Come scegliere un impianto solare termico

 Come posso scegliere un impianto solare termico senza capirci un H?

solare-termico-senza-capirci-niente

Facciamo un po’ di luce sull’argomento "solare termico":

Prima cosa: l’accumulo è il vero cuore di un impianto solare termico, è lui che permette di conservare il calore rendendolo disponibile ogni volta che c’è richiesta.
Quindi meglio un accumulo di grandi dimensioni e meglio ancora se stretto e alto perchè migliora la stratificazione termica e dunque l’efficienza dell’impianto.

Anche se vogliamo un impianto solare con integrazione del riscaldamento è necessario un termo accumulo o puffer (il serbatoio termico ad acqua). E’ il puffer che accumula il calore non immediatamente utilizzato.

Sarà poi l’impianto di riscaldamento tradizionale ad intervenire appena la temperatura nel puffer si abbassa troppo.

Quando i sistemi di accumulo combinati servono sia per il riscaldamento che per la produzione di acs, acqua calda sanitaria, scegliamo (sempre!) sistemi di produzione istantanea dell’acqua calda sanitaria (acs) o accumulatori a stratificazione:

  • sistemi istantanei: uno scambiatore di calore produce acs solo se c’è richiesta: da un lato dello scambiatore scorre l’acqua fresca, dall’altro scorre l’acqua calda del serbatoio (i 2 flussi restano separati): non c’è rischio di legionella, il sistema è perfettamente igenico.
  • accumulatori a stratificazione: la naturale disposizione degli strati dell’acqua di temperature diverse permette grazie a prese di diversa altezza di estrarre acqua alla temperatura più adatta: per esempio in basso per il sistema radiante a pavimento ed in alto per acs, acqua calda sanitaria.
accumulatori-a-stratificazione-puffer

Dobbiamo decidere l’impianto e la sua dimensione? Ricordiamo che il sole è gratuito, ma non lo sono i vari componenti dell’impianto. Quindi, per mantenere un buon rapporto costi benefici, l’impianto solare termico non deve essere troppo grande:

copertura-pannello-solare-termico

  • la resa economica dell’investimento per impianti si ha con elevati gradi di utilizzo: quindi gli impianti di piccole dimensioni, con bassi gradi di copertura, vincono sempre!

Cosa si intende per grado di copertura di un impianto solare termico? Per grado di copertura si intende il rapporto tra energia solare fornita dall’impianto ed energia termica necessaria per acs o radiante o entrambi ).

Ti senti un po’ più preparato per decidere quale impianto solare scegliere?

Sì, adesso mi è tutto un po’ più chiaro.
No, credo che mi affiderò ai consigli del mio idraulico di fiducia.
No, dovrò parlarne approfonditamente con un termotecnico.
Sì, ma cercherò senz’altro di informarmi ancora meglio.

 

sostegno-al-blog-espertocasaclima.com

View federico sampaoli's profile on LinkedIn

5 thoughts on “Come scegliere un impianto solare termico

  1. Pingback: la coibentazione, ma senza dimenticare che il fine di tutto non è il risparmio della bolletta per riscaldamento e raffrescamento... è il comfort che ottengo | esperto Casa Clima

  2. Pingback: Le personali esperienze con impianti radianti, anche combinati con pompa di calore, geotermica o aria acqua, con impianto fotovoltaico da 6kW o più danno pareri discordi. | esperto Casa Clima

  3. Pingback: I comportamenti di chi abita e usa la casa sono determinanti per ottenere i bassi consumi e gli alti livelli di comfort previsti dalla progettazione! Primo passo: monitoriamo i consumi! | esperto Casa Clima

  4. Pingback: Una volta sigillato l'edificio con i nuovi serramenti le dispersioni sono senz'altro più basse, ma la mancanza dei vecchi spifferi provoca anche un abbassamento della qualità dell'aria. Arieggiare gli ambienti diventa non solo buona regola, diventa necess

  5. Pingback: il fabbisogno di calore per quanto riguarda il riscaldamento è basso, sarebbe sufficiente installare una caldaia da 6KW! Ma la caldaia sarebbe abbastanza potente per fornirci anche l'acqua calda sanitaria? | esperto Casa Clima

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>