Archivio mensile:Dicembre 2009

casaclimascetticismo

 E’ così. Mi è capitato anche in una recentissima riunione: il progettista, l’architetto, è scettico sull’uso dell’isolamento termico in tutto l’edificio, in effetti crea non pochi impigli se ci soffermiamo a guardare tutti i particolari del progetto. Qui come facciamo? Qui non ci stiamo! Qui bisognerebbe cambiare! Qui non c’è spazio! Qui avevo promesso al committente un’ inferriata scorrevole! Qui è impossibile! A me la classe A non m’ interessa, è solo una moda! E’ solo una cosa che serve in Trentino dove fa tanto freddo, ma qui da noi… !

Anche la ventilazione confortevole, o ventilazione meccanica controllata, è vista con sospetto e indifferenza: l’ architetto per primo è scettico. Cosa serve? Io apro la finestra la mattina! Quando ho cucinato poi apro… !

Invece  questo preciso momento di Slow Economy sarebbe il momento perfetto per rivedere i nostri abituali modi di progettare. E bisognerebbe andare oltre al puro risparmio, bisognerebbe elaborare un misuratore di benessere: potrebbe chiamarsi BIL, Benessere Interno Lordo; così per imitare il piccolo Bhutan sull’ Himalaya che da anni usa il FIL, Felicità Interna Lorda, spesso ben più importante del prodotto interno lordo.

L’isolamento termico e la ventilazione meccanica sono due aspetti importanti per ottenere una casa confortevole e con consumi di energia bassissimi. Non possono rimanere indietro durante il progetto!

Il progettista ha una grande responsabilità: è lui che deve prendere per mano il committente per fargli vedere dove abita il futuro della casa.

Benefici della ventilazione meccanica controllata

Ecco un’immagine che mi aiuta a spiegare i benefici della ventilazione confortevole, detta anche controllata, forzata o semplicemente vmc. Non è facile entrare nell’argomento con committenti e progettisti perchè la ventilazione è immediatamente percepita come un costo in più, quasi un optional inutile!

ventilazione meccanica controllata

ventilazione meccanica controllata

Quando ci troviamo davanti ad un restauro completo o ad una nuova costruzione non possiamo dimenticarci la ventilazione dei locali. Sarebbe come fare il cammino a metà. Se affrontiamo un restauro è chiaro che appena abbiamo sostituito i vecchi serramenti con i nuovi ci troviamo in un ambiente chiuso quasi ermeticamente. In un vaso di marmellata non si può vivere per più di qualche ora: in teoria per non respirare aria malsana ogni 2 ore dovremmo aprire le finestre per cinque minuti e questo 24ore al giorno.

Un vero sperpero di calore.

Tra la pigrizia, la notte e il freddo il ricambio d’aria ogni due ore non viene mai rispettato e viviamo in “apnea”, nel vaso di marmellata!

La soluzione c’ è, è la ventilazione meccanica controllata. Un grande guadagno per la qualità della vita: aria continuatamente fresca in casa.

ventilazione meccanica controllata schema

ventilazione meccanica controllata schema”

 L’aria che viene espulsa passa per uno scambiatore che cede il calore all’aria fredda in entrata. Il recupero è circa dell’80%. In altri paesi la ventilazione confortevole è già un indice di maggior valore dell’immobile, da noi no, ci arriveremo ci arriveremo.

Economicamente possiamo dire che si potrebbero abbattere i costi per riscaldamento installando una ventilazione confortevole,

perdite per ventilazione

perdite per ventilazione”

 ma l’investimento va ben oltre perchè ci offre:

  • ambienti salubri
  • niente muffe
  • riduzione dell’umidità interna
  • ventilazione notturna delle camere da letto
  • ventilazione notturna nei periodi molto caldi che abbassa la temperatura interna.

            

lettura senza banner pubblicitari grazie alla generosità dei lettori – dona anche Tu!

+ involucro - impianti copyright

federico_sampaoli_espertocasaclimacom  ipha_member   articolo ideato, scritto e diretto da Federico Sampaoli, impegnato a favore delle persone, del comfort e dell’open information, titolare e caporedattore di espertocasaclima.com – blog di formazione e comunicazione online dal 2009.

Se vuoi conoscere il mio profilo LinkedIn

Entra anche Tu nella lista dei sostenitori del Blog espertoCasaClima :

Visita il profilo di federico su Pinterest.

Isolamento acustico dei fori di ventilazione della cucina

Come ho già scritto in un precedente articolo, il rumore, appena trova un buco ‘ci corre dentro’! Quindi utilizziamo silenziatori ispezionalbili che consentono una effettiva ventilazione naturale.

La legislazione vigente prevede che gli edifici, in base alla loro destinazione d’uso, siano in grado di offrire in opera specifiche prestazioni di isolamento acustico di facciata. Queste prestazioni dipendono dalla combinazioni di più elementi:

  • la parte opaca della facciata,
  • i serramenti,
  • il fattore di forma e le caratteristiche costruttive della facciata,
  • l’isolamento acustico dei transiti d’aria presenti in facciata per consentire la corretta ventilazione degli ambienti in cui sono installati apparecchi a gas.

Alcuni esempi?

  • Il silenziatore per fori di ventilazione composto da elementi isolanti esterni in lana di legno di abete mineralizzata e legata con cemento Portland, rivestiti al loro interno con materiale isolante in fibre di mais. Il silenziatore Biosilenzio viene fornito con due griglie di ventilazione di colore bianco. L’indice di valutazione dell’isolamento acustico per via aerea di piccoli elementi Dn,e,w è pari a 59 dB (UNI EN 20140-10:1993, Certificato n. 597 del 16/07/2009, Dipartimento di Fisica Tecnica dell’Università di Padova).

celenit-biosilenzio1

  •  Eco Sil-block® garantisce un valore d’isolamento acustico Dn,e,w=52 dB certificato.eco-sil-blockeco-sil-block-posa





vale sempre il motto:

+ involucro - impianti copyright


federico_sampaoli_espertocasaclimacom  ipha_member

- il mio profilo LinkedIn: Lin  - articoli pubblicati di recente: eCC  - commenti al blog: feed        - i miei tweet: Tw

…questo articolo è stato ideato, scritto e diretto da Federico Sampaoli,

vuoi pubblicare le tue FOTO di cantiere? segui le istruzioni di questa pagina.

diventa anche Tu sostenitore del Blog espertoCasaClima :