Quale è il migliore sistema di ventilazione meccanica controllata?

 Il miglior sistema di ventilazione confortevole con recupero del calore è….. quello che costa di più!

Può sembrare una facile battuta, ma è una grande verità. Non scendo naturalmente al confronto tra marche diverse e rispettivi prezzi: non me lo posso permettere e non ho abbastanza informazioni per arrivare ad una conclusione certa.

Quello che intendo dire con " il sistema migliore è quello più costoso" è che un sistema centralizzato è più efficiente e perfetto (e costoso) di un sistema decentralizzato.

Per capirci meglio, ecco uno schema del sistema di ventilazione meccanica controllata centralizzato:

tag-vmc-centralizzata

Ed ecco invece uno schema del sistema di ventilazione meccanica controllata decentralizzato:

 tag-vmc-decentralizzata

La differenza tra i due sistemi?

Il "lavaggio" dell’aria si ottiene in modo completo in una casa dove è stato correttamente progettato un completo sistema di ventilazione confortevole e invece è difficile da ottenere se si è installato magari un solo aggregato compatto che in pratica agisce bene solo in un ambiente della casa. 

E’ fin qui tutto logico, ma prima di non prendere nemmeno in considerazione l’installazione di un apparecchio vmc decentralizzato ricordiamoci di riflettere sugli aspetti più importanti dell’edificio: com’è fatto, chi ci abita?

Come è fatto:

Se è un edificio esistente e si fanno pochi interventi di manutenzione non si può pensare di distruggere la casa per installare un sistema centralizzato con canalizzazioni e tutto il resto. Sarà invece molto possibile effettuare due carotaggi su una parete perimetrale ed installare una vmc decentralizzata che bisogna solamente di una presa di corrente per alimentare i due ventilatori interni (circa 5Watt di potenza assorbita). Meglio se nella posizione più favorevole ai flussi d’aria.

Chi ci abita:

Se chi abita la casa vive la zona soggiorno cucina (magari in open space) molto intensamente come luogo di ritrovo, riunione, piccoli lavori, studio in casa, angolo giochi per i bimbi e in pratica usa la zona notte solamente in alcune ore per il sonno, allora una vmc compatta proprio in quella zona giorno molto utilizzata permette una buonissima qualità dell’aria insieme ad un sicuro risparmio sul riscaldamento e certamente una situazione di comfort fino ad allora sconosciuta.

In conclusione, si può affermare che, se c’è la possibilità, è bene installare una ventilazione meccanica controllata, chiamata anche confortevole. La spesa iniziale sembrerà un lusso, una cosa in più: ma vivere con la vmc dimostrerà l’intelligenza della scelta:

  • più comfort
  • meno polvere
  • meno spese per riscaldamento
  • meno umidità interna
  • niente formazioni di muffe
  • meno sofferenze dovute ad allergie (diponibili i filtri antipolline)
  • nessuna concentrazione di vapori di materiali, vernici e formaldeide
  • meno manutenzione rispetto ad un impianto centralizzato
Vi ho convinti? installereste una vmc?

Sì, lo farò già in questa casa.
Sì, lo farò nella prossima nuova casa.
Ne parlerò con il mio progettista e poi deciderò.
No, non sono convinto dell’utilità dell’apparecchio.

federico_sampaoli_espertocasaclimacomipha_member

View federico sampaoli's profile on LinkedIn

Vuoi offrire un sostegno a questo BLOG? Diventerai sostenitore di EspertoCasaClima.

 esperto casaclima

8 thoughts on “Quale è il migliore sistema di ventilazione meccanica controllata?

  1. Marco de Pinto

    Ciao Federico, con una giornata come quella di oggi, con vento, pioggia e freddo le case mantengono le finestre chiuse, basta guardarsi in giro, e questo comporta il non corretto ricambio d’aria nelle nostre abitazioni ecco uno dei motivi per installarla.

  2. Federico Sampaoli Post author

    Se l’impianto di ventilazione meccanica controllata che si desidera è centralizzato va dimensionato, progettato, e costa non solo per la macchina, ma per la distribuzione, cioè per le tubazioni, i relativi silenziatori e i terminali che devono essere posati.
    L’impianto decentralizzato è una macchina autonoma, che non prevede tubazioni, ma che nemmeno riesce a servire più di un ambiente, quindi servono più macchine vmc da installare sulle pareti esterne.
    L’impianto decentralizzato è da prendere in grande considerazione se l’alternativa all’impianto decentralizzato è la rinuncia alla VMC!
    Il costo: è da ricordare che la macchina di ventilazione centralizzata dovrebbe essere sovradimensionata per poterla utilizzare alle più basse velocità (massima silenziosità e recupero di calore).
    Costa tra i 4mila e i 16mila: una risposta che non aiuta vero?
    Consumi: teniamo presente che se si consuma 1 di corrente elettrica stiamo recuperando 20 in termini di calore. Dunque non è un tema di discussione.
    Diciamo che se una VMC decentralizzata consuma 5W, un impianto centralizzato minimo 30Watt.

  3. Tiziano

    Ciao Federico. Prima di tutto voglio farti i complimenti per gli articoli sulla VMC…davvero molto esaurienti e di facile comprensione. La cosa che però mi preme sapere è anche la più scontata:

    1) quanto costa un impianto di VMC con recupero di calore?
    2) quanto consuma in termini di corrente?

    comprendo bene che è soggettivo da casa a casa,ma navigando in internet non riesco a trovare qualcosa o qualcuno che espleti in maniera chiara i prezzi. Ho in progetto (non a breve termine) di costruirmi una casa in bioedilizia,e sto incominciando a muovermmi e studiare la componentistica ed eventuale impiantiscica per una casa efficiente ed intelligente. Ringraziandoti in anticipo della risposta ti auguro un’ottima giornata. Saluti, Tiziano.

  4. Pingback: Non posso più aprire le finestre se installo un impianto di ventilazione meccanica controllata? I committenti a cui consiglio di riflettere sulla VMC mi fanno spesso questa domanda! E' certamente un apparecchio quasi sconosciuto in Italia, ma è un aggeggi

  5. Pingback: Una volta sigillato l'edificio con i nuovi serramenti le dispersioni sono senz'altro più basse, ma la mancanza dei vecchi spifferi provoca anche un abbassamento della qualità dell'aria. Arieggiare gli ambienti diventa non solo buona regola, diventa necess

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>