Detrazioni 50% e 65% con ingiustizia sociale

C’è una proposta di legge “Disposizioni per la cessione dei crediti di imposta maturati per interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica degli edifici mediante contratto di sconto con un intermediario finanziario”, presentata alla Camera dei Deputati.

Io non vedo un grande limite nel fatto della durata nel tempo (10 anni) della loro effettiva fruizione. Piuttosto mi appare un’ enorme ingiustizia sociale il fatto che dalle detrazioni siano escluse totalmente le fasce incapienti (gli impuri), ovvero i soggetti a più basso reddito.

detrazioni-50-65-ingiustizia-sociale

Per questa fascia della popolazione non rimane altra soluzione che il ricorso al lavoro nero, non è la ‘convenienza’ più immediata e veloce, preferibile al rimborso decennale, “tentazione” per soggetto con capienza Irpef (il puro).

Poi si dice che l’italiano non ha il senso dello stato…, non rispetta le istituzioni…, si arrangia…. Ma questo arrangiarsi è proprio frutto delle incapacità di gestire il paese dei governanti, non è una malattia o una moda. Ovvio che per alcuni (gli impuri), lo sconto immediato in cambio di una parziale non fatturazione dei lavori diventa l’unica strada per sentirsi al pari dell’altra fascia di italiani (i puri), che fiscalmente può accedere alle detrazioni fiscali.

Come le caste in India, l’accesso alle detrazioni è sottoposta alla “gerarchia” – dal più piccolo granello di sabbia alla più grande delle stelle. Ognuno ha un suo posto deciso e da questo non può uscire.

Voi cosa ne pensate?

lettura senza banner pubblicitari grazie alla generosità dei lettori – dona anche Tu!

+ involucro - impianti copyright

federico_sampaoli_espertocasaclimacom  ipha_member   articolo ideato, scritto e diretto da Federico Sampaoli, impegnato a favore delle persone, del comfort e dell’open information, titolare e caporedattore di espertocasaclima.com – blog di formazione e comunicazione online dal 2009.

Se vuoi conoscere il mio profilo LinkedIn

Entra anche Tu nella lista dei sostenitori del Blog espertoCasaClima :

Visita il profilo di federico su Pinterest.

2 pensieri su “Detrazioni 50% e 65% con ingiustizia sociale

  1. vincenzo

    Pensiamo che come al solito hai ragione. L’unica cosa che posso rilevare di positivo è che una volta tanto non si sono fatte differenze tra nord è sud, è una misura trasversale che guarda il reddito del contribuente e basta. Detto ciò, chi sta meglio starà sempre meglio e chi sta peggio starà sempre peggio.
    Se invece di incidere su IRPEF o IRES si incidesse sull’IVA (anche se credo che la normativa europea non lo consenta) la misura diventerebbe realmente equa e favorirebbe il lavoro legale contrastando il lavoro nero, oltre ad essere più rapida e snella, senza aspettare 10 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.