decidere gli interventi con l’Ecobonus 2018

Buon 2018 a tutti i lettori di espertocasaclima!

Come prevedibile, anche il 2018 offrirà incentivi e agevolazioni, in una parola ecobonus. Su per giù mi sembra la proroga degli ecobonus 2017, ed è sempre chi  sostiene la spesa che dovrà fare richiesta del bonus.

  • Efficientamento: tetto massimo 100.000 euro
  • Rifacimento degli impianti: 30.000 euro
  • Serramenti, pannelli: 60.000 euro
  • Giardini, balconi e terrazze, facciate esterne, riqualificazione del verde urbano: 5.000 euro
  • Acquisto + installazione caldaie di classe A con detrazioni al 50% (65% con rinnovo dell’impianto idraulico)
  • Nuovi elettrodomestici con detrazioni al 50% e tetto massimo di 10.000 euro
  • Sisma bonus con detrazioni tra il 70 e l’85% e 100% per consulenza e diagnosi dello stato di sicurezza.
  • Sistema incentivante per l’acquisto di immobili in classe B (minimo).

Resta ammesso a contributo anche quanto pagato ai professionisti. E non dimenticate che le fatture devono risultare regolarmente saldate tramite corretto bonifico.

La richiesta di detrazione per gli interventi di riqualificazione energetica si fa sempre in sede di denuncia dei redditi: e le detrazioni d’imposta rimangono distribuite nell’arco di 10 anni. Ovviamente ci deve essere la capienza IRPEF o IRES, per il recupero di quanto previsto.

Accedere agli incentivi Ecobonus resta una procedura complicatina, ma cos’è facile nella vita?

            

lettura senza banner pubblicitari grazie alla generosità dei lettori – dona anche Tu!

+ involucro - impianti copyright

federico_sampaoli_espertocasaclimacom  ipha_member   articolo ideato, scritto e diretto da Federico Sampaoli, impegnato a favore delle persone, del comfort e dell’open information, titolare e caporedattore di espertocasaclima.com – blog di formazione e comunicazione online dal 2009.

Se vuoi conoscere il mio profilo LinkedIn

Entra anche Tu nella lista dei sostenitori del Blog espertoCasaClima :

Visita il profilo di federico su Pinterest.

2 pensieri su “decidere gli interventi con l’Ecobonus 2018

  1. Federico Sampaoli Autore articolo

    se lei sta in un appartamento e magari ha un impianto di riscaldamento autonomo può decidersi per nuova caldaia + nuovi serramenti con agevolazioni senza tutto l’iter con Enea.
    se intende realizzare un isolamento interno e altre opere potrebbe presentare pratica edilizia per intervento di ristrutturazione interna e approfittare del 50% senza tutto l’iter con Enea.

    non dimentichi comunque che
    secondo i REQUISITI SPECIFICI PER GLI EDIFICI ESISTENTI SOGGETTI A RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA:
    In caso di interventi di riqualificazione energetica dell’involucro opaco che prevedano l’isolamento termico dall’interno o l’isolamento termico in intercapedine, indipendentemente dall’entità della superficie coinvolta, i valori delle trasmittanze di cui alle tabelle da 1 a 4 dell’Appendice B, sono incrementati del 30%.
    Negli edifici esistenti sottoposti a ristrutturazioni importanti, o a riqualificazioni energetiche nel caso di installazione di impianti termici dotati di pannelli radianti a pavimento o a soffitto e nel caso di intervento di isolamento dall’interno, le altezze minime dei locali di abitazione previste al primo e al secondo comma, del decreto ministeriale 5 luglio 1975, possono essere derogate, fino a un massimo di 10 centimetri.

    chieda conferma al suo tecnico di fiducia.

  2. Luca

    Ma rientra anche il cappotto o no? Solo il tetto? Io che sto in appartamento quindi non avrei diritto? Grazie mille per tutte le info.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.