Benefici della ventilazione meccanica controllata

Finalmente ho trovato un’immagine che mi aiuta a spiegare i benefici della ventilazione confortevole. Per me non è facile entrare nell’argomento con committenti e progettisti perchè la ventilazione è immediatamente percepita come un di più costoso ed inutile! ventilazione meccanica controllata

Quando ci troviamo davanti ad un completo restauro o ad una nuova costruzione non possiamo dimenticare la ventilazione dei locali. Sarebbe come fare il cammino a metà. Se affrontiamo un restauro è chiaro che appena abbiamo sostituito i vecchi serramenti ci troviamo in un edificio chiuso quasi ermeticamente. In un vaso di marmellata non si può vivere per più di qualche ora: in teoria per non respirare aria malsana ogni due ore dovremmo aprire le finestre per cinque minuti e questo 24ore al giorno. Un vero sperpero di calore. Tra la pigrizia, la notte e il freddo il ricambio d’aria ogni due ore non viene mai rispettato e viviamo in "apnea", nel vaso di marmellata! La soluzione c’ è, è la ventilazione meccanica controllata detta anche ventilazione confortevole. Un grande guadagno per la qualità della vita: aria continuatamente fresca in casa. ventilazione meccanica controllata schema L’aria che viene espulsa passa per uno scambiatore dove cede il calore all’aria fredda in entrata. Il recupero è circa dell’80%. In altri paesi la ventilazione confortevole è già un indice di maggior valore dell’immobile, da noi no, ci arriveremo.

Economicamente possiamo dire che si potrebbero abbattere i costi per riscaldamento del 40% installando una ventilazione confortevole, perdite per ventilazione ma l’investimento va ben oltre perchè ci offre 

  • ambienti salubri
  • niente muffe
  • riduzione dell’umidità interna
  • ventilazione notturna delle camere da letto
  • ventilazione notturna nei periodi molto caldi che abbassa la temperatura interna.

18 pensieri su “Benefici della ventilazione meccanica controllata

  1. Pingback: Forse il miglior parametro per stabilire quanta aria di ricambio ci serve è esattamente la misurazione della concentrazione di CO2. | esperto Casa Clima

  2. Pingback: Mentre in Italia non abbiamo nemmeno una casa passiva in ogni città (ma forse la colpa è dei committenti che non ci sono...) a Friburgo, in Germania, hanno consegnato le chiavi di 139 appartamenti in una casa passiva di 16 piani. | esperto Casa Clima

  3. Pingback: Come si potrebbe calcolare quanto è grande la perdita di calore per ventilazione in una casa? sapere quanta energia buttiamo dalla finestra facendo una corretta ventilazione degli ambienti è interessante: la mia casetta esempio di 100mq è a Padova, zona c

  4. Federico Sampaoli Autore articolo

    Già di per se una vmc compatta (tutto in uno) è un apparecchio non silenziosissimo. Porta comunque in casa tutti i benfici che ci aspettiamo.
    Chi è sensibile ai rumori (io non sopporto la ventola del computer) può far funzionare la vmc in modo non continuativo: solo quando serve, magari appena usciamo dall’ambiente (per ritrovarlo ripulito al nostro ritorno), quando ci sono altri rumori (tv, amici), dopo qualche ora che ci siamo coricati (a intervalli di 2h). Piccole astuzie per ottenere il meglio.
    Se conosciamo la nostra casa, installiamo la vmc in parete, magari sui lati più protetti dai rumori.

    raccontateci cosa deciderete e come è andata!

  5. Renato

    Buongiorno
    Dovrei installare il sistema di ventilazione
    meccanica decentrata sulle pareti della mia casa Rubner Residenz, per risolvere il problema della troppa umidità all’interno di essa,per favore mi potrebbe dire se questi sistemi portano rumori dall’estero verso l’interno.

  6. Pingback: Imparare ad usare le finestre non servirà solo ad abbassare i consumi del gas, servirà anche a combattere la muffa. | esperto Casa Clima

  7. Federico Sampaoli Autore articolo

    Se l’impianto di V.M.C. è a semplice flusso (estrazione), costituito da bocchette di estrazione posizionate nei locali cucina e bagno, bocchette d’ingresso installate sugli infissi posizionate nel soggiorno e nelle camere, allora il problema degli odori nasce dai movimenti d’aria esterni (i venti). Probabilmente il vento sposta gli odori in prossimità delle bocchette d’ingresso! Per rendersene conto e togliersi ogni dubbio bisognerebbe provare ad aprire le finestre nel preciso istante in cui si percepisce l’ingresso degli odori: se l’odore è presente all’esterno (aprendo le finestre lo sentirete) allora avete la prova che le bocchette d’ingresso “pescano” gli odori trasportati dal vento.

  8. maria pirola

    Dalla griglia di estrazione dell’impianto di V.M.C. ad un flusso della mia cucina entrano gli odori della cucina dell’inquilino del piano di sotto: potete Voi dirmi il perchè?Dopo tre mesi e vari sopralluoghi dell’impresa e dell’idraulico(la palazzina è di nuova costruzione) io non ho ancora scoperto la causa del fenomeno che non si verifica sempre. A chi posso rivolgermi per avere una risposta esauriente?Grazie infinite.

  9. Pingback: La combinazione dell'involucro spesso e ben isolato con la ventilazione automatica (l'impianto recupera il calore proveniente dall'aria viziata) ci regala ottime condizioni di comfort: | esperto Casa Clima

  10. Federico Sampaoli Autore articolo

    non è una preoccupazione: gli impianti sono progettati con silenziatori che “spezzano” i rumori. la preoccupazione può essere fondata solo per gli apparecchi compatti senza tubazioni che si installano nei muri perimetrali con due carotaggi: possono portare all’interno rumori esterni.

  11. Angelo Alippi

    la rete delle tubazioni di immissione ed espulsione del’aria, essendo tutte collegate e confluenti in un unico punto può dare problemi sotto l’aspetto acustico nel senso che si trasmettono in rumori da un locale all’altro propagandosi attraverso le tubazioni?

  12. Federico Sampaoli Autore articolo

    Credo proprio non rientri nel 55%. Forse in abbinamento con qualche altro impianto può essere unito all’insieme…? Il fornitore può certamente chiarirVelo. Non è comunque un motivo per rinunciarvi! Più benessere abitativo e più risparmio!

  13. Domenico

    Buongiorno,

    posso richiedere la detrazione del 55% se istallalo un sistema di VMC?

    Distinti saluti
    Domenico Frisina

  14. Federico Sampaoli Autore articolo

    Il comfort è sempre garantito da una bassa velocità dell’aria alla uscita dal punto di immissione, ma non ogni macchina ha la possibilità di una completa regolazione. Dunque massima attenzione ai dati tecnici delle case produttrici!

  15. ASPIREDIL

    VELOCITA’ ARIA CON IMPIANTO VMC
    Buongiorno a tutti,
    ho un quesito che riguarda la velocità dell’aria in uscita dalla bocchetta di immissione o nell’ambiente.
    Ho trovato una tabella dove si consiglia di non superare 1 m/s ed in particolare nella stagione fredda non superare 0,5 m/s.
    Domanda: questa velocità si riferisce al movimento dell’aria negli ambienti o alla velocità rilevata in uscita dalla bocchetta?
    Grazie e buona giornata
    Domenico
    ASPIREDIL

  16. Federico Sampaoli Autore articolo

    …che che ne dicano tutti una diversa, io consiglio l’immissione a circa 30cm dal soffitto perchè per una legge fisica, che forse ha anche un nome, l’aria che entra nell’ambiente “sfiornado” il soffitto se ne scivola in avanti restando in alto per un buon pezzo per poi ricadere e mescolarsi. Così si può essere più sicuri che tutti i volumi della stanza vengano rinfrescati. Certo che se la casa produttrice dell’impianto giura il contrario è difficile decidere. Se invece è l’installatore a consigliare, allora accetteremo il consiglio MA faremo di testa nostra: -30cm dal soffitto!

  17. Domenico Pizzinato

    Buon giorno e complimenti per la chiarezza!, bella l’immagine del contenitore in vetro!
    mi riferisco alla VMC: le bocchette di estrazione è scontato che vanno posizionate in alto. Esiste una regola che predilige la posizione delle bocchette di immissione?, trovo diversi schemi con posizione in basso (altezza prese elettriche), qualcuno consiglia a cm 90. ho chiesto a tecnici del settore e ognuno da una versione… Riferendomi al VMC doppio flusso con passaggio dell’aria sotto le porte credo, essendo il movimento dell’aria molto lento, sia indifferente e molto dipenda dalla possibilità di distribuzione se a pavimento o controsoffitto?, grazie e buona giornata.

  18. Pingback: risparmio energetico e ventilazione controllata | esperto Casa Clima

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *