Friburgo per esempio

Friburgo, come altri centri del Nord (Vienna, Helsinki, Zurigo, ecc.) è servita da sprone a tante città italiane settentrionali che, nonostante i gravi problemi d’inquinamento e smog, sono impegnate nello sviluppo della mobilità sostenibile.

A Friburgo anche il percorso del tram è progettato come zona verde: più bello, meno polveroso, più salubre, più civile… Chi sa perchè idee così a noi non vengono nemmeno quando facciamo pìpì!? Il nostro sindaco non fa mai pìpì?

freiburg-verde

freiburg-verde 

 freiburg-verde

freiburg-verde 

freiburg-verde

E mentre usi il tram e viaggi per la città, il panorama che hai davanti appare così:

freiburg-verde

Parliamo di bici:

L’Italia dispone di 3mila chilometri di piste ciclabili urbane, l’equivalente di 3 città europee (Stoccolma, Hannover e Helsinki) e tantissimi capoluoghi hanno solo piccolissimi spezzoni di percorsi ciclabili.

Senza sottolineare la scarsità di piste ciclabili, l’Italia sembra proprio non capire quanto benessere portino agli italiani i ciclisti che sostituiscono gli automobilisti!

bici-lucchetto

Anche a Padova succedono cose inspiegabili:

il divieto di transito per i velocipedi, nel tratto di via Roma che va dall’incrocio con piazza San Marco fino al civico 30. Chi circola in bici potrà essere multato. Una misura decisa per assicurare l’incolumità di chi si muove a piedi. A vent’anni dall’inizio delle richieste di limitazione del traffico, oggi via S. Francesco è diventata una delle strade maggiormente percorse dalle biciclette in tutta Padova: ve ne passano 5.000 ogni giorno e assieme ai numerosissimi pedoni sono le vere protagoniste della vita della strada. A dir la verità, per esperienza diretta, ne passeranno anche 5000, ma purtroppo respirando i gas di scarico degli scooter che se ne infischiano altamente, di tutto e di tutti. La vigilanza sembra avere il prosciutto sugli occhi…

Sì, brontolo su tutto, e anche sul fatto che le bici si rubino come le caramelle: e nessuno ha visto, nessuno ha sentito, nessuno ha parlato!

 

Firma la petizione a Ruota Libera
Legambiente ti invita a firmare la Petizione per la sicurezza e la mobilità dei ciclisti per mantenere alta l’attenzione dell’Amministrazione Comunale sulla realizzazione e sistemazione delle piste ciclabili. E’ possibile aderire alla petizione compilando ed inviando il tagliando presente in questa pagina, oppure online sul sito www.legambientepadova.it.

 

federico_sampaoli_espertocasaclimacomipha_member

View federico sampaoli's profile on LinkedIn

Vuoi offrire un sostegno a questo BLOG? Diventerai sostenitore di EspertoCasaClima.

 esperto casaclima

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *