Il corretto posizionamento della finestra

 Per ottenere un muro caldo il serramento deve « aiutare » il lavoro dell’isolamento termico ed essere montato nella posizione più favorevole:

termografia di una finestra

I colori ci aiutano bene a capire il comportamento del freddo. Questa finestra è installata in una posizione molto favorevole, ma la parte più esposta del muro, sebbene protetta dal sistema a cappotto, risente del freddo trasmesso dal telaio del serramento.

Infatti il posizionamento più vantaggioso ai fini energetici è quello nell’isolamento: non ci è imposto il montaggio « nell’isolamento », è un suggerimento che migliora le prestazioni di trasmittanza della finestra installata (Uwi) e per dei semplici motivi:

  • in un serramento il distanziale è un forte ponte termico
  • in un serramento il telaio (frame) è il secondo ponte termico per importanza
  • quando il serramento risiede nell’isolamento non ha nessuna possibilità di trasmettere il freddo alla muratura.

Alternativa al montaggio nell’isolamento resta il sistema a cappotto in battuta al telaio, con qualche cm di sormonto.


lettura senza banner pubblicitari grazie alla generosità dei lettori – dona anche Tu!

+ involucro - impianti copyright

federico_sampaoli_espertocasaclimacom  ipha_member   articolo ideato, scritto e diretto da Federico Sampaoli, impegnato a favore delle persone, del comfort e dell’open information, titolare e caporedattore di espertocasaclima.com – blog di formazione e comunicazione online dal 2009.

Se vuoi conoscere il mio profilo LinkedIn

Entra anche Tu nella lista dei sostenitori del Blog espertoCasaClima :


Visita il profilo di federico su Pinterest.

2 thoughts on “Il corretto posizionamento della finestra

  1. Federico Sampaoli Post author

    L’opzione 1 mi piace x la facilità di messa in opera.

    La stratigrafia mi piace meno, non ho fatto calcoli ma credo che lo sfasamento estivo sia molto scarso.
    L’xps è un pannello estruso molto adatto a zoccolature o zone a rischio spruzzi e non ad isolamento di intercapedini verticali.

  2. Simone

    Buon giorno ing. Sampaoli,
    Mi trovo a ristrutturare un appartamento ed ora sono al punto di dover decidere il da farsi sul foro finestra.
    La stratigrafia parete è cosi formata:
    Dall'esterno,
    blocchetto in calcestruzzo pieno(20cm),
     xps 5cm,
    1cm di intercapedine vuota,
    muro di tamponamento da 6cm in laterizio forato.
    Vorrei evitare il falsotelaio e dovendo posare degli infissi con cornice interna preassemblata sbordante dal telaio di 5cm ho pensato a due soluzioni,
    N1
     POSA filo interno,
    con realizzazione spallette su4 lati in xps spessore 5cm passanti (dall'esterno all 'interno)x tutta la sezione DEI MURI, nastro bg1 SUI 4lati telaio posato direttamente su le spallette isolate, fissaggio meccanico con turboviti, il marmo esterno lo metterei in battuta al telaio (siliconato)
    Opzione n2
     infisso posato in linea con isolante tassellando squadrette metalliche muro esterno,
     schiumatura tra telaio e xps(già  applicato nell intercapedine)
    telaio con nastratura barriera al vapore incollata sull xps, foro muro di tamponamento 10cm più largo su tutti i lati x permettere la cornice e la nastratura.
    L'opzione 1 mi piace x la facilità di messa in opera, in più ho il dubbio che l'xps possa rovinarsi essendo di tipo normale e non x alte compressioni.
    l opzione n2 non mi convince x la debolezza di tenuta tra telaio e xps e x il costo di riquadratura del foro ed anche x il fatto che non ho trovato un prodotto idoneo all'incollaggio dela barriera vapore su xps, (saprebbe indicarmene uno?)

    Evidenzia delle anomalie sulle modalità  esposte?
    Quale delle due mi consiglia?

    Grazie

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>