pubblici

Leggi questo articolo grazie alle donazioni dei lettori Giorgio Benvenuti, Giuliano Masciarri, Alessandro Boiani, Massimo Sottocornola, Marco O. Partecipa anche Tu, sostieni l’informazione attraverso espertocasaclima.com!


Mentre per le strade di Londra, tutti i nuovi taxi devono essere elettrici, e il sindaco Sadiq Khan ha deciso di convertire i bus rossi a due piani in EV per limitare l’inquinamento atmosferico e tutelare la salute delle persone

  • 68 nuovi autobus elettrici dall’estate 2019
  • 240 mezzi elettrici in totale
  • elettrificazione completa di tutti i bus entro il 2020
  • elettrificazione di tutti i mezzi pubblici entro il 2037
  • autobus elettrici progettati in Scozia e nel centro di ricerca di Shenzhen assemblati in Gran Bretagna
  • tutto il giorno con una singola carica
  • ogni 100.000 miglia di servizio 140 tonnellate di emissioni nocive risparmiate

Metrodecker EV:  90 passeggeri, autonomia di oltre 150 miglia con una singola carica.

Mentre il sindaco Sadiq Khan sta facendo tutto il possibile per migliorare la qualità dell’aria nell’attesa del 2040 (divieto delle nuove vendite di veicoli diesel e benzina), il mio vice sindaco Lorenzoni attende l’arrivo di 180 milioni di finanziamento dal governo per i lavori per la Sir 3 verso Voltabarozzo e i “rami” della Sir 3.

 

Anzichè acquistare bus elettrici da inserire nei percorsi cittadini da subito, si sogna di aprire cantieri:

  • 60 milioni di euro in arrivo
  • 120 milioni promessi per il futuro prossimo

Per il vice sindaco Lorenzoni questo è un investimento ambizioso, che guarda al 2050, quando i gas serra dovranno essere azzerati. Azzerati?

  • arrivare all’appalto entro fine 2018
  • aprire i cantieri nel 2019
  • nel 2022 la linea può essere pronta. può?

Sognare di aprire cantieri futuri con finanziamenti futuri e date di inizio future incerte e date di fine cantiere sconosciute mi sembra NON tutto il possibile per migliorare la qualità dell’aria.

Forse il sindaco di Londra Sadiq Khan sta scivolando su una buccia di banana correndo ad elettrificare i mezzi pubblici – dovrebbe fermarsi, ripensarci e copiare la ricetta padovana, probabilmente unica in Europa.

Alle elementari consegnai il mio quaderno rosso alla maestra – mi fece notare un grosso errore e aggiunse che era identico al quaderno di un mio compagno. Poi disse “se non sai le cose, copia da chi è più bravo di te! altrimenti copierai anche gli errori”.

Ma Londra è Londra,

ha una visione del futuro ben più spinta e una migliore qualità dell’aria sembra un obiettivo importante:

la Port of London Authority ha previsto una nave ibrida diesel plug-in (navigherà a batterie per 40 miglia a 15 nodi) che rispetto all’ attuale nave pilota consumerà solo 7mila litri (anzichè 86.000) per le normali operazioni di taglio-pilota per anno.

e Padova è Padova.

Allora, come aiutare il vice sindaco Lorenzoni a prendere la strada giusta e soprattutto, cosa proporgli in sostituzione del tram su rotaia?

Senza andare fino a Shenzhen ci si potrebbe accontentare del eCitaro Mercedes, un bus elettrico Mercedes Benz con 150 km di autonomia (batterie agli ioni di litio divisi in 10 moduli da 25 kWh).

Probabilmente per il percorso padovano sarebbe sufficiente il bus elettrico da 150 kWh con 100km di autonomia e un prezzo ridotto.

 

Se poi Padova volesse rottamare i primi modelli del Tram che spesso hanno dimostrato noie e guasti sarà utile sapere che l’ eCitaro Mercedes è disponibile anche per l’alimentazione a pantografo, per i percorsi di cui la città, a caro prezzo, si è dotata con cavi e piloni.

Se Berlino e Amburgo saranno i primi clienti, Padova sappia che può già prenotare questi bus elettrici. Purtroppo è la strategia che manca! Invadere la città con nuovi cantieri resta ancora il sogno dell’amministrazione. E non capisco il perchè.


lettura senza banner pubblicitari grazie alla generosità dei lettori – dona anche Tu 😉 sostieni l’informazione attraverso espertocasaclima.com!


federico_sampaoli_espertocasaclimacom  ipha_member

articolo ideato, scritto e diretto da Federico Sampaoli, impegnato a favore delle persone, del comfort e dell’open information, titolare e caporedattore di espertoCasaClima – blog di informazione e comunicazione

Il mio profilo LinkedIn

Entra anche Tu nella lista dei sostenitori del Blog espertoCasaClima :

Visita il profilo di federico su Pinterest.

Una canna fumaria sempre pulita

Leggi questo articolo grazie alle donazioni dei lettori Giorgio Benvenuti, Giuliano Masciarri, Alessandro Boiani, Massimo Sottocornola, Marco O. Partecipa anche Tu, sostieni l’informazione attraverso espertocasaclima.com!


Negli ultimi anni si sono molto diffusi gli impianti e le stufe a pellet o a legna (biomasse legnose) ma non si è altrettanto diffusa la cultura della manutenzione –  che fondamentalmente cos’è?

una canna fumaria pulita

Non fare nessuna manutenzione alle canne fumarie significa non solo scarsa efficienza, ma anche rischio. Anche il DM 37/2008 ci ricorda che la canna fumaria è una parte dell’impianto. Maglio mantenere la canna fumaria pulita e a prova di incendio e senza rischio di fughe di monossido di carbonio.

E voi?

Mai chiamato lo spazzacamino? L’estate se ne va in un attimo, organizzatevi per tempo.

Programmando la pulizia del camino e della canna fumaria potreste nello stesso momento fare manutenzione del tetto e delle grondaie. Evitando malfunzionamenti, l’ impianto funzionerà al meglio. Con l’occasione della pulizia e dell’ispezione della canna fumaria è possibile verificare ostruzioni, rotture, o possibili nidi presenti nel condotto.

Chi è abituato a far eseguire la manutenzione periodica è pregato di regalare qualche informazione, consiglio e idea di costi ai lettori. Ringrazio in anticipo


lettura senza banner pubblicitari grazie alla generosità dei lettori – dona anche Tu 😉 sostieni l’informazione attraverso espertocasaclima.com!


federico_sampaoli_espertocasaclimacom  ipha_member

articolo ideato, scritto e diretto da Federico Sampaoli, impegnato a favore delle persone, del comfort e dell’open information, titolare e caporedattore di espertoCasaClima – blog di informazione e comunicazione

Il mio profilo LinkedIn

Entra anche Tu nella lista dei sostenitori del Blog espertoCasaClima :

Visita il profilo di federico su Pinterest.